Bandi e Opportunità

Bando CCIAA: Contributi alle imprese per l’attivazione di percorsi di alternanza scuola lavoro

La Camera di commercio di Ferrara, in applicazione delle funzioni ad essa assegnate dalla Legge 107/2015 (c.d. Legge sulla "Buona Scuola") e dal D.Lgs. 219/2016 in materia di alternanza scuola/lavoro, nonchè per favorire un rapporto costante e proficuo tra mondo della formazione e del lavoro a vantaggio del sistema economico locale, intende promuovere:

- l'inserimento di giovani studenti in percorsi di alternanza scuola lavoro da realizzarsi nel corso dell'anno scolastico 2016/2017 e 2017/2018;

- l'iscrizione delle imprese nel Registro nazionale per l'alternanza scuola-lavoro istituito dalla L.107/2015.

 

Soggetti Beneficiari
Possono presentare richiesta per ottenere i contributi le micro, piccole e medie imprese (MPMI), così come definite dall'allegato I al Regolamento UE n. 651/2014* con sede legale e/o unità locale operativa (con esclusione delle unità locali classificate quali magazzino o deposito) in cui si realizza il percorso di alternanza scuola lavoro nella provincia di Ferrara, che risultino iscritte nel Registro nazionale per l'alternanza scuola-lavoro http://scuolalavoro.registroimprese.it/rasl/home.

 

Per ulteriori informazioni consultare il seguente link: http://www.fe.camcom.it/promozione/finanziamenti/contributi-per-attivazione-percorsi-alternanza-scuola-lavoro

Avviso pubblico: istituzione nuovo elenco fornitori dalla Patrimonio Copparo Srl

La Società Patrimonio Copparo Srl intende procedere alla costituzione di un nuovo elenco aperto/albo fornitori degli operatori economici da interpellare per l'affidamento di lavori, servizi e forniture tese a soddisfare le esigenze della Società stessa.

Scarica qui l'Avviso pubblico

Scarica qui l'elenco delle categorie coinvolte

Scarica qui il modulo di richiesta iscrizione

Bando "Progetti di innovazione e diversificazione di prodotto o servizio per le PMI – 2017"

SCOPO DEL BANDO
Il presente bando si rivolge alle piccole e medie imprese impegnate in percorsi di innovazione tecnologica e
diversificazione dei propri prodotti e/o servizi, in particolare con l'obiettivo di accrescere la quota di mercato
o di penetrare in nuovi mercati. L'intervento mira in particolare a sostenere quelle imprese che necessitano
di acquisire all'esterno i servizi innovativi necessari e le competenze per completare, anche dal punto di
vista manageriale, i percorsi per la loro introduzione sul mercato.
DESTINATARI
Possono presentare domanda singole imprese esclusivamente PMI con:
- sede operativa, in termini di unità locale produttiva ove svolgere il progetto, in Emilia-Romagna;
- almeno un bilancio depositato alla competente Camera di Commercio, alla data di presentazione
della domanda;
- codice ATECO, anche secondario, appartenente a quelli indicati nella Strategia Regionale di
Specializzazione Intelligente
TIPOLOGIA DI PROGETTI FINANZIABILI
I progetti di innovazione e diversificazione di prodotto o servizio devono riguardare la realizzazione di progetti che comportino almeno una delle seguenti azioni, che dovranno essere indicate in sede di domanda e in base alla quale sarà verificata la coerenza dei servizi richiesti:
a) l'ampliamento della gamma dei prodotti e/o servizi;
b) la loro significativa ridefinizione tecnologica e funzionale in senso innovativo;
a) l'introduzione di contenuti e processi digitali e di innovazione di servizio in grado di modificare in modo sostanziale il rapporto con clienti e stakeholders;
b) la ricaratterizzazione dei prodotti e dei servizi verso la sostenibilità ambientale, l'inclusione e della qualità di vita, la cultura e la società dell'informazione.
DIMENSIONE MINIMA DEI PROGETTI e AFFIDABILITA' FINANZIARIA
È possibile la presentazione di progetti di innovazione rispondenti ai seguenti requisiti:
 Costo minimo € 10.000,00;
 Costo massimo € 80.000,00
I proponenti debbono soddisfare il seguente parametro economico finanziario, basato sull'ultimo bilancio approvato:
Sostenibilità finanziaria del progetto: CP/F ≤ 10%, dove:
CP= costo progetto
F = fatturato = "ricavi delle vendite e delle prestazioni" voce A. 1 art. 2425 del codice civile o "la somma dei ricavi delle vendite e delle prestazioni e degli altri ricavi e proventi ordinari" come rappresentati nelle scritture contabili previste dagli articoli 2214 e seguenti del codice civile, nell'anno 2016.
TIPOLOGIE DI SERVIZI ACQUISIBILI
La Regione sostiene progetti basati sull'acquisto dei seguenti servizi:
a) consulenze tecnologiche e di ricerca, studi e analisi tecniche;
b) prove sperimentali, misure, calcolo, certificazioni di prodotto;
c) progettazione software, multimediale e componentistica digitale;
d) design di prodotto/servizio e concept design;
e) stampa 3D di elementi prototipali;
f) progettazione impianti pilota.
I contratti di fornitura dovranno essere stipulati per almeno il 50% del valore del progetto con soggetti che
appartengano alle quattro tipologie sottoelencate:
1. Laboratori e centri per l'innovazione accreditati ai sensi della DGR 762/2014 appartenenti alla Rete Regionale dell'Alta Tecnologia;
1. Università e altre istituzioni di rango universitario anche del campo artistico, enti pubblici di ricerca, organismi di ricerca;
2. Start-up innovative, registrate alla data di pubblicazione del presente bando nell'elenco speciale del
Registro delle imprese della Camera di Commercio;
3. FabLabs aderenti alla FabFoundation
IMPORTO DEL CONTRIBUTO CONCEDIBILE
Le agevolazioni sono concesse nella forma del contributo alla spesa nella misura del 50% delle spese
ammissibili.
MODALITÀ E TERMINI DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
La trasmissione delle domande di contributo avverrà attraverso il portale della specifica applicazione web messa a disposizione e dovrà essere effettuata, pena la non ammissibilità delle stesse, nel periodo
intercorrente tra le ore 10.00 del lunedì 16 ottobre 2017 e le ore 13.00 del martedì 31 ottobre 2017.

