Bandi e Opportunità

Fondo STARTER - avvio d'impresa a tasso zero sul finanziamento del progetto

FONDO STARTER - AVVIO D'IMPRESA
Risorse POR-Fesr Regione Emilia Romagna (gestito da Unifidi E.R.)
Rivolgersi a Cna Servizi Finanziari Ferrara srl 0532/749111 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  
Si tratta di un fondo rotativo di finanza agevolata riservato alle neo imprese (Piccole imprese, costituite da meno di 5 anni alla data di presentazione della domanda, operanti in Emilia Romagna) a tasso zero sul 70% del progetto. Le domande potranno essere presentate on line dal 10 luglio 2017 al 30 settembre 2017 (salvo esaurimento fondi).

AGEVOLAZIONE:

Il Fondo interviene concedendo finanziamenti a tasso agevolato con provvista mista, derivante per il 70% dalle risorse pubbliche del Fondo (Por Fesr 2014-2020) e per il restante 30% da risorse messe a disposizione degli Istituti di credito convenzionati.
I finanziamenti, nella forma tecnica di mutuo chirografario, possono avere la durata compresa tra 36 e 96 mesi (incluso un preammortamento massimo di 12 mesi) ed importo ricompreso tra un minimo di 20 mila euro ad un massimo di 300mila euro.
E' finanziabile il 100% del progetto presentato.
L'onere effettivo degli interessi a carico dell'impresa beneficiaria, è pari alla media ponderata fra i due seguenti tassi:
1. Tasso di interesse pari allo 0,00% a valere sulla parte di finanziamento avente provvista pubblica (70%);
2. Tasso di interesse pari all'Euribor 6 mesi mmp + spread massimo del 4,75% per la parte di finanziamento con provvista bancaria (30%).

INTERVENTI AMMISSIBILI:

A titolo puramente esemplificativo potranno essere finanziate le seguenti tipologie di interventi:
investimenti in innovazione produttiva e di servizio, sviluppo organizzativo, messa a punto dei prodotti e servizi da parte di piccole imprese che presentino potenzialità concrete di sviluppo, consolidamento e creazione di nuova occupazione sulla base di piani industriali, prioritariamente negli ambiti della S3*, anche attraverso percorsi di rete;
• introduzione e uso efficace nelle piccole imprese di strumenti ICT nelle forme di servizi e soluzioni avanzate con acquisti di soluzioni customizzate di software e tecnologie innovative per la manifattura digitale.
A titolo esemplificativo, sono considerate ammissibili le seguenti tipologie di spese:
• interventi su immobili strumentali: acquisto, ampliamento e/o ristrutturazione;
• acquisto di macchinari, attrezzature, hardware e software, arredi strettamente funzionali;
• acquisizione di brevetti, licenze, marchi, avviamento;
• spese per partecipazione a fiere e interventi promozionali;
• consulenze tecniche e/o specialistiche;
• spese del personale adibito al progetto;
• materiale e scorte;
• spese locazione dei locali adibito ad attività (risultante da visura come sede principale/unità locale);
• spese per la produzione di documentazione tecnica necessaria per la presentazione della domanda (a titolo esemplificativo redazione di business plan).
Le spese inserite nel progetto devono essere compatibili con le finalità del Fondo e dovranno essere sostenute (data fattura) successivamente alla presentazione della domanda di finanziamento (data di protocollo della domanda), ad eccezione di quelli relativi alla predisposizione delle documentazione, che potranno avere data antecedente, nel limite massimo di sei mesi dalla data di presentazione della domanda.

Nella composizione del progetto d'investimento, le voci di spesa relative a consulenze, personale, materiali e scorte, spese di locazione e Spese per la produzione di documentazione tecnica necessaria per la presentazione della domanda, non potranno superare complessivamente il 50% del finanziamento richiesto ed ammesso.


PRESENTAZIONE DOMANDA:

La domanda può essere presentata, nel periodo di apertura dello sportello, attraverso modalità online con firma digitale.
Unifidi in qualità di gestore, attraverso gli sportelli territoriali, per FERRARA "Cna Servizi Finanziari Ferrara srl" mette a disposizione un servizio di accompagnamento e supporto all'impresa nell'individuazione e nel rapporto con la Banca.

PER APPROFONDIMENTI E PRESENTAZIONE DOMANDA:
RIVOLGERSI TEMPESTIVAMENTE A CNA FERRARA SERVIZI FINANZIARI SRL
0532/749111 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Scarica la brochure

Contributi alle imprese del comune di Copparo a sostegno degli investimenti in tecnologia per la sicurezza

Il Comune di Copparo e la Camera di Commercio di Ferrara hanno riattivato per il 2017 il Bando per Contributi a sostegno degli investimenti in tecnologia per la sicurezza. Il Bando è rivolto alle imprese e ai liberi professionisti ordinistici, titolari di partita Iva, con sede e/o unità locale nel comune di Copparo. Il Bando è aperto dal 4 luglio 2017 (ore 10.00) al 31 dicembre 2017 (ore 24.00), salvo chiusura anticipata per esaurimento risorse disponibili.
Le Risorse complessive sono di euro 10.000 

Scarica qui il documento

Bandi di finanziamento alle imprese del Comune di Bondeno

Il Comune di Bondeno ha pubblicato due nuovi bandi per finanziare, come già avvenuto meno di un anno fa, nuove imprese in settori strategici per il territorio ed aziende già esistenti che decidono di puntare su tirocinanti locali.
Nella fattispecie, il bando per le startup finanzierà, fino ad un massimo di 5mila euro per ogni nuova impresa, i costi di avvio delle nuove attività imprenditoriali, nei settori elencati all'interno del bando, coprendo buona parte dei costi iniziali.
Il secondo bando è invece rivolto alle aziende bondenesi esistenti, interessate ad assumere, attraverso la formula dei tirocini formativi, lavoratori del territorio, coadiuvandone l'inserimento o il re-inserimento lavorativo. In questo caso la dotazione complessiva è di 3mila euro, con un finanziamento massimo di mille euro ad impresa.
Le domande per entrambi i bandi potranno essere presentate dal 19 giugno al 19 luglio 2017.
Per maggiori informazioni e presentazione della domanda: Debora Tamascelli, Resp. Promozione e Incentivi CNA Ferrara, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. – tel. 0532 749111-210

