La definitiva approvazione, lo scorso 13 luglio, del Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr) da parte dell’Unione europea ha dato il via libera all’efficacia delle proroghe per superbonus, cessione del credito e sconto in fattura disposte dalla Legge di Bilancio 2021 e, successivamente, dal Decreto Resilienza.

A tale riguardo, il sottosegretario al ministero dell’Economia e Finanze, Claudio Durigon, rispondendo all’interrogazione parlamentare del 14 luglio 2021, n. 5-06434, ha sottolineato che l’autorizzazione Ue (richiesta dall’articolo 1, comma 74, legge n. 178 del 2020) è implicita nell’approvazione definitiva del Pnrr da parte dell’Ecofin.

In dettaglio:

  • i termini per il riconoscimento delle detrazioni fiscali del 110% sono estesi al 30/06/2022 per tutti i beneficiari (compresi gli edifici unifamiliari) e le persone fisiche con edifici plurifamiliari da 2 a 4 unità. Per questa ultima categoria, se i lavori non fossero conclusi alla scadenza fissata (ma avessero raggiunto uno stato di avanzamento pari perlomeno al 60%), il termine slitterebbe al 31/12/2022.
  • La scadenza finale per i condomini è al 31/12/2022.
  • Per gli Iacp, infine, il termine è fissato al 31/06/2023. Anche in questo caso però se i lavori non fossero conclusi a scadenza ma il loro stato di avanzamento arrivasse perlomeno al 60% il termine scivolerebbe a fine anno e cioè al 31/12/2023.