Nuova Ordinanza (la n. 91) dalla Regione per i contributi alle imprese

Interventi la messa in sicurezza dei capannoni nelle aree del sisma
 
Prosegue, con le risorse messe a disposizione dall’Inail, la concessione di contributi per le imprese delle aree colpite dal sisma dello scorso anno, con carenze strutturali nei capannoni per le quali sono indispensabili interventi per la sicurezza e il miglioramento sismico.

Questo è quanto stabilito dall’ordinanza n. 91 dello scorso 29 luglio emanata oggi dal presidente della Regione Vasco Errani, che definisce le nuove modalità e i criteri per la concessione alle imprese di contributi in conto capitale per il finanziamento degli interventi di rimozione delle carenze strutturali finalizzati alla prosecuzione delle attività per le imprese insediate nei territori colpiti dal sisma del maggio 2012 e il miglioramento sismico.
Con l’ordinanza viene confermata la possibilità di erogare contributi, sia per il finanziamento degli interventi necessari per l’ottenimento del certificato provvisorio di agibilità sismica, sia per il miglioramento sismico. La principale novità consiste nella valutazione delle domande con una procedura a sportello e non più a graduatoria, consentendo una maggiore rapidità nella concessione dei contributi. La domanda di contributo, comprensiva dell’imposta di bollo, deve essere compilata esclusivamente tramite la specifica applicazione web, le cui modalità di accesso e di utilizzo saranno disponibili sul sito internetwww.regione.emilia-romagna.it/terremoto
Sarà possibile presentare la domanda dal 10 settembre 2013 al 31 dicembre 2013. Ad oggi sono in fase di valutazione le prime 487 domande già presentate, per un ammontare complessivo di costi sostenuti dalle imprese pari a 27milioni e 207 mila euro. Per il testo completo dell’Ordinanza vai al seguente link:
http://www.regione.emilia-romagna.it/terremoto/gli-atti-per-la-ricostruzione/ordinanza-n-91-del-29-luglio-2013/view
 
Per maggiori informazioni rivolgersi a Debora tamascelli, responsabile Promozione Cna, c/o Ecipar, tel. 0532/66440, e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Condividi questo contenuto