Nuovo bando INAIL per la messa in sicurezza ed il miglioramento sismico delle attività produttive colpite dal sisma del maggio 2012

Con Ordinanza 13 del 15 maggio 2017, la Regione Emilia Romagna ha riaperto i termini per la presentazione delle domande per la concessione alle imprese di contributi in conto capitale per interventi di rimozione delle carenze strutturali ed il miglioramento sismico.
Possono presentare domanda le imprese, appartenenti a tutti i settori produttivi, che abbiano i seguenti requisiti:

1) sede legale e/o sede operativa in uno dei Comuni dell'Emilia-Romagna colpiti dal sisma del maggio 2012;

2) esercitano, o esercitavano al momento del sisma, l'attività all'interno dell'immobile oggetto dell'intervento, o in qualità di proprietari abbiamo messo a disposizione l'immobile ad uso produttivo sulla base di un regolare titolo giuridico ad altra impresa;

3) hanno provveduto a rimuovere le carenze strutturali e siano in possesso di regolare certificato di agibilità sismica.
Il contributo erogabile corrisponde ad una misura massima del 70% della spesa ammissibile, mentre il costo minimo dell'intervento è pari ad € 4.000,00.
È possibile presentare domanda fino al 16 ottobre 2017, salvo esaurimento delle risorse disponibili.
Per eventuali chiarimenti e per la presentazione della domanda rivolgersi a Debora Tamascelli Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. Tel. 0532 749111-210

SunNext: area gratuita dedicata alle Start Up turistiche

Nell'ottica di creare una sinergia fra le imprese tradizionali e le imprese innovative creando nuove opportunità di sviluppo e rinnovamento della nostra offerta turistica, fornendo contemporaneamente nuove opportunità alle giovani aziende del settore, sarà allestita all'interno della fiera SUN (fiera dedicata al settore balneare, in programma dal 12 al 14 ottobre 2017 alla Fiera di Rimini), un'area dedicata alle Start Up che propongono servizi e prodotti rivolti al turismo all'aria aperta e in particolare agli stabilimenti balneari, denominata "SUNnext".
L'area è organizzata in collaborazione fra CNA Emilia Romagna, Mondo Balneare e IEG Expo.
CHI PUO' FARE RICHIESTA: Possono candidarsi start up innovative e non, costituite dal 1° gennaio 2014 in avanti, che presentino servizi e prodotti rivolti al turismo all'aria aperta e in particolare agli stabilimenti balneari.
COSA SI OFFRE: Saranno messe a disposizione 10 postazioni dotate di tavolo, sedie e punto luce per le startup selezionate che potranno partecipare a titolo gratuito con l'obbligo di presidiare lo stand nelle giornate della fiera (12-14 ottobre). Visibilità dell'area SUNnext, presenza all'interno del catalogo della Fiera e pitch di presentazione dell'impresa.
CRITERI DI VALUTAZIONE: sarà data priorità alle aziende che rispettano maggiormente il tema (servizi e prodotti rivolti al turismo all'aria aperta) e alle aziende che se hanno già partecipato a quest'area proporranno prodotti o servizi nuovi.

ISCRIZIONE: entro e non olte il 30 giugno 2017
Per informazioni: tel. 051 2133125 e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  

Scarica qui l'informativa con la scheda di scrizione 

Piano energetico regionale - Contributi per piccole e medie imprese

Con delibera di Giunta del 20 marzo 2017 la Regione dà attuazione al programma regionale di promozione delle diagnosi energetiche e dei sistemi di gestione dell'energia nelle PMI.
Possono accedere ai contributi le piccole e medie imprese che, al momento della presentazione della domanda, abbiano il sito produttivo localizzato sul territorio della Regione Emilia-Romagna e che siano regolarmente costituite da almeno due anni (se imprese di servizi, essere costituite sotto forma di società).
Gli interventi ammessi sono: a) diagnosi energetiche eseguite in osservanza dei criteri di cui all'Allegato 2 del D.Lgs. 102/2014; b) adozione di sistemi di gestione dell'energia conformi alle norme ISO 50001, comprensivi di diagnosi energetiche.
Il contributo è finalizzato a coprire il 50% delle spese ammissibili per la realizzazione di una diagnosi energetica (fino ad un massimo di 5.000 euro) o per l'adozione di un sistema di gestione dell'energia (fino ad un massimo di 10.000 euro).
Il bando è a sportello ed è aperto fino al 30 giugno 2017.
Per maggiori informazioni: Debora Tamascelli, Responsabile Promozione e Incentivi, e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. , Tel. 0532 749111-210

Riparte "Nuove imprese a tasso zero"

Riparte "Nuove imprese a tasso zero", l'incentivo di INVITALIA per i giovani e le donne che vogliono diventare imprenditori. Le agevolazioni sono valide in tutta Italia e prevedono il finanziamento a tasso zero di progetti d'impresa, con spese fino a 1,5 milioni di euro, che può coprire fino al 75% delle spese totali ammissibili.
Possono presentare domanda: le imprese costituite in forma societaria da non più di 12 mesi (comprese le Società Cooperative), la cui compagine societaria sia composta, per oltre la metà numerica dei soci e di quote di partecipazione, da giovani di età compresa tra i 18 ed i 35 anni o da donne; le società costituende, formate da sole persone fisiche, purché provvedano formalmente alla loro costituzione entro e non oltre i 45 gg dalla comunicazione del provvedimento di ammissione.
Le spese ammissibili comprendono: suolo aziendale, realizzazione acquisto e ristrutturazione di fabbricati; macchinari, impianti ed attrezzature; programmi informatici; servizi per le tecnologie dell'informazione e della comunicazione; brevetti, licenze e marchi; formazione specialistica dei soci e dei dipendenti; consulenze specialistiche, studi di fattibilità economico-finanziari, progett.ne e direz.ne lavori, impatto ambientale.
Per maggiori informazioni: Debora Tamascelli, Responsabile Promozione e Incentivi, e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. , Tel. 0532 749111-210

Bando per la formazione di giovani conducenti di veicoli pesanti (2)

Dalle ore 09,00 del 27 aprile 2017 sarà possibile compilare e presentare una domanda telematica per ottenere di poter essere ammesso ad un percorso individuale che potrà consentire a circa 600 giovani di età compresa tra i 18 ed i 29 anni, con residenza in Italia ed il possesso della patente di guida di categoria B, di acquisire la patente C e la Carta di Qualificazione del Conducente necessari per la guida di autocarri destinati al trasporto delle merci a condizioni agevolate.