Per maggiori info contattare Debora Tamascelli Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  Tel 052 749210

Premio europeo per donne innovatrici 2018

L'Europa ha urgente bisogno di innovatori per essere competitive nei decenni future e per supportare la crescita economica. Il grande numero di donne altamente formate che ancora oggi non considerano l'imprenditoria come un'opzione rappresenta un pool inutilizzato di innovazione. I premi rappresentano un forte potenziale per guidare l'innovazione attraverso il riconoscimento dei risultati conseguiti e la promozione di modelli. La Commissione europea ha pertanto creato nel 2011 un premio per le donne innovatrici, al fine di aumentare la consapevolezza pubblica e di incoraggiare le donne a sfruttare le opportunità commerciali e di business, divenendo imprenditrici. La Commissione prevede dunque di assegnare un Premio europeo per le donne innovatrici ed un "Premio per l'innovatrice emergente" a seguito di un concorso a livello comunitario.

I premi sono rivolti alle donne che hanno fondato o co-fondato una società e che loro stesse, o la loro azienda, abbiano beneficiato di finanziamenti relativi a ricerca e/o innovazione. Non si tratta di premiare la ricerca per il futuro, ma di premiare la ricerca o l'innovazione che già è stata fatta. Nonostante le donne siano sempre più attive nella ricerca, ci sono ancora troppe poche donne che creano imprese innovative. I premi aiuteranno ad accrescere la consapevolezza pubblica del potenziale; dell'importanza e del contributo delle donne ricercatrici per l'imprenditoria, e incoraggeranno le donne imprenditrici a diventare innovatrici.

TERMINE PRESENTAZIONE
Le domande devono essere presentate entro e non oltre il 15 novembre 2017

PREMI
Il primo premio è previsto di 100.000€; il secondo premio di 50.000€; ed il terzo premio di 30.000€. Per quanto riguarda il premio per l'innovatrice emergente, esso è pari a 20.000€. CANDIDATI AMMISSIBILI
I candidati ammissibili per questo bando devono rispettare i seguenti requisiti:
- il candidato deve essere donna. Per il premio per l'innovatrice emergente, la candidata deve essere donna nata a partire dal 1 gennaio 1987.
- il candidato deve essere il fondatore o cofondatore di un'impresa esistente e attiva, registrata prima del 1 gennaio 2016.
- il fatturato annuo dell'impresa deve essere stato di almeno 100.000€ nel 2015 o nel 2016. Per quanto riguarda il premio per l'innovatrice emergente, il fatturato deve essere di 50.000€ nel 2015 o nel 2016.
- sia il candidato sia l'azienda da esso fondata deve aver ricevuto, o ricevere tutt'ora, un finanziamento europeo o nazionale per la ricerca e l'innovazione, un finanziamento da parte di istituti bancari, o da altre fonti di finanziamento (come private equity, venture capital, crowd funding, business angels).

