Bandi e Opportunità

Finanziamenti agevolati per le imprese dal Fondo energia

Fondo Energia è un fondo rotativo di finanza agevolata, a supporto degli investimenti destinati all'efficientamento energetico, alla produzione di energia da fonti rinnovabili e realizzazione di impianti tecnologici che consentano la riduzione dei consumi energetici. Il finanziamento è a tasso agevolato, in regime de-minimis, di importo minimo pari a 20.000 euro e massimo un milione di euro, di durata compresa tra i 18 e gli 84 mesi (finanziabile il 100% del progetto presentato). Le banche convenzionate dovranno erogare il 100% del finanziamento, del quale il 40% coperto dal fondo rotativo con un tasso annuo effettivo globale pari allo zero, mentre per la parte banca, cioè il restante 60%, il Taeg non potrà essere superiore all'Euribor 6 mesi più uno spread del 4,75%. Beneficiarie sono piccole e medie imprese della regione, che non si trovino in condizioni di difficoltà (ex 2004/c 244/02), con attività rientranti nei codici Ateco 2007. Sono ammissibili le spese per investimenti realizzati (data fattura) dal 01/01/2013 per:

- costruzione, acquisizione, ampliamento e/o ristrutturazione di immobili;

- acquisizione di macchinari e impianti;

- investimenti per la gestione logistica, energetica e ambientale;

- acquisizione di marchi;

- brevetti, licenze, marchi ecc;

- consulenze tecniche e/o specialistiche spese per materiali utilizzati nel progetto;

- spese del personale adibito al progetto per un max del 25%;

- spese per la produzione della documentazione tecnica necessaria (costo redazione business plan, fideiussione); 

- spese generali a forfait per max 20%.

L'investimento dovrà essere completato entro 18 mesi dalla data di concessione del finanziamento. Le domande possono essere già presentate, fino ad esaurimento del fondo disponibile. Per ulteriori informazioni e per la predsentazione delle domande, rivolgersi a Cna Servizi Finanziari, tel.0532/749111, e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Leggi tutto...

Fondo STARTER per le giovani Imprese

FONDO STARTER è un fondo rotativo di finanza agevolata a supporto delle nuove imprese dell'Emilia Romagna, costituite dal 1° Gennaio 2011, si tratta di un provvedimento regionale finalizzato al sostegno delle Pmi la cui gestione è affidata ad un'ATI tra i consorzi fidi: Unifidi E.R. e Fidindustria .
Lo stanziamento del Fondo è di 8,7 milioni di cui 7 milioni di fondi europei.

Finalità Contributi: finanziamento a tasso agevolato in regime de-minimis, di progetti di investimento a partire dall'01/01/2013, di minimo € 25.000 max € 300.000, durata da 18 a 84 mesi (finanziabile l'85% del progetto presentato).
Le banche convenzionate dovranno erogare il 100% del finanziamento, del quale l'80% coperto dal fondo rotativo avrà un tasso annuo effettivo globale pari allo zero, mentre per la parte banca "il restante 20%" il Taeg non potrà essere superiore all'Euribor 3 mesi più uno spread del 5%, oggi circa il 5,30%, il tasso ponderato dei finanziamenti del Fondo StarER , oggi sarebbe di poco superiore all'1%.

Beneficiari:
Piccole e Medie imprese con sede legale e operativa in Emilia –Romagna costituite successivamente all' 01/01/2011che non si trovino in condizioni di difficoltà (ex 2004/c 244/02) con attività rientranti nei codici Ateco 2007: sezioni: B-C-D-E-F- G(limitatamente al gruppo 45.2 e 45.40.3)-H- I (limitatamente alle categorie 56.10.2 e 56.10.3)- J-L-M-N-P-Q-R-S.

Spese ammissibili "sostenute a partire dall'01/01/2013":
investimenti su immobili strumentali (acquisizione, ampliamento e ristrutturazione); impianti e macchinari; brevetti, licenze, marchi e avviamento; consulenze tecniche e/o specialistiche; spese per la presentazione della domanda; costo del personale (max 30% del progetto).
L'investimento dovrà essere completato entro 12 mesi dalla data di concessione dell'agevolazione.

Termini e procedure di presentazione delle domande:
Tramite procedura informatica, a partire dalle ore 10 del 04/04/2014 e fino a esaurimento del fondo disponibile, andranno inviati gli appositi moduli di richiesta firmati digitalmente.

Allegati alla domanda:
dichiarazione impresa richiedente
relazione tecnica e piano previsionale (business Plan)
Pre-delibera/e bancaria/e
Visura camerale (validità max 6 mesi)
Copia documento identità del firmatario
Bilanci ultimi due esercizi approvati (completi di relazioni) se disponibili.