Si tratta, di una iniziativa del comitato centrale dell'albo, che intende favorire l'incontro tra domanda ed offerta di lavoro incentivando l'occupazione giovanile nel settore attraverso l'offerta di percorsi di formazione, quasi integralmente finanziati, per aspiranti conducenti professionali, nonché di tirocinio, volti ad una potenziale prospettiva di inserimento lavorativo stabile all'interno delle aziende afferenti settore "Logistica, Trasporto Merci e Spedizione".
I costi di formazione dei giovani autisti saranno sostenuti per l'80% dal Comitato centrale per l'Albo degli autotrasportatori.
Il regolamento di adesione al progetto, è reperibile all'indirizzo www.giovaniconducenti.it.
Sulla stessa pagina web ( www.giovaniconducenti.it ) , dalle ore 9.00 del 27 Aprile alle ore 13.00 del 19 Maggio 2017, sarà possibile compilare il form per la presentazione della domanda telematica per la selezione su base nazionale e con la formula del clicK-day dei giovani interessati.
Il sito dedicato www.giovaniconducenti.it sarà altresì raggiungibile, tramite re-indirizzamento, dal portale tematico www.alboautotrasporto.it , dal sito della rivista TIR www.rivistatir.it e dal sito istituzionale del MIT www.mit.gov.it .

Bando per Start up innovative nell'ambito della ricerca

Pubblicato da ASTER il bando rivolto alle start up innovative per partecipare gratuitamente a:

  • Start2B, nell’ambito di R2B - Research to Business 2017 (Bologna 8-9 giugno 2017)
  • SMAU Berlino (Berlino 14-16 giugno 2017)
  • SMAU Milano (Milano 24-26 ottobre 2017)

Le startup innovative, iscritte nell’apposito registro speciale della Camera di Commercio, possono presentare domanda di partecipazione per tutte le fiere, per due o anche soltanto per una. La domanda, da presentare secondo le modalità che seguono, deve essere presentata una volta sola.

Per presentare la domanda è necessario seguire la seguente procedura:

  1. Compilare online “Modulo di candidatura” al seguente link: http://bit.ly/STARTUPERFIERA17
  2. Scaricare il modulo compilato, e sottoscriverlo con una delle seguenti modalità:
    • apporre firma autografa del legale rappresentante (per esteso e in forma leggibile) e scansionare poi il documento
    • apporre firma digitale, cioè firma elettronica qualificata, il cui certificato sia stato rilasciato da un certificatore accreditato
  3. Compilare il modulo online “invio dati” accessibile al seguente link: http://bit.ly/STARTUPERFIERA17_INVIODOC e fare l’upload della seguente documentazione:
    • “Modulo di candidatura” firmato
    • Copia della carta d’identità del legale rappresentante della società
    • Copia del certificato di iscrizione al registro delle imprese presso la Camera di Commercio, Industria, Artigianato, Agricoltura competente per territorio

La scadenza per la presentazione delle candidature è fissata alle ore 13:00 (ora italiana) del 19 aprile 2017.

Ecco il link con tutte le informazioni utili: http://www.aster.it/bandi/le-startup-dellemilia-romagna-fiera-r2b-smau-berlino-e-smau-milano-2017

Per eventuali chiarimenti contattare Debora Tamascelli Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Bando per progetti di promozione dell'export ed eventi fieristici all'estero

POR FESR EMILIA-ROMAGNA 2014-2020
Bando per progetti di promozione dell'export per imprese non esportatrici e per la partecipazione a eventi fieristici – anno 2017