PAESI AMMISSIBILI

Il candidato deve risiedere ordinariamente in uno Stato membro dell'Unione o in un paese associato a Horizon2020.

CONTATTI

Per ulteriori informazioni, visitare la pagina del sito dedicata al premio; in caso di ulteriori domande è possibile rivolgersi all'Helpdesk di Horizon2020 o contattare via mail all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. .

MODALITA PRESENTAZIONE CANDIDATURA
Le candiadature devono essere inviate dal candidato attraverso il portale dei partecipanti, accessibile dalla pagina del bando (Link). Occorre ricordare che, ai fini dell'ammissibilità delle domande, è fissato un limite massimo di 10 pagine. Regole speciali saranno applicate per entità giuridiche da Stati non membri dell'Unione. I candidati che hanno già ricevuto un premio dall'Unione non possono riceverne un secondo per le stesse attività.

Voucher per l'Internazionalizzazione 2017

Novità importante per questa edizione del Bando: non è più aperto solo alle società di capitale ma a tute le imprese.

Bando ministeriale a sostegno di progetti di internazionalizzazione da realizzarsi attraverso il Temporary Export Manager
FINALITA'
L'intervento consiste in un contributo a fondo perduto sotto forma di voucher, in favore di tutte quelle PMI che intendono guardare ai mercati oltreconfine attraverso una figura specializzata (il cd. Temporary Export Manager o TEM) capace di studiare, progettare e gestire i processi e i programmi sui mercati esteri.
ENTITA' DEL VOUCHER E DIMENSIONE MINIMA DEI PROGETTI
Voucher "early stage":
Voucher di importo pari a 10.000 euro a fronte di un contratto di servizio pari almeno a 13.000 al netto di IVA. Il contratto di servizio, stipulato con uno dei soggetti iscritti nell'elenco società di TEM del Ministero, tra cui CNA, dovrà avere una durata minima di 6 mesi.
Il voucher è pari a 8.000 euro per i soggetti già beneficiari a valere sul precedente bando (DM 15 maggio 2015).
Voucher "advanced stage":
Voucher di importo pari a 15.000 euro a fronte di un contratto di servizio pari almeno a 25.000 al netto di IVA. Il contratto di servizio, stipulato con uno dei soggetti iscritti nell'elenco società di TEM del Ministero tra cui CNA,, dovrà avere una durata minima di 12 mesi.
È prevista la possibilità di ottenere un contributo aggiuntivo pari a ulteriori euro 15.000 a fronte del raggiungimento dei seguenti obiettivi in termini di volumi di vendita all'estero:
•incremento del volume d'affari derivante da operazioni verso Paesi esteri registrato nel corso del 2018, ovvero nel corso del medesimo anno e fino al 31 marzo 2019, rispetto al volume d'affari derivante da operazioni verso Paesi esteri conseguito nel 2017, deve essere almeno pari al 15%;
•incidenza percentuale del volume d'affari derivante da operazioni verso Paesi esteri sul totale del volume d'affari, nel corso del 2018, ovvero nel corso del medesimo anno e fino al 31 marzo 2019, deve essere almeno pari al 6%.
BENEFICIARI
Possono beneficiare del contributo le micro, piccole e medie imprese (PMI), costituite in qualsiasi forma giuridica, e le Reti di imprese tra PMI, che abbiano conseguito un fatturato minimo di 500 mila euro nell'ultimo esercizio contabile chiuso. Tale vincolo non sussiste nel caso di Start-up iscritte nella sezione speciale del Registro delle imprese, di cui art. 25 comma 8 L.179/2012.
MODALITÀ E TERMINI DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
I soggetti proponenti potranno presentare la domanda in via telematica a partire dalle ore 10:00 del giorno 28 novembre 2017. Ma, già a partire dal 21 novembre 2017, sarà possibile compilare on line la domanda

Ricordiamo che CNA è soggetto accreditato dal Ministero per gestire il progetto e che è in grado di dare consulenza sull'internazionalizzazione oltre che sul bando.

