Si è tenuto in video conferenza l’incontro tra la ministra del Lavoro e delle Politiche Sociali, Nunzia Catalfo e le parti sociali della filiera delle costruzioni, a cominciare da CNA Costruzioni.

CNA Costruzioni era presente all’incontro con il presidente Enzo Ponzio, il responsabile Mario Turco e il collega Riccardo Masini.

I temi trattati durante l’incontro sono stati prevalentemente 3:

  • il Durc con congruità;
  • l’applicazione dei contratti nazionali in edilizia;
  • le esigenze formative nel campo della riqualificazione energetica e sismica del costruito.

Sul primo punto, le parti sociali hanno invitato la ministra a recepire, all’interno del Decreto Ministeriale di prossima approvazione relativo appunto al tema della congruità, quanto contenuto in materia nell’accordo sottoscritto lo scorso 10 settembre, che mira a definire metodi, procedure e griglie di valori per il calcolo della congruità della manodopera in edilizia.

A nome di CNA Costruzioni il presidente nazionale Ponzio ha ribadito la valenza dell’accordo sottoscritto dalle parti sociali che intende valorizzare anche l’attenzione che le stesse danno al tema della legalità e al contrasto del lavoro sommerso nel settore dell’edilizia. Questo, unitamente alla necessità di garantire maggiore attenzione al rispetto e all’applicazione del CCNL dell’edilizia nel mercato.

La ministra ha accolto con favore quanto sottoscritto dalle parti sociali e si è resa disponibile ad approfondire il tema all’interno di un tavolo tecnico che potrebbe partire già la prossima settimana.

Passando agli altri due temi dell’incontro, la ministra ha accolto le sollecitazioni avanzate dalle parti sociali sul tema del dumping contrattuale che da tempo preoccupa seriamente le imprese del settore.

Rispetto al tema della formazione tecnica, con specifico riguardo alle competenze necessarie per intervenire nel mercato della riqualificazione energetica e sismica del patrimonio immobiliare nazionale, la ministra si è resa disponibile non solo a individuare i fabbisogni formativi che sempre di più si stanno manifestando, mano a mano che decolla il sistema dei bonus e Superbonus 110%, ma anche a individuare soluzioni pratiche per l’erogazione della formazione richiesta.

CNA Costruzioni si ritiene soddisfatta degli esiti della riunione ed è fortemente impegnata nel prosieguo dei lavori che ne scaturiranno.