SCOPO DEL BANDO
Il bando ha come finalità l'incremento del numero delle imprese esportatrici della Regione e la diversificazione dei mercati di sbocco, rafforzando in generale la propensione all'export del sistema produttivo regionale.
OGGETTO DELL'INTERVENTO
Il bando supporta due tipologie di progetti:
A) Azioni per imprese non esportatrici o esportatrici non abituali, che abbiano un fatturato minimo di 700.000 euro, così come desunto dall'ultimo bilancio disponibile. Per esportatrici non abituali si intendono quelle che negli ultimi due anni hanno svolto operazioni di vendita diretta all'estero per meno del 10% del proprio fatturato complessivo, o che non hanno esportato in uno degli ultimi due anni di attività;
B) Partecipazione a fiere internazionali, anche da parte di imprese già esportatrici.
C) I progetti dovranno avere inizio dopo la presentazione della domanda e concludersi entro il 31/12/2018.
Per la misura A l'investimento minimo dev'essere pari ad € 50.000, mentre per la misura B il costo minimo del progetto dev'essere pari ad € 20.000.
BENEFICIARI
Possono presentare domanda:
- le imprese di micro, piccola e media dimensione, attive da almeno due anni, non esportatrici o esportatrici non abituali, aventi sede o unità operativa in Regione Emilia-Romagna; solo per la misura B, sono ammesse anche le imprese esportatrici;
- le reti formali di imprese micro, piccola e media dimensione, già costituite al momento della presentazione della domanda, aventi tutte sede o unità operativa in Regione Emilia-Romagna e fra di loro non associate o collegate.
SPESE AMMISSIBILI
I costi devono riferirsi ad attività avviate a partire dalla data di presentazione della domanda di contributo e concluse entro il 31/12/2018.
Sono ammessi i seguenti costi:
Per i progetti di tipologia A):
- Spese di consulenza esterna, volte a identificare e sviluppare un percorso di internazionalizzazione pluriennale; spese per la ricerca partner commerciali o industriali, buyers, agenti;
- Spese per l'organizzazione di incontri d'affari e visite aziendali in Emilia Romagna di potenziali partner commerciali e produttivi esteri;
- Spese per la predisposizione o revisione del sito internet aziendale in lingua straniera e per la sua pubblicizzazione tramite internet;
- Spese relative al Temporary Export Manager (TEM) dedicato alla conduzione, coordinamento e gestione delle attività del progetto;
- Spese per certificazioni per l'export e registrazione marchi nei mercati di destinazione;
- Spese per partecipazione a fiere di livello internazionale o nazionale svolte all'estero;
- Spese generali calcolate in misura forfetaria.
Per i progetti di tipologia B):
- Costo dell'area espositiva, della progettazione dello stand e del suo allestimento;
- Trasporto materiali e prodotti, compresa l'assicurazione;
- Costo di hostess e interpreti/traduttori;
- Spese di consulenza per la ricerca di partner commerciali o industriali, agenti, buyers e per l'organizzazione di incontri d'affari;
- Spese per la registrazione e la protezione del marchio nei mercati di destinazione e per consulenze finalizzate all'ottenimento delle certificazioni per l'esportazione.
CONTRIBUTO REGIONALE
Per i progetti di tipologia A): il contributo sarà concesso a fondo perduto nella misura massima del 40% delle spese ammissibili, fino ad un massimo di 100.000,00 euro. Il contributo massimo verrà aumentato fino al 45% delle spese ammissibili, a condizione che l'impresa beneficiaria si impegni ad aumentare l'occupazione complessiva.
Per i progetti di tipologia B): il contributo sarà concesso a fondo perduto nella misura massima del 30% delle spese ammissibili, fino ad un massimo di 30.000,00 euro.
Le attività progettuali dovranno seguire il seguente crono programma:
 2017: 27% del costo delle attività totali;
 2018: 73% del costo delle attività totali.
MODALITÀ E TERMINI DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
Il bando aprirà i termini di presentazione delle domande in due diverse chiamate:
- La prima dal 15 maggio al 15 giugno 2017, con disponibilità del 50% delle risorse;
- La seconda dal 11 settembre al 11 ottobre 2017, con disponibilità del restante 50% delle risorse.
Nell'utilizzo delle risorse sarà data priorità ai progetti della tipologia A, ai quali vanno riservate in via prioritaria fino al 60% delle risorse disponibili per ciascuna chiamata.
La procedura di selezione dei progetti sarà a valutazione.

Per maggiori chiarimenti e presentazione domanda rivolgersi a Debora Tamascelli, Responsabile Promozione e Incentivi – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. , tel. 0532 749210

Ecobonus per la sostituzione dei veicoli commerciali inquinanti, prorogata data

La Regione Emilia Romagna con delibera di giunta dello scorso 5 marzo, ha predisposto il Bando che consente di riconoscere un bonus per sostituire i veicoli commerciali inquinanti di categoria N1 con veicoli di minor impatto ambientale.

L'intervento va a favore delle medie, piccole e micro imprese che hanno sede o unità locale nei comuni di Cento e Ferrara, o in alternativa che abbiano sede in un qualsiasi comune della Regione ma in possesso di un pass annuale alla ZTL nei comuni di Cento e Ferrara

Per usufruire del bonus, pari ad € 2500, occorre rottamare un vecchio veicolo commerciale di cat. N1 (pre-euro diesel, Euro 1 diesel, Euro 2 diesel, Euro 3 diesel), sostituendolo con un veicolo sempre N1 ma Euro 6 (benzina, GPL, metano, ibrido e elettrico).

Le domande dovranno essere presentare dal 10 aprile al 30 maggio 2017 (data appena prorogata)

La velocità nella presentazione è di fondamentale importanza in quanto le richieste saranno accolte in ordine cronologico, sino ad esaurimento dell'importo totale messo a disposizione dalla Regione (2 milioni di euro)

L'iter della domanda, prevede tre fasi:
1. Dal 10 al 30 maggio presentazione della domanda on line;
2. Entro il 20/06/17 invio dell'ordine di acquisto del nuovo mezzo – perfezionamento domanda;
3. Entro il 31/12/17 richiesta di liquidazione e rendicontazione contributo.

Invitiamo tutti gli imprenditori interessati a predisporre la domanda o anche ad avere chiarimenti, di contattare Debora Tamascelli, Ufficio Incentivi, Tel. 0532 749111-210 e Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. .

Bando per la digitalizzazione delle attività professionali

POR FESR EMILIA-ROMAGNA 2014-2020
Bando per il sostegno di progetti rivolti all'innovazione, la digitalizzazione e l'informatizzazione delle attività professionali

SCOPO DEL BANDO
Il bando ha come finalità quella di contribuire allo sviluppo, consolidamento, qualificazione e valorizzazione delle attività libero professionali.

INTERVENTI FINANZIABILI E DIMENSIONE MINIMA DEI PROGETTI
I progetti per i quali viene presentata domanda di contributo dovranno avere una dimensione minima di investimento pari a complessivi € 15.000,00.
In particolare, sono finanziabili:
A. Interventi per l'Innovazione tecnologica;
B. Interventi per la strutturazione, l'organizzazione e il riposizionamento strategico delle attività libero professionali;
C. Interventi per la diffusione della cultura dell'organizzazione e della gestione/valutazione economica dell'attività professionale

BENEFICIARI
Possono presentare domanda:
a) Liberi professionisti ordinistici: titolari di partita IVA, esercitanti attività riservate, iscritti a Ordini o Collegi professionali e alle rispettive Casse di previdenza, che operano in forma singola, associata o societaria;
b) Liberi professionisti non ordinistici: titolari di partita IVA, autonomi, operanti in forma singola, o associata di "studi formalmente costituiti" (esclusa la forma di impresa), che svolgono attività professionali non rientranti in quelle riservate agli iscritti a Ordini e Collegi professionali, o che svolgano prestazione d'opera intellettuale e di servizi rientranti nella sezione M della classificazione delle attività economiche (ATECO 2007) "Attività professionali, scientifiche e tecniche" e siano iscritti alla gestione separata INPS.

