Sede Cna di Copparo, dal 1° febbraio si trasferisce in viale Carducci 1/D

A partire da mercoledì 1° febbraio, la Sede della Cna di Copparo si sposta in viale Giosuè Carducci n. 1/D, al primo piano di un palazzo di recente ristrutturazione, che ospiterà le attività sindacali, di servizio e di consulenza dell'Associazione rivolte ai propri imprenditori associati, offrendo loro spazi più ampi, luminosi e funzionali.
Infatti, la nuova centralissima sede occupa una superficie di 230 mq, atti ad accogliere nel modo più consono e agevole le imprese che vi si recheranno per le proprie esigenze, con la disponibilità di servizi commerciali, socio sanitari e pubblici a portata di mano e di ampie aree di parcheggio nelle immediate vicinanze.
"Vogliamo testimoniare ai nostri imprenditori – spiega Federica Bordin, presidente dell'Area Cna Copparo – Berra – la volontà di reagire alle difficili condizioni economiche della nostra zona, che coinvolgono tante imprese e famiglie preoccupate per il proprio futuro. L'investimento della Cna in questa nuova e più ampia sede vuole esprimere, da una parte, l'impegno dell'Associazione a fianco degli imprenditori che, tutti i giorni, cercano di mantenere sul mercato la propria azienda, innovandola e migliorandone la competitività, nonostante i tanti problemi che si trovano ad affrontare. Dall'altra, lo sforzo di Cna di rispondere in modo sempre più efficace alle esigenze dei propri associati, a partire da una sede accogliente e funzionale".
"Vogliamo essere pronti ad affrontare al meglio le difficili sfide dei prossimi anni", commenta Francesco Robboni, da qualche mese nuovo responsabile della Sede Cna di Copparo – Berra, dopo avere svolto per diverso tempo un incarico provinciale sempre nell'ambito dell'Associazione. "Lo faremo – conclude - accanto ai nostri imprenditori, cercando insieme di far fronte alla difficoltà, ma anche gettando le condizioni per creare nuove opportunità di sviluppo e di lavoro. Non sarà facile, ma potremo farcela, se sapremo compiere tutti uno sforzo di guardare avanti, come abbiamo voluto fare con la nuova sede".

Condividi questo contenuto