Banche aderenti alla data 31/03/2014: Banche di Credito Cooperativo; Banco Popolare (ex BSGSP); Banca Popolare dell'Emilia Romagna.

Per ulteriori informazioni rivolgersi a Cna Servizi Finanziari Ferrara srl
0532/749111 –Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Qui la brochure.

 

Leggi tutto...

Nuova apertura Fondo STARTER per le giovani Imprese

Nuova apertura: presentazione dal 02/11/2015 al 31/12/2015

FONDO STARTER è un fondo rotativo di finanza agevolata a supporto delle nuove imprese dell'Emilia Romagna, costituite dal 1° Gennaio 2011, si tratta di un provvedimento regionale finalizzato al sostegno delle Pmi la cui gestione è affidata ad un'ATI tra i consorzi fidi: Unifidi E.R. e Fidindustria .
Lo stanziamento del Fondo è di 8,7 milioni di cui 7 milioni di fondi europei.

Finalità Contributi: finanziamento a tasso agevolato in regime de-minimis, di progetti di investimento a partire dall'01/01/2013, di minimo € 25.000 max € 300.000, durata da 18 a 84 mesi (finanziabile l'85% del progetto presentato).
Le banche convenzionate dovranno erogare il 100% del finanziamento, del quale l'80% coperto dal fondo rotativo avrà un tasso annuo effettivo globale pari allo zero, mentre per la parte banca "il restante 20%" il Taeg non potrà essere superiore all'Euribor 3 mesi più uno spread del 5%, oggi circa il 5,30%, il tasso ponderato dei finanziamenti del Fondo StarER , oggi sarebbe di poco superiore all'1%.

Beneficiari:
Piccole e Medie imprese con sede legale e operativa in Emilia –Romagna costituite successivamente all' 01/01/2011 che non si trovino in condizioni di difficoltà (ex 2004/c 244/02) con attività rientranti nei codici Ateco 2007: sezioni: B-C-D-E-F- G(limitatamente al gruppo 45.2 e 45.40.3)-H- I (limitatamente alle categorie 56.10.2 e 56.10.3)- J-L-M-N-P-Q-R-S.

Spese ammissibili "sostenute a partire dall'01/01/2013":
investimenti su immobili strumentali (acquisizione, ampliamento e ristrutturazione); impianti e macchinari; brevetti, licenze, marchi e avviamento; consulenze tecniche e/o specialistiche; spese per la presentazione della domanda; costo del personale (max 30% del progetto).
L'investimento dovrà essere completato entro 12 mesi dalla data di concessione dell'agevolazione.

Termini e procedure di presentazione delle domande:
Tramite procedura informatica on line su www.fondostarter.eu, a partire dal 02/11/2015 sino al 31/12/2015 salvo esaurimento del fondo disponibile, andranno inviati gli appositi moduli di richiesta firmati digitalmente.

Allegati alla domanda:
dichiarazione impresa richiedente
relazione tecnica e piano previsionale (business Plan)
Pre-delibera/e bancaria/e
Visura camerale (validità max 6 mesi)
Copia documento identità del firmatario
Bilanci ultimi due esercizi approvati (completi di relazioni) se disponibili.

Banche aderenti alla data 31/03/2014: Banche di Credito Cooperativo; Banco Popolare (ex BSGSP); Banca Popolare dell'Emilia Romagna.

Per ulteriori informazioni rivolgersi a Cna Servizi Finanziari Ferrara srl
0532/749111 –Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Qui la brochure

 

Leggi tutto...

Prorogata l al 31 gennaio 2016 data chiusura Fondo STARTER per le giovani Imprese

FONDO STARTER è un fondo rotativo di finanza agevolata a supporto delle nuove imprese dell'Emilia Romagna, costituite dal 1° Gennaio 2011, si tratta di un provvedimento regionale finalizzato al sostegno delle Pmi la cui gestione è affidata ad un'ATI tra i consorzi fidi: Unifidi E.R. e Fidindustria .

il Comitato del Fondo Starter ha deciso di prorogare la chiusura dello sportello al 31 gennaio 2016.
Lo stanziamento del Fondo è di 8,7 milioni di cui 7 milioni di fondi europei.

Finalità Contributi: finanziamento a tasso agevolato in regime de-minimis, di progetti di investimento a partire dall'01/01/2013, di minimo € 25.000 max € 300.000, durata da 18 a 84 mesi (finanziabile l'85% del progetto presentato).
Le banche convenzionate dovranno erogare il 100% del finanziamento, del quale l'80% coperto dal fondo rotativo avrà un tasso annuo effettivo globale pari allo zero, mentre per la parte banca "il restante 20%" il Taeg non potrà essere superiore all'Euribor 3 mesi più uno spread del 5%, oggi circa il 5,30%, il tasso ponderato dei finanziamenti del Fondo StarER , oggi sarebbe di poco superiore all'1%.