Alla data di presentazione della domanda, il soggetto richiedente dovrà avere l'unità operativa o sede legale in cui si realizza il progetto in Regione Emilia-Romagna; ai fini del possesso del presente requisito, si specifica che per unità operativa si intende un immobile in cui il richiedente svolge abitualmente la propria attività o stabilisce la propria sede legale.

SPESE AMMISSIBILI
Le spese ammissibili per la realizzazione degli interventi sono le seguenti:
a) acquisto di attrezzature, infrastrutture informatiche, tecnologiche, digitali finalizzate alla realizzazione a titolo esemplificativo di piattaforme, siti web, al miglioramento della connettività di rete, alla digitalizzazione e la dematerializzazione dell'attività, la sicurezza informatica, la fatturazione elettronica, il cloud computing, il business process, compresa la strumentazione accessoria al loro funzionamento;
b) spese per l'acquisizione di brevetti, licenze software e di servizi applicativi necessari al conseguimento degli obiettivi dell'intervento, o altre forme di proprietà intellettuale;
c) Interventi accessori, anche di carattere edilizio, strettamente necessari alla realizzazione del progetto, nel limite massimo di 5.000 euro;
d) spese per l'acquisizione di consulenze specializzate per la realizzazione del progetto; tali spese sono riconosciute nella misura massima del 30% della somma totale delle altre voci di spesa

CONTRIBUTO REGIONALE
I contributi previsti nel presente bando sono concessi a fondo perduto, nella misura del 40% dell'investimento ritenuto ammissibile, comunque non oltre 25.000 euro per singolo progetto.

MODALITÀ E TERMINI DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
La trasmissione delle domande di contributo dovrà essere effettuata, pena la non ammissibilità delle stesse, all'interno delle finestre e delle scadenze di seguito indicate:
• dalle ore 10.00 del giorno 3 maggio 2017, alle ore 17.00 del giorno 31 maggio 2017, per gli interventi che si intendono realizzare entro il 31/12/2017;
Le risorse disponibili per i progetti presentati in questa finestra ammontano ad Euro 1.000.000.
• dalle ore 10.00 del giorno 12 settembre 2017, alle ore 17.00 del giorno 10 ottobre 2017 per gli interventi che si intendono realizzare a partire dal 1/1/2018 fino al 31/12/2018.
Le risorse disponibili per i progetti presentati in questa finestra ammontano ad Euro 2.000.000.

Per saperne di più e per accedere al Bando contattare Debora Tamascelli, tel 0532 749210 o Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  

 

Per finanziare il restante 60% Microcredito con erogazione diretta di Unifidi E.R. per finanziare professionisti, lavoratori autonomi e microimprese

 

Incentivi alle imprese per interventi in materia di salute e sicurezza sul lavoro

La Regione Emilia-Romagna ha stanziato per l'anno in corso 19.170.498,00 euro per gli incentivi alle imprese per la realizzazione di interventi in materia di salute e sicurezza sul lavoro, in attuazione dell'articolo 11, comma 5, del Decreto Legislativo 9 aprile 2008, n.81.

I TEMPI PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE BANDO ISI INAIL 2016 SONO DAL 19 APRILE al 05 GIUGNO 2017

Sono ammessi al contributo i nuovi progetti ricadenti in una delle seguenti tipologie:

1. Progetti di investimento

Possono partecipare le imprese, anche individuali, ubicate su tutto il territorio nazionale iscritte alla Camera di Commercio che effettuino i seguenti investimenti:
• ristrutturazione o modifica degli ambienti di lavoro, compresi gli eventuali interventi impiantistici collegati;
• acquisto di macchine (con sostituzione di macchine, laddove richiesto dalla specifica tipologia di intervento);
• acquisto di dispositivi per lo svolgimento di attività in ambienti confinati;
• acquisto e installazione permanente di sistemi di ancoraggio destinati e progettati per ospitare uno o più lavoratori collegati contemporaneamente e per agganciare i componenti di sistemi anti caduta anche quando questi ultimi sono progettati per l'uso in trattenuta;
• installazione, modifica o adeguamento di impianti elettrici; installazione o modifica di impianti di aspirazione o di immissione forzata dell'aria e impianti di trattamento delle acque reflue.

2. Progetti per l'adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale

Possono partecipare le imprese, anche individuali, ubicate su tutto il territorio nazionale iscritte alla Camera di Commercio che effettuino i seguenti investimenti:
• adozione di un SGSL certificato BS OHSAS 18001:07 da enti di certificazione accreditati per lo specifico settore presso ACCREDIA nel rispetto del regolamento tecnico RT12 SCR rev. 1 pubblicato da Sincert nel 2006;
• adozione di un SGSL certificato BS OHSAS 18001:07 da enti di certificazione accreditati presso enti di accreditamento diversi da ACCREDIA;
• adozione di sistemi di gestione della salute e sicurezza sul lavoro (SGSL) di settore previsti da accordi INAIL-Parti Sociali;
• adozione di un SGSL non rientrante nei casi precedenti;
• adozione di un modello organizzativo e gestionale di cui all'art 30 del d.lgs. 81/08 asseverato in conformità alla prassi di riferimento UNI/PdR 2:2013 per il settore delle costruzioni edili e di ingegneria civile;
• adozione di un modello organizzativo e gestionale di cui all'art 30 del d.lgs. 81/08 asseverato in conformità alla prassi di riferimento UNI/PdR 22:2016 per il settore dei servizi ambientali territoriali;
• adozione di un modello organizzativo e gestionale di cui all'art.30 del d.lgs. 81/08 anche secondo le procedure semplificate di cui al d.m. 13/2/2014;
• adozione di un sistema di responsabilità sociale certificato SA 8000;
• modalità di rendicontazione sociale asseverata da parte terza indipendente.

