La regione Emilia Romagna ha adottato le linee guida per la sicurezza di fiere e congressi. Lo ha fatto con l’ordinanza n.137 firmata dal Presidente Bonaccini. Le nuove linee guida sono state adottate in vista della riapertura degli eventi fieristici prevista per il 15 luglio.

Fiere, congressi ed eventi in quartieri fieristici

Sono state adottate, in vista della riapertura dei quartieri fieristici il 15 luglio prossimo, le relative linee guida e indicazioni operative, omogenee sul territorio regionale. Si tratta di misure che seguono la logica della precauzione e attuano le prescrizioni del legislatore e le indicazioni delle autorità sanit,arie tenendo conto delle peculiarità organizzative tipiche dei quartieri fieristici. La fruizione e la permanenza nei locali della clientela, i momenti di contatto tra gli addetti al servizio e la clientela stessa, le procedure per la somministrazione di alimenti e bevande; la gestione dei servizi igienici, dei parcheggi, delle Vip lounge.

Regole per gli organizzatori e i fornitori

Le regole dovranno essere adottate da ogni singolo organizzatore fieristico e da ogni singola impresa fornitrice di beni e servizi, sia essa espositrice o visitatrice. Ognuno dovrà inoltre individuare procedure e misure più efficaci in relazione alle caratteristiche specifiche di ogni struttura, comprese le attività di comunicazione e informazione per responsabilizzare clienti e lavoratori sull’adozione di comportamenti corretti che limitino la probabilità di contagio.

Altre misure

L’ordinanza 137 non si occupa solamente di eventi fieristici, ma dà il via libera a una serie di altre attività sospese causa coronavirus. Nei bar ritornano ad esempio i quotidiani sui tavolini, e si può ricominciare a giocare a carte. In auto potranno salire insieme anche i non conviventi, ma due per fila di sedili e con obbligo di mascherina. Riaprono le saune.

Scarica qui: ORDINANZA 3 LUGLIO 2020 – DECRETO N. 137_2020