Beneficiari:
Piccole e Medie imprese con sede legale e operativa in Emilia –Romagna costituite successivamente all' 01/01/2011che non si trovino in condizioni di difficoltà (ex 2004/c 244/02) con attività rientranti nei codici Ateco 2007: sezioni: B-C-D-E-F- G(limitatamente al gruppo 45.2 e 45.40.3)-H- I (limitatamente alle categorie 56.10.2 e 56.10.3)- J-L-M-N-P-Q-R-S.

Spese ammissibili "sostenute a partire dall'01/01/2013":
investimenti su immobili strumentali (acquisizione, ampliamento e ristrutturazione); impianti e macchinari; brevetti, licenze, marchi e avviamento; consulenze tecniche e/o specialistiche; spese per la presentazione della domanda; costo del personale (max 30% del progetto).
L'investimento dovrà essere completato entro 12 mesi dalla data di concessione dell'agevolazione.

Termini e procedure di presentazione delle domande:
Tramite procedura informatica, a partire dalle ore 10 del 04/04/2014 e fino a esaurimento del fondo disponibile, andranno inviati gli appositi moduli di richiesta firmati digitalmente.

Allegati alla domanda:
dichiarazione impresa richiedente
relazione tecnica e piano previsionale (business Plan)
Pre-delibera/e bancaria/e
Visura camerale (validità max 6 mesi)
Copia documento identità del firmatario
Bilanci ultimi due esercizi approvati (completi di relazioni) se disponibili.

Banche aderenti alla data 31/03/2014: Banche di Credito Cooperativo; Banco Popolare (ex BSGSP); Banca Popolare dell'Emilia Romagna.

Per ulteriori informazioni rivolgersi a Cna Servizi Finanziari Ferrara srl
0532/749111 –Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Qui la brochure.

 

Leggi tutto...

Contributi finanziari per l'ammodernamento delle imprese di autotrasporto

E' stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti sulle "Modalità operative di erogazione dei contributi finanziari a favore dell'ammodernamento delle dotazioni capitali delle imprese di autotrasporto finalizzato alla tutela ambientale". Le disposizioni del decreto disciplinano la ripartizione e le modalità di erogazione delle risorse finanziarie, nel limite di spesa pari a 15 milioni di euro, destinate agli investimenti e alle iniziative imprenditoriali che riguardano:
a) l'acquisizione anche mediante locazione finanziaria, di autoveicoli, nuovi di fabbrica, adibiti al trasporto di merci di massa complessiva a pieno carico da 3,5 a 7 tonnellate a trazione alternativa a gas naturale o biometano;
b) l'acquisizione anche mediante locazione finanziaria, di autoveicoli, nuovi di fabbrica, adibiti al trasporto di merci di massa complessiva a pieno carico pari o superiore a 16 tonnellate a trazione alternativa a gas naturale o biometano;
c) l'acquisizione, anche mediante locazione finanziaria, di semirimorchi, nuovi di fabbrica, per il trasporto combinato ferroviario rispondenti alla normativa UIC 596-5 e per il trasporto combinato marittimo dotati di ganci nave rispondenti alla normativa Imo.
I beni acquistati non possono essere alienati e devono rimanere nella disponibilità del beneficiario del contributo fino al 31 dicembre 2017. In nessun caso saranno prese in considerazione le acquisizioni di veicoli effettuate all'estero ed ivi immatricolati, anche se successivamente reimmatricolati in Italia a chilometro zero.
Importo del contributo concedibile. Relativamente agli investimenti di cui al punto a) il contributo concedibile è pari ad € 2.400 calcolato nella misura di circa il 40% del valore del sovra-costo rispetto alla produzione di veicoli ad alimentazione diesel. Per gli investimenti di cui al punto b) il contributo concedibile è pari ad € 9.200 calcolato nella misura di circa il 40% del valore del sovra-costo rispetto alla produzione di veicoli ad alimentazione diesel. Per gli investimenti di cui al punto c) il contributo concedibile è fissato al 20% dell'intero costo di acquisizione, con tetto massimo pari a € 4.500.L'intensità dell'aiuto è maggiorata del 10% qualora gli interessati che ne facciano richiesta all'atto della domanda siano piccole e medie imprese.
l contributi sono erogabili fino ad esaurimento delle risorse disponibili. Le domande possono essere presentate entro e non oltre il 30 novembre 2014. Per maggiori informazioni rivolgersi a Debora Tamascelli, responsabile Cna Promozione e incentivi, tel. 0532/749111, e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Bando della Regione a sostegno delle Start up innovative