3. Progetti di bonifica di materiali contenenti amianto (MCA)

Possono partecipare le imprese, anche individuali, ubicate su tutto il territorio nazionale iscritte alla Camera di Commercio che effettuino i seguenti investimenti:
• rimozione di intonaci in amianto applicati a cazzuola o coibentazioni contenenti amianto applicate a spruzzo da componenti edilizie;
• rimozione di MCA da mezzi di trasporto;
• rimozione di MCA da impianti e attrezzature (cordami, coibentazioni, isolamenti di condotte di vapore, condotte di fumi ecc.);
• rimozione di piastrelle e pavimentazioni in vinile amianto compresi eventuali stucchi e mastici contenenti amianto;
• rimozione di coperture in MCA;
• rimozione di cassoni, canne fumarie, comignoli, pareti, condutture o manufatti in genere costituiti da cemento amianto.

4. Progetti per micro e piccole imprese operanti nel settore alimentare

Possono partecipare anche le micro e piccole imprese operanti in catering per eventi, banqueting, mense, catering continuativo su base contrattuale, ristorazione con somministrazione, attività di ristorazione connesse alle aziende agricole, ristorazione senza somministrazione con preparazione di cibi da asporto, gelaterie e pasticcerie ambulanti, ristorazione ambulante, ristorazione su treni e navi, bar e altri esercizi simili senza cucina, gelaterie e pasticcerie, minimercati e altri esercizi non specializzati di alimentari vari, commercio al dettaglio di altri prodotti alimentari in esercizi specializzati NCA, che effettuino i seguenti investimenti:
• ristrutturazione o modifica degli ambienti di lavoro, compresi gli eventuali interventi impiantistici ad essa collegati;
• acquisto di attrezzature di lavoro.

Ammontare del contributo

Per i progetti di tipo 1,2,3 il contributo in conto capitale è pari al 65% delle spese ammesse ed è calcolato sulle spese sostenute al netto dell'IVA. Il contributo massimo erogabile è pari a euro 130.000.
Per i progetti di tipo 4 il contributo in conto capitale è pari al 65% delle spese ammesse ed è calcolato sulle spese sostenute al netto dell'IVA. Il contributo massimo erogabile è pari a euro 50.000.

Spese ammesse a contributo

Le spese ammesse a contributo devono essere riferite a progetti non realizzati e non in corso di realizzazione alla data del 5 giugno 2017.

Modalità di presentazione delle domande

Le domande devono essere presentate in modalità telematica, secondo le seguenti 4 fasi successive:
fase 1- accesso alla procedura on line e compilazione della domanda dal 19 aprile 2017 fino alle ore 18,00 del giorno 5 giugno 2017;
fase 2 - se l'esito della fase 1 sarà positivo, il 12 giugno ci sarà l'acquisizione del codice identificativo per l'inoltro on line della domanda e la comunicazione del giorno pe il click day;
fase 3 – l'invio della domanda per verificare il posizionamento del progetto
fase 4 – se la fase 3 ha avuto esito positivo, invio della documentazione (entro 30 giorni tassativi!) a completamento della domanda da effettuarsi nei tempi e con le modalità previste.

Per informazioni e consulenza, si prega di rivolgersi a Fabio Burini, 0532 749 111 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  

Italian Investments Showcase 2017 per attrarre investimenti

La prima edizione dell'"Italian Investments Showcase 2017", forum annuale che mira a creare un ponte tra l'innovazione italiana e i mercati finanziari, si svolgerà a Milano l'11 e il 12 aprile 2017.
Lo scopo è di mettere in contatto una selezione di aziende innovative italiane e di parchi tecnologici con potenziali investitori, di favorire gli investimenti nel mercato italiano dell'innovazione e di consentire alle imprese italiane un più facile accesso ai mercati finanziari.
L'evento mira ad attrarre investimenti nazionali ed esteri nei seguenti settori: Aerospazio, Ambiente, Green Power, Ict e Life Science.
La partecipazione è aperta:
- alle aziende italiane, leader nel campo dell'innovazione e della ricerca ed operanti nei settori sopra indicati, che avranno così la possibilità di presentarsi ed interagire con i potenziali investitori mediante incontri b2b;
- agli investitori provenienti dai mercati nazionali e internazionali, come fondi di investimento, fondi di capitale di rischio, business angels e aziende multinazionali;
- ad un numero ristretto e selezionato di capi d'azienda ed imprenditori che avranno la possibilità di partecipare all'evento in qualità di uditori.
L'Italian Investments Showcase 2017 è promosso da Agi Agenzia Giornalistica Italia, leader nel settore della comunicazione nazionale e internazionale, in collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI), con ICE-Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane, la Regione Lombardia, la Città Metropolitana di Milano, l'Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico (ENEA), l'Associazione Italiana del Private Equity, Venture Capital e Private Debt (AIFI), la Compagnia delle Opere (CDO), la Confederazione Nazionale dell'Artigianato e della Piccola e Media Impresa (CNA) e l'azienda NXT Innovation. L'intera attività è coordinata da GreenHill Advisory.
L'iniziativa si svolgerà presso una sede istituzionale in via di definizione e prevederà due giorni di incontri ed una cena di networking aperta sia alle aziende italiane che ai potenziali investitori.
Le aziende interessate a partecipare all'Italian Investments Showcase 2017 dovranno registrare la propria partecipazione entro il 28 febbraio p.v. mentre coloro che sono interessati a partecipare in qualità di uditori dovranno confermare la propria presenza entro il 5 aprile p.v..
Ulteriori informazioni sull'Italian Investments Showcase 2017 e l'agenda dei lavori, così come le indicazioni per la partecipazione e la documentazione da inviare, sono reperibili al seguente sito internet: http://www.investmentshowcase.it 