Premio "Innovatori Responsabili" : il bando chiude il 2 ottobre

Il 2 ottobre chiudono i termini per candidarsi al Premio regionale per la responsabilità sociale di impresa e l'innovazione sociale, rivolto a premiare le esperienze più significative realizzate dalle imprese e dalle associazioni che operano con sedi situate nell'Emilia-Romagna.
E' un riconoscimento della Regione Emilia Romagna per innovazione, qualificazione e responsabilità sociale con una particolare menzione alle migliori pratiche sul tema delle pari opportunità di genere e del superamento dei divari retributivi.
Il bando prevede sei categorie di partecipazione, sulla base delle tipologie e dimensioni di imprese, e per la prima volta riserva una sezione ai progetti realizzati dalle Associazioni di Rappresentanza delle imprese:

Queste le 6 categorie previste:

A- Start-Up

B- Imprese fino a 20 dipendenti;

C- Imprese fino a 250 dipendenti;

D- Imprese oltre 250 dipendenti;

E- Cooperative sociali;

F- Associazioni di Imprese e di rappresentanza senza scopo di lucro
E' possibile scaricare tutta la documentazione per partecipare al premio sul sito della Regione

Cammini e Percorsi: online il primo bando nazionale del progetto

E' partita la prima gara del progetto Valore Paese - Cammini e Percorsi per assegnare 43 immobili pubblici in concessione gratuita per 9 anni a imprese, cooperative e associazioni costituite in prevalenza da under 40, come previsto dal D.L. Turismo e Cultura. Il progetto Cammini e Percorsi, sostenuto dal MiBACT e dal MIT, ha infatti l'obiettivo di promuovere il turismo lento attraverso il recupero di immobili pubblici sui percorsi ciclopedonali e sui tracciati storico-religiosi da trasformare in contenitori di attività e servizi per i viaggiatori. E' la prima volta che l'Agenzia utilizza lo strumento della concessione gratuita per sostenere l'imprenditoria giovanile e il terzo settore allo scopo di incentivare iniziative a carattere innovativo, sociale, culturale, creativo e sportivo.
Fino al prossimo 11 dicembre , su www.agenziademanio.it  è possibile scaricare il bando unico nazionale, la "Guida al bando" e tutta la documentazione riguardante i 30 immobili di proprietà dello Stato in gara. Si tratta di case cantoniere, torri, ex caselli ferroviari e vari fabbricati distribuiti su tutto il territorio nazionale. Contestualmente, e nei prossimi giorni, anche gli altri enti locali coinvolti pubblicheranno sui rispettivi siti istituzionali i bandi dei 13 beni di loro proprietà inseriti nell'iniziativa.
Il bando di gara è stato definito grazie anche ai risultati della consult@zione pubblica che si è conclusa il 26 giugno e ha registrato un interesse straordinario, con la partecipazione di quasi 25 mila persone tra italiani e stranieri.
Anche nel ferrarese disponibile un immobile, e precisamente la "Casa del Fascio" di Ro ferrarese.
Per ulteriori informazioni: https://goo.gl/PVeEWS 

 

Se interessati contattare CNA - Silvia Merli Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  tel 0532 749111

Cambiamenti, il premio CNA per le Start Up

Torna CAMBIAMENTI, il premio che CNA dedica alle imprese, per finanziare le risorse migliori del paese: le persone e le idee.

Il Contest si apre ufficialmente il 10 luglio e si chiuderà il 30 settembre 2017 (non più 20 settembre, dopo la proroga)

Dopo il successo dello scorso anno, con oltre 600 imprese candidate, 304 comuni coinvolti e 23 eventi territoriali, con l'apprezzato evento finale che ha visto la presentazione di 22 finalisti e la premiazione dei migliori, siamo a presentare l'edizione 2017. Le novità sono: la nuova piattaforma per offrire alle imprese iscritte maggiori opportunità, anche dalla sola partecipazione, con una vetrina a loro dedicata; i premi che non saranno più suddivisi, ma saranno conferiti alle 3 migliori imprese che con il loro lavoro hanno espresso un pensiero innovativo e di cambiamento.