La Regione Emilia Romagna ha indetto il Bando Start innovative 2014, attraverso il quale si intende promuovere lo sviluppo di industrie innovative emergenti, coerenti con le cosiddette Tecnologie abilitanti critiche (KETs) indicate dall'Unione Europea e con i temi dei Clusters tecnologici nazionali, al fine di promuovere il rinnovamento delle filiere produttive regionali. Le domande possono già essere presentate da ora; sono ammesse piccole imprese singole o consorzi, società consortili e società cooperative, aventi sede produttiva in Emilia-Romagna, costituite successivamente al 1/1/2011. Per essere definita innovativa, l'impresa interessata deve essere iscritta alla "Sezione speciale in qualità di Start-up innovativa" del Registro delle imprese presso la Camera di Commercio competente per territorio. Ai fini del riconoscimento dell'ammissibilità le spese dovranno essere sostenute a partire dalla data di presentazione della domanda. Le spese ammissibili devono riguardare le seguenti tipologie: macchinari, attrezzature, impianti, hardware e software, arredi strettamente funzionali; spese di affitto e noleggio laboratori e attrezzature scientifiche (max 20% del costo totale del progetto); acquisto e brevetti, licenze e/o software da fonti esterne; spese di costituzione (max 2.000 euro); spese promozionali anche per partecipazione a fiere ed eventi (max 25.000); consulenze esterne specialistiche non relative all'ordinaria amministrazione.
L'agevolazione prevista nel presente bando consiste in un contributo in conto capitale, corrispondente al 60% della spesa ritenuta ammissibile. Saranno esclusi i progetti con spesa ritenuta ammissibile dalla Regione inferiore a 75.000 euro. La domanda di contributo può essere presentata fino al 31 marzo 2015, salvo esaurimento delle risorse disponibili. Per maggiori informazioni rivolgersi a Debora Tamascelli, responsabile Cna Promozione e incentivi, tel. 0532/749111, e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Nuova Legge Sabatini per gli investimenti delle imprese

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha deciso di rilanciare la cosiddetta Legge Sabatini, disponendo l'erogazione di contributi volti all'abbattimento dei tassi di interesse su finanziamenti o leasing volti all'acquisto di beni strumentali da parte delle imprese. Potranno beneficiare del presente contributo, infatti, tutte le micro, piccole e medie imprese con sede operativa in Italia. Gli investimenti, che debbono essere "ancora da realizzare al momento della presentazione della domanda", potranno riguardare macchinari, impianti, beni strumentali d'impresa e attrezzature nuove di fabbrica; hardware, software e tecnologie digitali.
Il contributo concedibile, non in regime "de minimis", ma in regime generale di esenzione, è pari all'ammontare degli interessi, calcolati al 2,75%, su un piano d'ammortamento di 5 anni con rate semestrali di importo corrispondente al finanziamento. Il finanziamento deve essere erogato in unica soluzione, per un periodo non superiore a 60 mesi, gli investimenti devono essere conclusi entro 12 mesi dall'erogazione dello stesso. Il finanziamento può coprire fino al 100% dell'investimento e non può essere inferiore a 20.000 € o superiore a 2.000.000 €.

Leggi tutto...

INAIL – BANDO per il miglioramento della sicurezza attraverso l’innovazione tecnologica

Argomenti trattati in questo articolo:

Nel corso del mese di luglio INAIL ha pubblicato, regione per regione, un nuovo bando finalizzato al finanziamento di investimenti in nuove tecnologie, atte a migliorare le condizioni di salute e sicurezza sul lavoro in piccole e micro imprese operanti in specifici settori. 

Il bando prevede, per la Regione Emilia-Romagna, i seguenti stanziamenti:
- € 852.306 per il finanziamento di progetti in Agricoltura;
- € 510.180 per il finanziamento di progetti in Edilizia;
- € 265.059 per il settore dell'Estrazione e lavorazione di materiali lapidei.

 

Il contributo massimo è pari al 65% dell'importo complessivo del progetto, ma non potrà superare la cifra di € 50.000. Per contro, non saranno erogati contributi inferiori a € 1.000.

 

Negli allegati al bando di seguito scaricabili ( Agricoltura , Edilizia, Materiali Lapidei ) sono meglio specificati i codici ATECO che vi hanno accesso ed anche gli investimenti previsti (ad esempio adeguamento trattori agricoli per il settore agricolo, acquisto di macchine movimento terra nell'edilizia o l'acquisto di sistemi di abbattimento polveri nel settore della lavorazione lapidei).

Le domande online possono essere presentate dal 3 novembre 2014 fino alle ore 18.00 del 3 dicembre 2014.

 

A differenza di altri bandi, in questo bando:
- La valutazione verrà effettuata da tecnici (non con procedura informatica);
- La graduatoria potrà "scorrere" in caso di rinunce, revoche e/o decadenze; garantendo l'utilizzo dei fondi messi a disposizione.