Agevolazioni per lo sviluppo dell'artigianato digitale e della manifattura 4.0

Con passaggi successivi, il Ministero dello sviluppo economico ha pubblicato il Bando per finanziare l'artigianato digitale (DM 21/06/2016) e il decreto attuativo con termini e modalità di presentazione (DD 16/12/2016).
Sintesi del bando:
- agevolazioni in favore di aggregazioni di Imprese riunitesi allo scopo di promuovere attività innovative nell'ambito dell'artigianato digitale e della manifattura sostenibile;
- possono partecipare al bando le aggregazioni composte da almeno 5 imprese, di cui almeno il 50% artigiane o microimprese. Al momento della presentazione della domanda, è necessario che le imprese abbiano stipulato, anche tramite scrittura privata, un accordo di collaborazione;
- spese ammissibili: beni strumentali nuovi di fabbrica; componenti hardware e software strettamente funzionali al programma; personale dipendente del beneficiario e personale dipendente delle imprese costituenti lo stesso, purché formalmente distaccato ed a condizione che svolga la propria attività presso le strutture del beneficiario, entro il 50%
dell'importo complessivo; consulenze tecnico-specialistiche, lavorazioni eseguite da terzi, entro il 30% dell'importo complessivo; materiali di consumo strettamente funzionali alla
realizzazione di attività di ricerca, sviluppo e prototipazione; spese per la realizzazione di prodotti editoriali;
- i progetti si possono inviare dalle ore 10:00 del 1° marzo 2017 e fino alle ore 12:00 del 30 marzo 2017, mediante invio all'indirizzo PEC Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  ;
Le istanze presentate saranno valutate in base ad una graduatoria, fino ad esaurimento delle risorse disponibili; in caso di parità di punteggio tra più programmi, sarà data preferenza al programma con il minor costo presentato

Per maggiori informazioni contattare Debora Tamascelli, tel 0532 749210 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  

 

 

Riferimenti: Decreto Ministeriale 21 giugno 2016; Decreto direttoriale 16 dicembre 2016

Comune di Bondeno: Bando per la concessione di contributi alle nuove imprese

Bando aperto - Scadenza presentazione domande 12 dicembre 2016
SCOPO DEL BANDO
L'iniziativa del Comune di Bondeno è volta a sostenere la fase di lancio delle nuove imprese attraverso l'erogazione di incentivi economici a fondo perduto e favorire nel contempo l'inserimento dei giovani nel mondo del lavoro attraverso i tirocini formativi.
DESTINATARI
Possono presentare richiesta per ottenere il contributo le nuove iniziative imprenditoriali, anche costituite sotto forma di impresa individuale, con sede operativa nel Comune di Bondeno:
MISURA A: Imprese iscritte al registro imprese dalla data del 29/9/2016;
MISURA B: professionisti titolari di partita IVA aperta dal 29/9/2016 (sono escluse le attività professionali svolte in forma societaria);
MISURA C: persone fisiche che si impegnano ad avviare l'attività entro sei mesi dalla data di pubblicazione dell'approvazione della graduatoria.
Sono ammesse solo le iniziative imprenditoriali appartenenti ai codici ATECO specificati nel bando.
SPESE AMMISSIBILI
Sono ammesse a contributo le spese (al netto di IVA, imposte e tasse) sostenute a partire dalla data di pubblicazione della graduatoria:
 Costi per kit di start-up (affitto locali, utilizzo attrezzature, avviamento, ecc..) o spese di impianto;
 Lavori di ristrutturazione e messa a norma;
 Acquisto macchinari, attrezzature, arredi ecc. purchè nuovi di fabbrica;
 Acquisizione patentini, corsi di formazione o abilitazione alla professione;
 Costi per la sicurezza e HACCP;
 Consulenze per l'elaborazione del piano di marketing, sito web, spese di comunicazione.
IMPORTO DEL CONTRIBUTO CONCEDIBILE
Il contributo concesso a fondo perduto coprirà il 100% delle spese ammesse ed effettivamente sostenute, fino all'importo massimo di 5.000 euro.
MODALITÀ E TERMINI DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
La domanda dovrà pervenire con una delle seguenti modalità; consegna brevi mano; corriere; tramite PEC. Le domande dovranno essere presentate entro e non oltre il 12 dicembre 2016

Bando per progetti innovativi di riqualificazione turistica, commerciale e culturale

La Regione Emilia-Romagna ha stanziato, per progetti innovativi di riqualificazione turistica, commerciale e culturale di imprese, quasi 15 mln di euro, con un unico bando di incentivi alle aziende, grazie alle risorse del Por Fesr 2014-2020n dedicate alla competitività delle imprese e del tessuto produttivo. Sono tre i settori coinvolti: turismo, commercio e cultura. Nello specifico, i contributi si possono spendere per opere edili, murarie e di impiantistica; per la progettazione, direzione lavori, oneri di sicurezza e collaudo connesse agli interventi; per l’acquisto di macchinari, attrezzature, impianti opzionali, dotazioni informatiche e arredi; spese per l’acquisto di software e relative licenze d’uso, funzionali all’attività, compresi la realizzazione dei siti internet e di e-commerce e per l’acquisizione di servizi di consulenza o servizi equivalenti finalizzati alla realizzazione del progetto. 
Le domande per tutte le misure devono essere presentate a partire dal 10 gennaio fino al 28 febbraio 2017 ed in seguito dovranno essere avviati i progetti (il 60% dei progetti dovrà essere realizzato nell’anno 2017; il 40% dei progetti dovrà essere realizzato nell’anno 2018). I progetti ammessi a contributo devono obbligatoriamente concludersi entro e non oltre la data del 31 dicembre 2018. Per informazioni e presentazione delle domande contattare Debora Tamascelli, responsabile Cna Promozione e Incentivi,  tel. 0532/749210, e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.   