Possono iscriversi le imrpese nate dopo il 1° gennaio 2014, e tra i premi in palio ci sono € 20.000 e un viaggio a Dublino per incontrare i maggiori esperti di Facebook e di Google, oltre a un insieme di servizi e opportunità con “venture capitalist” e fondi di investimento grazie all’apporto del partner Italia Startup.

Per saperne di più, leggere il regolamento ed iscriversi collegarsi a http://www.premiocambiamenti.it/

Business Match per PMI in Silicon Valley

E' aperto il bando regionale "Business Match per PMI in Silicon Valley" che ha lo scopo di far incontrare 8 PMI tecnologiche e innovative dell'Emilia-Romagna con Corporate Investor e possibili partner o buyer della Silicon Valley.

Le PMI selezionate saranno beneficiare dei seguenti servizi:
• Mentoring e preparazione prima della missione in Silicon Valley, attraverso un tutoraggio ad hoc che prevede training sul mercato statunitense e sulle relative modalità di approccio e di preparazione alla gestione dei Business Match;
• Business Match in Silicon Valley, dal 16 al 20 ottobre 2017, con la realizzazione di incontri personalizzati e di gruppo fra un rappresentante delle PMI e i possibili partner della Silicon Valley interessati.

Le tappe della selezione sono:
• l'identificazione, fra le domande ammissibili ricevute, di massimo 20 PMI. Queste semi-finaliste che accederanno a un bootcamp in Emilia-Romagna della durata di 2 giorni di preparazione alla missione in Silicon Valley (14 e 15 settembre 2017);
• la selezione finale: in seguito al bootcamp, saranno selezionate fino a 8 PMI finaliste che accederanno al Business Match in Silicon Valley (dal 16 al 20 ottobre 2017)


Presentazione delle domande

La presentazione delle domande avviene esclusivamente tramite il portale F6S e dovrà essere effettuata entro le ore 13 del 19 luglio 2017. Tutta l'attività si svolgerà in lingua inglese.

Per ulteriori informazioni si può anche consultare la pagina del bando sul Sito della Regione Emilia-Romagna

Fondo ENERGIA - Finanziamenti per interventi di Green Economy

AGEVOLAZIONE: Tasso zero + fondo perduto
Risorse POR-Fesr Regione Emilia Romagna (gestito da Unifidi E.R.)
Rivolgersi a Cna Servizi Finanziari Ferrara srl 0532/749111 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Si tratta di un fondo rotativo di finanza agevolata riservato alle imprese in cui si realizza un progetto d'investimento finalizzato all'efficienza energetica ed all'uso di energia rinnovabile, le stesse devono avere sede o unità locale in Emilia Romagna. Il finanziamento di importo fino a ad € 500.000 e con durata fino a 96 mesi è a tasso zero sul 70% del progetto ammesso, mentre il restante 30% ad un tasso convenzionato con gli Istituti di Credito.
Il Fondo concede inoltre un CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO che copre le spese tecniche sostenute per la diagnosi energetica, e/o lo studio di fattibilità, e/o la preparazione del progetto di investimento.
L'importo massimo del contributo non potrà superare i 12,5% della quota pubblica di finanziamento ammesso e verrà erogato dopo la rendicontazione finale del progetto.
Le domande potranno essere presentate on line dal 10 luglio 2017 al 30 settembre 2017 (salvo esaurimento fondi).


AGEVOLAZIONE: TASSO AGEVOLATO + FONDO PERDUTO

Il Fondo interviene concedendo finanziamenti a tasso agevolato con provvista mista, derivante per il 70% dalle risorse pubbliche del Fondo (Por Fesr 2014-2020) e per il restante 30% da risorse messe a disposizione degli Istituti di credito convenzionati.
I finanziamenti, nella forma tecnica di mutuo chirografario, possono avere la durata compresa tra 36 e 96 mesi (incluso un preammortamento massimo di 12 mesi), ed importo ricompreso tra un minimo di 20 mila euro ad un massimo di 500mila euro.
È finanziabile il 100% del progetto presentato.
L'onere effettivo degli interessi a carico dell'impresa beneficiaria, è pari alla media ponderata fra i due seguenti tassi:
Tasso di interesse pari allo 0,00% a valere sulla parte di finanziamento avente provvista pubblica (70%);
Tasso di interesse pari all'Euribor 6 mesi mmp + spread massimo del 4,75% per la parte di finanziamento con provvista bancaria (30%).