Per maggiori informazioni potete fare riferimento al Settore Ambiente e Sicurezza, nella persona di Marco Mazzoni (0532.749218 / Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. )

Prorogata a fine anno la moratoria dei debiti delle imprese

Prorogato al 31 dicembre 2014 “Accordo per il credito 2013”, iniziativa realizzata da ABI e Alleanza Cooperative Italiane (che riunisce Agci, Confcooperative, Legacoop), Cia, Claai, Coldiretti, Confagricoltura, Confapi, Confedilizia, Confetra, Confindustria, Rete Imprese Italia (che riunisce Casartigiani, Cna, Confartigianato, Confcommercio, Confesercenti), per operazioni di sospensione e allungamento dei finanziamenti, ed operazioni per promuovere la ripresa e lo sviluppo delle attività. Lo rende noto l’ABI, d’intesa con le parti co-firmatarie, chiarendo che “le condizioni del nostro tessuto produttivo, per quanto in miglioramento rispetto al passato, richiedono di evitare discontinuità in questa delicata fase di avvio della ripresa, fissando la nuova scadenza a fine anno rispetto a quella prevista del 30 giugno scorso”.

I contenuti principali dell’accordo restano immutati:

  • sospensione per 12 mesi della quota capitale delle rate dei mutui, anche se agevolati o perfezionati tramite il rilascio di cambiali;
  • sospensione per 12 ovvero per 6 mesi della quota capitale dei canoni di operazioni di leasing, rispettivamente immobiliare o mobiliare;
  • allungamento della durata dei mutui per un massimo del 100% della durata residua del piano di ammortamento e comunque non oltre 3 anni per i mutui chirografari e a 4 anni per quelli ipotecari;
  • allungamento fino a 270 giorni delle scadenze delle anticipazioni bancarie su crediti per i quali si siano registrati insoluti di pagamento;
  • allungamento per un massimo di 120 giorni delle scadenze del credito agrario di conduzione.

Dall’avvio operativo dell’iniziativa ad ottobre 2013, fino al 31 maggio 2014, sono state accolte 25.539 domande per un controvalore complessivo di debito residuo pari a 9,6 miliardi di euro e una maggior liquidità a disposizione delle imprese di 1,1 miliardi. 

L’analisi relativa alla distribuzione delle domande accolte per attività economica dell’impresa richiedente evidenzia che:

  • il 27% delle domande è riferito ad imprese del settore “commercio e alberghiero”;
  • il 16,8% delle domande è riferito ad imprese del settore “industria”;
  • il 17,8% delle domande è riferito ad imprese del settore “edilizia e opere pubbliche”;
  • il 6,8% delle domande è riferito ad imprese del settore “artigianato”;
  • il 6,2% delle domande è riferito ad imprese del settore “agricoltura”;
  • il restante 25,4% agli “altri servizi”.

L’Accordo per il Credito 2013 rappresenta il quarto di una serie di misure iniziate il 3 agosto del 2009 con l’Avviso comune, proseguite con l’Accordo per il Credito alle Pmi del 16 febbraio 2011 e con le Nuove Misure per il Credito alle Pmi del 28 febbraio 2012.

 

Complessivamente, le quattro iniziative hanno consentito la sospensione di oltre 400 mila finanziamenti, per un controvalore complessivo di debito residuo di circa 115 miliardi di euro e una liquidità aggiuntiva per le Pmi italiane di 23 miliardi di euro. Analogamente all’Accordo per il Credito 2013, viene prorogato a fine anno il periodo di validità del Plafond “Progetti Investimenti Italia”, lo strumento dedicato alle Pmi che nonostante la crisi economica continuano a realizzare nuovi investimenti e del Plafond “Crediti PA”, l’iniziativa dedicata allo smobilizzo, presso il sistema bancario e finanziario, dei crediti vantati dalle imprese nei confronti della Pubblica Amministrazione

Forum Agenti di Milano 28 e 29 Novembre

Argomenti trattati in questo articolo:

