Bando per l'innovazione e lo sviluppo d'impresa

Argomenti trattati in questo articolo:

Soggetti che possono presentare la domanda:

Le imprese con sede legale e/o unità operativa nella provincia di Ferrara (quest'ultima iscritta al REA da almeno 12 mesi al momento della presentazione della domanda e con esclusione di unità locali qualificate come magazzino o deposito, conformemente a quanto riportato nella visura camerale aggiornata).

 

INTERVENTI FINANZIABILI
a) interventi relativi a diagnosi energetiche, alla progettazione in materia di efficienza energetica;

b) introduzione di nuovi modelli organizzativi, di gestione e di controllo dei processi aziendali fortemente incentrati sull'utilizzo di tecnologie dell'informazione e della comunicazione (ICT);

c) realizzazione di infrastrutture telematiche e cloud computing con particolare riferimento a soluzioni per sopperire alla mancanza di linee terrestri a banda larga;

d) valorizzazione e a valutazione del patrimonio di conoscenza e di KNOW-HOW dell'impresa, dei BENI INTANGIBILI AZIENDALI intesi come un insieme di fattori a disposizione dell'impresa, rilevanti per la sua capacità competitiva ed il suo valore sul mercato, nonché come leva per la formulazione di strategie innovative e per consentire una maggiore differenziazione del prodotto/servizio aziendale, con particolare ma non esclusivo riferimento alle tecnologie abilitanti, come definite a livello comunitario c.d. K.E.T. – KEY ENABLING TECHNOLOGIES;

e) acquisizione di servizi relativi al trasferimento dell'innovazione tecnologica e organizzativa nei processi, nei prodotti, nei sistemi aziendali e interaziendali rivolta al miglioramento della qualità dei prodotti e dei processi produttivi attraverso la realizzazione di collaborazioni con Università, Enti e Centri di ricerca;

f) sviluppo di prodotti e servizi turistici finalizzati all'innovazione dell'offerta;

g) sviluppo e/o acquisizione di tecnologie e servizi ICT per supportare la visita e la gestione di luoghi di interesse turistico, sviluppo di sistemi di "realtà aumentata", a scopo didattico e culturale, strumenti avanzati per il digital archive e il management dei beni culturali;

h) adozione di tecnologie, o combinazioni di tecnologie, studiate per impedire la contraffazione dei prodotti - con particolare riguardo alle modalità tecnico/economiche di scelta delle soluzioni tecnologiche da adottare - a tutela delle produzioni caratteristiche del Made in Italy e dei prodotti innovativi;

i) innovazione e qualificazione della rete distributiva e commerciale;

j) ottenimento di uno o più brevetti europei e/o internazionali relativamente a:
- Invenzione industriale;
- Modello di utilità;
- Disegno o Modello ornamentale.

 

AMMONTARE DEL CONTRIBUTO
Il contributo concesso a fondo perduto coprirà il 50% delle spese effettivamente sostenute e ammesse fino ad un valore massimo assoluto di € 10.000 per i progetti riferiti alle azioni dalla lettera a) alla lettera e) e fino a € 5.000 per i progetti riferiti alle azioni dalla lettera f) alla lettera j)

 

Per maggiori info contattare Debora Tamascelli al 0532 66440 o Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Condividi questo contenuto