Il Fondo concede inoltre un CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO che copre le spese tecniche sostenute per la diagnosi energetica, e/o lo studio di fattibilità, e/o la preparazione del progetto di investimento.
L'importo massimo del contributo non potrà superare i 12,5% della quota pubblica di finanziamento ammesso e verrà erogato dopo la rendicontazione finale del progetto.

INTERVENTI AMMISSIBILI:
Sono considerate ammissibili le seguenti tipologie di spese:
a) interventi su immobili strumentali: ampliamento e/o ristrutturazione, opere edili funzionali al progetto;
b) acquisto ed installazione, adeguamento di macchinari, impianti, attrezzature, hardware;
c) acquisizione di software e licenze;
d) consulenze tecnico/specialistiche funzionali al progetto di investimento;
e) spese per la redazione di diagnosi energetica e/o progettazione utili ai fini della preparazione dell'intervento in domanda.
I giustificativi di spesa dovranno avere data successiva a quella di presentazione della domanda, ad eccezione di quelli relativi alla predisposizione della documentazione tecnica, che potranno avere data successiva al 01/06/2014.


PRESENTAZIONE DOMANDA:

La domanda può essere presentata, nel periodo di apertura dello sportello, attraverso modalità online con firma digitale.
Unifidi in qualità di gestore, attraverso gli sportelli territoriali, per FERRARA "Cna Servizi Finanziari Ferrara srl" mette a disposizione un servizio di accompagnamento e supporto all'impresa nell'individuazione e nel rapporto con la Banca.


PER APPROFONDIMENTI E PRESENTAZIONE DOMANDA:
RIVOLGERSI TEMPESTIVAMENTE A CNA FERRARA SERVIZI FINANZIARI SRL
0532/749111 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Fondo STARTER - avvio d'impresa a tasso zero sul finanziamento del progetto

FONDO STARTER - AVVIO D'IMPRESA
Risorse POR-Fesr Regione Emilia Romagna (gestito da Unifidi E.R.)
Rivolgersi a Cna Servizi Finanziari Ferrara srl 0532/749111 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  
Si tratta di un fondo rotativo di finanza agevolata riservato alle neo imprese (Piccole imprese, costituite da meno di 5 anni alla data di presentazione della domanda, operanti in Emilia Romagna) a tasso zero sul 70% del progetto. Le domande potranno essere presentate on line dal 10 luglio 2017 al 30 settembre 2017 (salvo esaurimento fondi).

AGEVOLAZIONE:

Il Fondo interviene concedendo finanziamenti a tasso agevolato con provvista mista, derivante per il 70% dalle risorse pubbliche del Fondo (Por Fesr 2014-2020) e per il restante 30% da risorse messe a disposizione degli Istituti di credito convenzionati.
I finanziamenti, nella forma tecnica di mutuo chirografario, possono avere la durata compresa tra 36 e 96 mesi (incluso un preammortamento massimo di 12 mesi) ed importo ricompreso tra un minimo di 20 mila euro ad un massimo di 300mila euro.
E' finanziabile il 100% del progetto presentato.
L'onere effettivo degli interessi a carico dell'impresa beneficiaria, è pari alla media ponderata fra i due seguenti tassi:
1. Tasso di interesse pari allo 0,00% a valere sulla parte di finanziamento avente provvista pubblica (70%);
2. Tasso di interesse pari all'Euribor 6 mesi mmp + spread massimo del 4,75% per la parte di finanziamento con provvista bancaria (30%).

INTERVENTI AMMISSIBILI:

A titolo puramente esemplificativo potranno essere finanziate le seguenti tipologie di interventi:
investimenti in innovazione produttiva e di servizio, sviluppo organizzativo, messa a punto dei prodotti e servizi da parte di piccole imprese che presentino potenzialità concrete di sviluppo, consolidamento e creazione di nuova occupazione sulla base di piani industriali, prioritariamente negli ambiti della S3*, anche attraverso percorsi di rete;
• introduzione e uso efficace nelle piccole imprese di strumenti ICT nelle forme di servizi e soluzioni avanzate con acquisti di soluzioni customizzate di software e tecnologie innovative per la manifattura digitale.
A titolo esemplificativo, sono considerate ammissibili le seguenti tipologie di spese:
• interventi su immobili strumentali: acquisto, ampliamento e/o ristrutturazione;
• acquisto di macchinari, attrezzature, hardware e software, arredi strettamente funzionali;
• acquisizione di brevetti, licenze, marchi, avviamento;
• spese per partecipazione a fiere e interventi promozionali;
• consulenze tecniche e/o specialistiche;
• spese del personale adibito al progetto;
• materiale e scorte;
• spese locazione dei locali adibito ad attività (risultante da visura come sede principale/unità locale);
• spese per la produzione di documentazione tecnica necessaria per la presentazione della domanda (a titolo esemplificativo redazione di business plan).
Le spese inserite nel progetto devono essere compatibili con le finalità del Fondo e dovranno essere sostenute (data fattura) successivamente alla presentazione della domanda di finanziamento (data di protocollo della domanda), ad eccezione di quelli relativi alla predisposizione delle documentazione, che potranno avere data antecedente, nel limite massimo di sei mesi dalla data di presentazione della domanda.