C'è l'opportunità per le Aziende iscritte al CNA di partecipare a condizione agevolate al prossimo Forum Agenti di Milano che si terrà il 28 e 29 Novembre.
Forum Agenti è l'Unica Fiera al Mondo interamente dedicata alla Ricerca ed alla Selezione degli Agenti di Commercio. Due giorni di Colloqui (che avverranno direttamente in Fiera) tra gli Agenti di Commercio che Cercano Aziende e le Aziende Mandanti che Cercano Nuovi Agenti di Commercio.
Le Aziende, interessate a trovare Nuovi Agenti di Commercio, possono prenotare una Scrivania Colloquio. Avranno così la possibilità di partecipare come "Espositori Forum Agenti" ed incontrare tutti gli Agenti di Commercio interessati a rappresentare i loro prodotti.
Tale soluzione prevede in un'Area CNA (con min. 4 aziende) di riservare a ciascuna Azienda una Postazione Scrivania ad un prezzo finale e scontatissimo di Euro 1.100,00 + iva, anziché 1.800,00 + iva
Nel costo è incluso tutto: Partecipazione alla Manifestazione, 01 Tavolo Scrivania, 03 Sedute, 01 Cestino Gettacarte, Stampa ed installazione della Grafica a Colori Standard (90cmx90cm) con il Logo Aziendale, Possibilità di accedere ad una presa elettrica, Illuminazione in Comune, Pubblicazione sull'Annuario Forum Agenti, Realizzazione e Pubblicazione di una Pagina WEB Dedicata all'Azienda e pubblicata sul Sito Forum Agenti , Tre Newsletter a tutto il Database Agenti (290.000 Agenti di Commercio iscritti), Pubblicazione del Logo Azienda sui più importanti Quotidiani Nazionali: il Sole 24 Ore, Italia Oggi e Libero Quotidiano, Pubblicazione dei Banner di Forum Agenti sui principali Portali di Ricerca Agenti e dei Partner Istituzionali.
Se siete interessati contattare Debora Tamascelli, tel 0532 749210 o Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Premio Unioncamere: Registro delle imprese storiche

Anche per il 2014 Unioncamere intende premiare, attraverso il Registro delle imprese storiche, gli imprenditori che, consolidando il proprio lavoro sul territorio, abbiano contribuito alla crescita dell'economia locale nonché a trasmettere alle nuove generazioni il proprio patrimonio di esperienze nel "fare impresa". Possono candidarsi - e ottenere così anche il logo appositamente predisposto da Unioncamere - tutte le imprese di qualsiasi forma giuridica operanti in qualsiasi settore economico, iscritte nel Registro delle imprese e ancora attive, con esercizio ininterrotto dell'attività nell'ambito del medesimo settore merceologico per un periodo non inferiore a 100 anni. Tale requisito temporale deve essere maturato al 31 dicembre del 2013.

Alle domande, da inviare alla Camera di commercio entro il 30 giugno prossimo, dovranno essere allegati obbligatoriamente:
• una breve relazione sulla vita dell'azienda dalla costituzione ad oggi, dalla quale si evinca, in particolare, la continuità storica dell'impresa;
• copia della documentazione storica utile a dimostrare la data di avvio dell'attività o della costituzione, qualora queste non coincidano con quelle risultanti dalla visura camerale;
• una fotocopia di un proprio documento di identità (ed eventuale permesso di soggiorno) in corso di validità;
• eventuale copia di pubblicazioni e/o documentazione storica, sulle origini e sulla storia dell'impresa;
• Copia di tutto il materiale in versione elettronica ( CD o DVD).
Nel segnalare che l'Ufficio Relazioni con il Pubblico (mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., tel 0532-783903-911) è a disposizione per qualsiasi necessità, ti ringrazio per la consueta e preziosa collaborazione e Ti invito a promuovere tra le imprese la conoscenza e la massima diffusione dell'iniziativa

Bando per la riqualificazione di imprese turistiche, commerciali e stabilimenti balneari


Riqualificazione di imprese turistiche e commerciali, compresi gli stabilimenti balneari dell'Emilia-Romagna: la Giunta regionale ha approvato un bando per il sostegno a progetti innovativi nel campo delle tecnologie energetico-ambientali volti al risparmio energetico e all'utilizzo delle fonti rinnovabili, che mette a disposizione 7 milioni di euro dal Programma Fesr.
Il bando ha come obiettivo la qualificazione ambientale ed energetica del sistema produttivo regionale e, in particolare, dei settori del commercio e del turismo.
Le risorse serviranno a cofinanziare interventi nelle singole piccole e medie imprese finalizzati a promuovere il risparmio energetico, l'uso efficiente dell'energia e la valorizzazione delle fonti rinnovabili.
"Si tratta di un bando importante – sottolinea l'assessore al Turismo e Commercio Maurizio Melucci – che nasce dall'attenzione che la Regione, da sempre, ha profuso nei confronti del turismo e del commercio. Con questo bando si unisce l'esigenza di riqualificazione del comparto agli obiettivi di riduzione dei consumi energetici e di incremento delle fonti rinnovabili".
Target del bando sono, per quanto riguarda il turismo, strutture ricettive alberghiere o all'aria aperta, case per ferie, ostelli, rifugi alpini, affittacamere, case appartamento vacanza, stabilimenti balneari. Per la parte commercio, invece, la misura si rivolge a imprese di commercio all'ingrosso o al dettaglio, di somministrazione al pubblico di bevande e alimenti, discoteche e sale da ballo.
I progetti presentati, per essere ammessi, dovranno comportare una spesa non inferiore a 20mila euro. Il contributo massimo concedibile è pari a 150mila euro. Al termine della procedura (valutativa a sportello) sarà determinata la graduatoria e la percentuale di cofinanziamento, variabile tra il 30 e il 40% a seconda degli obiettivi di risparmio energetico dei singoli interventi.
Le domande possono essere presentate dal 5 maggio al 15 luglio prossimi. Informazioni e moduli saranno disponibili a breve sui siti regionali