Scarica qui la scheda con maggiori informazioni 

Credito d'imposta per lo smaltimento di amianto

Al fine di favorire gli interventi di bonifica dei beni e delle aree contenenti amianto, il Ministro dell'Ambiente e della tutela del Territorio e del Mare ha approvato con decreto, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 243 il 17/10/2016, lo stanziamento di 17 milioni di euro complessivi a favore di qualunque soggetto titolare di reddito d'impresa che abbia effettuato degli interventi di rimozione e smaltimento dell'amianto su beni e strutture produttive ubicate nel territorio dello Stato. Si tratta del riconoscimento di un credito d'imposta del 50% delle spese sostenute per gli interventi, con un contributo massimo ottenibile di 200.000 euro. Il credito d'imposta è ripartito e utilizzato in 3 quote annuali di pari importo. L'importo minimo di spesa per poter partecipare al bando è di 20.000 euro. Gli interventi di rimozione e smaltimento amianto devono essere stati già effettuati al momento della presentazione della domanda e le spese sostenute dal 1 gennaio 2016 al 31 dicembre 2016.
La domanda per il riconoscimento del credito d'imposta può essere presentata a partire dal 16/11/2016 e fino al 31/3/2017, salvo esaurimento anticipato delle risorse disponibili. Per maggiori informazioni rivolgersi a Debora Tamascelli, responsabile Cna Promozione e Incentivi alle imprese, tel. 0532/749210, e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  

Aspiranti imprenditori verranno sostenuti in un percorso formativo dell'innovazione. Scadenza per le candidature il 30 ottobre

Lezioni e workshop su investimenti, aspetti finanziari, perfezionamento del proprio business plan e attività di networking con venture capitalist, business angel e imprenditori. E ancora visite a incubatori, acceleratori, università e centri di ricerca: è quanto prevede la quarta edizione del Silicon Valley Mindset Program, il programma con cui la Regione Emilia-Romagna insieme ad Aster, consorzio regionale per l'innovazione e la ricerca industriale, consentirà a 10 aspiranti imprenditori con un'idea innovativa d'impresa di partecipare gratuitamente a due settimane di formazione intensiva nella Silicon Valley (5-16 dicembre).
Il bando per le candidature è pubblicato sul sito http://www.emiliaromagnastartup.it/innovative-creative/articoli/2016/10/silicon-valley-mindset-program-10-percorsi-gratuiti-silicon 
Scadenza delle candidature il 30 ottobre. Requisiti essenziali sono l'aver compiuto almeno 21 anni entro il 5 dicembre 2016 e avere la residenza o il domicilio in Emilia-Romagna.
I candidati dovranno allegare alla domanda di selezione il proprio curriculum vitae e una presentazione dettagliata dell'idea d'impresa, indicando anche l'eventuale stato di avanzamento del progetto. E' richiesta anche la preparazione di un video della durata massima di 5 minuti, in lingua inglese, in cui gli aspiranti imprenditori presentano se stessi e la propria idea di impresa. Il video andrà poi caricato su YouTube, Vimeo (o altre piattaforme simili) e il link inserito nel modulo di candidatura.
Grazie alla collaborazione tra Aster, Regione Emilia-Romagna e il partner tecnico Us Mac, i 10 aspiranti imprenditori avranno la possibilità di conoscere dall'interno il mercato americano e incontrare imprenditori e investitori, acquisendo così la mentalità della Silicon Valley. Le lezioni teoriche approfondiranno temi di grande interesse per una startup: come raccogliere investimenti, gestire le finanze, costruire collaborazioni sul mercato americano, sviluppare il pitch perfetto (ossia la breve presentazione del progetto d'impresa). A completare il programma di formazione ci saranno visite a incubatori, venture capital, business angel, grandi aziende, università e centri di ricerca della Silicon Valley.

 

Contributo a fondo perduto per attività imprenditoriali di commercio, somministrazione e artigianato del Comune di Ferrara

COMUNE DI FERRARA – COMMERCIO E ATTIVITA' PRODUTTIVE - Bando aperto da ... (probabilmente nella settimana del 17/10/2016)
SCOPO DEL BANDO
L'iniziativa del Comune di Ferrara è volta al sostegno delle attività imprenditoriali di commercio, somministrazione alimenti e bevande e artigianato, site nel territorio comunale.
Sono previste due misure: A) sostegno alla costituzione di reti d'impresa; B) acquisto di servizi innovativi alla clientela e rinnovamento arredi e attrezzature dell'esercizio.
DESTINATARI
Possono presentare richiesta per ottenere i contributi:
MISURA A: raggruppamenti di imprese costituire con "contratto di rete" dal 1/01/2016
MISURA B: imprese del commercio, dell'artigianato e pubblici esercizi di somministrazione alimenti e bevande che risultino avere al massimo 2 dipendenti a tempo indeterminato ed esplichino la stessa attività da almeno 8 anni nel comune di Ferrara
SPESE AMMISSIBILI
Sono ammesse a contributo le spese (al netto di IVA, imposte e tasse) sostenute a partire dal 1/01/2016 fino al 31/1/2017:
MISURA A
 spese notarili e di registrazione;
 costi per la realizzazione di progetti di comunicazione e marketing digitale;
 costi per l'acquisto di hardware e software
MISURA B
 acquisto di veicoli commerciali e/o spese per l'impiego di tecnologie on line di consegna a domicilio;
 interventi straordinari nei locali di svolgimento dell'attività (insegne, decori, arredi, banconi, tavoli, vetrine);
 acquisto di beni strumentali;
 acquisto o rinnovo di attrezzature di protezione degli accessi ai locali
IMPORTO DEL CONTRIBUTO CONCEDIBILE
MISURA A:
il contributo concesso a fondo perduto coprirà il 100% delle spese ammesse ed effettivamente sostenute dalle imprese del raggruppamento, fino all'importo massimo di 3.000 euro per l'intero raggruppamento
MISURA B:
il contributo concesso a fondo perduto coprirà il 50% delle spese ammesse ed effettivamente sostenute fino all'importo massimo di 5.000 euro
MODALITÀ E TERMINI DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
La domanda redatta su apposita modulistica e firmata digitalmente dal legale rappresentante dell'impresa richiedente, dovrà essere inviata esclusivamente con posta elettronica certificata all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
E ammesso il conferimento di apposita procura speciale.

Per maggiori info e per essere seguiti da CNA contattare Debora Tamascelli, tel 0532 749210 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  

Vuoi essere aggiornato sui Bandi e Finanziamenti di tuo particolare interesse?

Specifica quali compilando il modulo sottostante

Rimarrai aggiornato tramite mail!