Nella composizione del progetto d'investimento, le voci di spesa relative a consulenze, personale, materiali e scorte, spese di locazione e Spese per la produzione di documentazione tecnica necessaria per la presentazione della domanda, non potranno superare complessivamente il 50% del finanziamento richiesto ed ammesso.


PRESENTAZIONE DOMANDA:

La domanda può essere presentata, nel periodo di apertura dello sportello, attraverso modalità online con firma digitale.
Unifidi in qualità di gestore, attraverso gli sportelli territoriali, per FERRARA "Cna Servizi Finanziari Ferrara srl" mette a disposizione un servizio di accompagnamento e supporto all'impresa nell'individuazione e nel rapporto con la Banca.

PER APPROFONDIMENTI E PRESENTAZIONE DOMANDA:
RIVOLGERSI TEMPESTIVAMENTE A CNA FERRARA SERVIZI FINANZIARI SRL
0532/749111 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Scarica la brochure

Contributi alle imprese del comune di Copparo a sostegno degli investimenti in tecnologia per la sicurezza

Il Comune di Copparo e la Camera di Commercio di Ferrara hanno riattivato per il 2017 il Bando per Contributi a sostegno degli investimenti in tecnologia per la sicurezza. Il Bando è rivolto alle imprese e ai liberi professionisti ordinistici, titolari di partita Iva, con sede e/o unità locale nel comune di Copparo. Il Bando è aperto dal 4 luglio 2017 (ore 10.00) al 31 dicembre 2017 (ore 24.00), salvo chiusura anticipata per esaurimento risorse disponibili.
Le Risorse complessive sono di euro 10.000 

Scarica qui il documento

Bandi di finanziamento alle imprese del Comune di Bondeno

Il Comune di Bondeno ha pubblicato due nuovi bandi per finanziare, come già avvenuto meno di un anno fa, nuove imprese in settori strategici per il territorio ed aziende già esistenti che decidono di puntare su tirocinanti locali.
Nella fattispecie, il bando per le startup finanzierà, fino ad un massimo di 5mila euro per ogni nuova impresa, i costi di avvio delle nuove attività imprenditoriali, nei settori elencati all'interno del bando, coprendo buona parte dei costi iniziali.
Il secondo bando è invece rivolto alle aziende bondenesi esistenti, interessate ad assumere, attraverso la formula dei tirocini formativi, lavoratori del territorio, coadiuvandone l'inserimento o il re-inserimento lavorativo. In questo caso la dotazione complessiva è di 3mila euro, con un finanziamento massimo di mille euro ad impresa.
Le domande per entrambi i bandi potranno essere presentate dal 19 giugno al 19 luglio 2017.
Per maggiori informazioni e presentazione della domanda: Debora Tamascelli, Resp. Promozione e Incentivi CNA Ferrara, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. – tel. 0532 749111-210

Nuovo bando INAIL per la messa in sicurezza ed il miglioramento sismico delle attività produttive colpite dal sisma del maggio 2012

Con Ordinanza 13 del 15 maggio 2017, la Regione Emilia Romagna ha riaperto i termini per la presentazione delle domande per la concessione alle imprese di contributi in conto capitale per interventi di rimozione delle carenze strutturali ed il miglioramento sismico.
Possono presentare domanda le imprese, appartenenti a tutti i settori produttivi, che abbiano i seguenti requisiti:

1) sede legale e/o sede operativa in uno dei Comuni dell'Emilia-Romagna colpiti dal sisma del maggio 2012;