Incoming operatori USA-Russia (2)

Argomenti trattati in questo articolo:

CNA Produzione Nazionale ha aderito alla proposta di organizzare un altro incoming elaborato e cofinanziato dall'ICE, con riferimento specifico ai settori Mobile e Complementi d'Arredo.

L'incoming si svolgerà in due tappe, dal 26 al 30 maggio 2014, con circa 10 operatori commerciali russi e 10 operatori commerciali statunitensi, che prenderanno parte ad un programma di visite a realtà produttive ed incontri b2b.

La prima tappa sarà Verona dal 26 al 28 maggio e, a seguire, dal 29 al 30 maggio, Como.
Nella scheda di iscrizione le imprese partecipanti dovranno indicare a quale delle due tappe intendono partecipare. E' assolutamente importante precisare a questo proposito che la scelta delle due distinte location ha esclusivamente l'obiettivo di stabilire precisi punti di riferimento per l'iniziativa sul piano logistico, ma non pregiudica la possibilità di adesione anche ad aziende che provenissero da altre regioni limitrofe.

Per la partecipazione al Progetto viene richiesto alle imprese un contributo di 350 Euro, a parziale copertura dei costi organizzativi, mentre resteranno a carico dei partecipanti le spese di viaggio ed eventuale alloggio per raggiungere la sede di svolgimento degli incontri e per l'invio di eventuali campionature all'estero che venissero richieste dagli operatori russi e americani.

Si allega la Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. deve compilare con cura in tutte le sue parti per manifestare il suo interesse a partecipare all'evento. La scheda dovrà essere restituita entro e non oltre l'11 aprile p.v. all'indirizzo elettronico Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  e, per conoscenza a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  .
Le schede ricevute verranno poi inviate tramite l'ICE agli operatori russi e americani, i quali si avvarranno della facoltà di selezionare le imprese ritenute più adatte alla realizzazione degli incontri.

Per tutte le esigenze di ulteriore chiarimento e/o per concordare specifiche azioni comunicative nei confronti delle aziende contattare direttamente Alessandro Battaglia, referente per il settore Mobile Arredo di CNA Produzione Nazionale (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.; cell.348 8812130).

 

Incontri alla Camera di commercio per l'internazionalizzazione

Argomenti trattati in questo articolo:

Ferrara Meeting è il Programma di formazione per l'internazionalizzazione pianificato dalla Camera di Commercio di Ferrara per il 2014.

Un intenso programma di incontri volto ad approfondire modalità, approcci e possibili nuovi mercati, in maniera operativa e con la presentazione di diversi paesi con cui potere stabilire nuove relazioni di business.

Di seguito il programma con i riferimenti per iscriversi.

Competenze e supporto alle imprese che vogliono esportare dalle Cciaa

Per quanti intendono avviare o consolidare la propria presenza sui mercati esteri, le Camere di Commercio dell'Emilia Romagna propongono Temporary Export manager, un nuovo progetto concepito per fornire alle imprese un supporto concreto per sviluppare, e successivamente implementare, un percorso di internazionalizzazione, grazie alle conoscenze specifiche di professionisti specializzati ed al contributo operativo di un giovane neolaureato. Per un periodo di sei mesi, infatti, verrà inserito nelle imprese selezionate, un tirocinante, che opererà in accordo con il management aziendale, affiancato da un professionista specializzato, il Temporary Export Manager.

Leggi tutto...

Fondo di sostegno al Reddito dell'EBER per le Imprese

Anche nel 2014 l'EBER , ha attivato il Fondo sostegno al reddito a favore dei lavoratori e delle imprese. Possono ricorrere a tale fondo le imprese con regolarità contributiva nei confronti di EBER e la regolarità contrattuale. Si tratta di contributi a fondo perduto relativamente a: interventi sulla sicurezza, investimenti e innovazione, formazione, occupazione danni per forza maggiore, astensione maternità.

CNA per conto dell'impresa  ha un proprio accesso in Abaco, il sistema informatico tramite il quale si ha accesso a tutte le prestazioni, e potrà accedere ai dati dell'impresa per richiedere le prestazioni e/o per verificare la regolarità.

Per saperne di più clicca qui 

 

Bando POR FESR per la competitività e innovazione delle imprese nell’area sisma (2)

Grazie ad un emendamento approvato nella Legge Finanziaria del Governo, che ha stanziato 60 milioni di euro a favore delle aree colpite dal sisma, la Regione garantirà la totale copertura delle domande presentate dalle imprese nell'ambito del Bando Por Fesr a sostegno della innovazione e competitività delle imprese nei territori colpiti dal sisma. Un bando che costituisce un segnale concreto della Regione in direzione, non solo dell'impegnativa opera di ricostruzione, ma anche dei processi di miglioramento competitivo delle imprese che hanno vissuto il dramma del terremoto. Il bando ha registrato un notevole interesse, con oltre 894 domande ammesse a contributo. La prima tranche del bando, a valere su risorse comunitarie, aveva consentito di soddisfare le domande di presentate da 187 imprese, per un ammontare di contributi pari a 23 milioni di euro.
Lo stanziamento di questi ulteriori 60 milioni di euro consentirà la copertura dell'intero ammontare dei contributi, per un importo complessivo di 83 milioni di euro. Queste somme genereranno 280 milioni di investimenti, con una stima di incremento di posti di lavoro pari ad oltre 1660 unità. Cna Ferrara ha attivamente accompagnato le imprese nella fruizione delle opportunità previste dal bando. Sono state 41 le imprese che hanno partecipato al bando, con una richiesta di contributo pari a oltre 4.100.000 euro ed una mole di investimenti vicina ai 10 milioni di euro. Per sostenere adeguatamente gli investimenti delle imprese, Cna Ferrara ha sottoscritto una convenzione con Unicredit Banca, che si è impegnata a finanziare i progetti di investimento di queste imprese

Premi alla Fedeltà al lavoro e al Progresso economico

Fino al 14 febbraio prossimo è possibile presentare domanda alla Camera di Commercio per i Riconoscimenti alla Fedeltà al lavoro e al Progresso economico – Edizione 2014 (Premi S. Giorgio), relativi alle imprese anziane della nostra provincia. Per partecipare al Bando, occorre, in sintesi, essere in possesso dei seguenti requisiti:
- le imprese debbono avere sede nella provincia di Ferrara;
- debbono avere esercitato la propria attività per 35 anni di seguito, ininterrottamente (compresi eventuali periodi di lavoro dipendente nell'ambito dello stesso settore);
- devono essere in attività, oppure avere cessato da non oltre 3 anni;
- infine, non debbono avere mai ricevuto il premio San Giorgio.
L'attività d'impresa deve essere documentata innanzitutto attraverso l'accertamento della iscrizione alla Camera di Commercio; sono inoltre ammesse le trasformazioni d'impresa, purchè venga dimostrata la sostanziale continuità (es. di persone, o nell'ambito della famiglia, ecc.). I riconoscimenti saranno consegnati il giorno 15 marzo 2014, nel corso di una solenne cerimonia pubblica, alla presenza delle autorità ferraresi. Le imprese interessate a partecipare e in possesso dei requisiti possono contattare la propria sede Cna, oppure telefonare a Morena Cavallini, sede provinciale Cna (tel. 0532/749111), e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Temporary shop e sfilata al Teatro Ridotto di Ferrara il 23 febbraio (2)

Argomenti trattati in questo articolo:

Cna Federmoda ed il CNA Impresa Donna, in collaborazione con il Teatro Comunale di Ferrara, organizza presso il Ridotto del Comunale un Temporary shop che si concluderà in serata con una sfilata.
L'iniziativa è rivolta a piccole imprese del settore moda, accessori e artigianato artistico al fine di dare particolare rilievo al prodotto di qualità made in Italy e di
valorizzare e celebrare il lavoro creativo delle persone e delle aziende del nostro territorio.
L'evento è previsto per DOMENICA 23 FEBBRAIO dalle ore 10:00 alle ore 18:00 Temporary Shop, ore 18: sfilata finale.
E' ammessa la partecipazione di un numero massimo di 12 imprese.
Per ulteriori informazioni rivolgersi a CNA Federmoda, Amelia Grandi, tel. 0532/749111, e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Bando per l'innovazione e lo sviluppo d'impresa

Argomenti trattati in questo articolo:

Soggetti che possono presentare la domanda:

Le imprese con sede legale e/o unità operativa nella provincia di Ferrara (quest'ultima iscritta al REA da almeno 12 mesi al momento della presentazione della domanda e con esclusione di unità locali qualificate come magazzino o deposito, conformemente a quanto riportato nella visura camerale aggiornata).

Leggi tutto...

Vuoi essere aggiornato sui Bandi e Finanziamenti di tuo particolare interesse?

Specifica quali compilando il modulo sottostante

Rimarrai aggiornato tramite mail!