2) esercitano, o esercitavano al momento del sisma, l'attività all'interno dell'immobile oggetto dell'intervento, o in qualità di proprietari abbiamo messo a disposizione l'immobile ad uso produttivo sulla base di un regolare titolo giuridico ad altra impresa;

3) hanno provveduto a rimuovere le carenze strutturali e siano in possesso di regolare certificato di agibilità sismica.
Il contributo erogabile corrisponde ad una misura massima del 70% della spesa ammissibile, mentre il costo minimo dell'intervento è pari ad € 4.000,00.
È possibile presentare domanda fino al 16 ottobre 2017, salvo esaurimento delle risorse disponibili.
Per eventuali chiarimenti e per la presentazione della domanda rivolgersi a Debora Tamascelli Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. Tel. 0532 749111-210

SunNext: area gratuita dedicata alle Start Up turistiche

Nell'ottica di creare una sinergia fra le imprese tradizionali e le imprese innovative creando nuove opportunità di sviluppo e rinnovamento della nostra offerta turistica, fornendo contemporaneamente nuove opportunità alle giovani aziende del settore, sarà allestita all'interno della fiera SUN (fiera dedicata al settore balneare, in programma dal 12 al 14 ottobre 2017 alla Fiera di Rimini), un'area dedicata alle Start Up che propongono servizi e prodotti rivolti al turismo all'aria aperta e in particolare agli stabilimenti balneari, denominata "SUNnext".
L'area è organizzata in collaborazione fra CNA Emilia Romagna, Mondo Balneare e IEG Expo.
CHI PUO' FARE RICHIESTA: Possono candidarsi start up innovative e non, costituite dal 1° gennaio 2014 in avanti, che presentino servizi e prodotti rivolti al turismo all'aria aperta e in particolare agli stabilimenti balneari.
COSA SI OFFRE: Saranno messe a disposizione 10 postazioni dotate di tavolo, sedie e punto luce per le startup selezionate che potranno partecipare a titolo gratuito con l'obbligo di presidiare lo stand nelle giornate della fiera (12-14 ottobre). Visibilità dell'area SUNnext, presenza all'interno del catalogo della Fiera e pitch di presentazione dell'impresa.
CRITERI DI VALUTAZIONE: sarà data priorità alle aziende che rispettano maggiormente il tema (servizi e prodotti rivolti al turismo all'aria aperta) e alle aziende che se hanno già partecipato a quest'area proporranno prodotti o servizi nuovi.

ISCRIZIONE: entro e non olte il 30 giugno 2017 prorogata fino al 20 luglio 2017
Per informazioni: tel. 051 2133125 e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  

Scarica qui l'informativa con la scheda di scrizione 

Piano energetico regionale - Contributi per piccole e medie imprese

Con delibera di Giunta del 20 marzo 2017 la Regione dà attuazione al programma regionale di promozione delle diagnosi energetiche e dei sistemi di gestione dell'energia nelle PMI.
Possono accedere ai contributi le piccole e medie imprese che, al momento della presentazione della domanda, abbiano il sito produttivo localizzato sul territorio della Regione Emilia-Romagna e che siano regolarmente costituite da almeno due anni (se imprese di servizi, essere costituite sotto forma di società).
Gli interventi ammessi sono: a) diagnosi energetiche eseguite in osservanza dei criteri di cui all'Allegato 2 del D.Lgs. 102/2014; b) adozione di sistemi di gestione dell'energia conformi alle norme ISO 50001, comprensivi di diagnosi energetiche.
Il contributo è finalizzato a coprire il 50% delle spese ammissibili per la realizzazione di una diagnosi energetica (fino ad un massimo di 5.000 euro) o per l'adozione di un sistema di gestione dell'energia (fino ad un massimo di 10.000 euro).
Il bando è a sportello ed è aperto fino al 30 giugno 2017.
Per maggiori informazioni: Debora Tamascelli, Responsabile Promozione e Incentivi, e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. , Tel. 0532 749111-210

Riparte "Nuove imprese a tasso zero"

Riparte "Nuove imprese a tasso zero", l'incentivo di INVITALIA per i giovani e le donne che vogliono diventare imprenditori. Le agevolazioni sono valide in tutta Italia e prevedono il finanziamento a tasso zero di progetti d'impresa, con spese fino a 1,5 milioni di euro, che può coprire fino al 75% delle spese totali ammissibili.
Possono presentare domanda: le imprese costituite in forma societaria da non più di 12 mesi (comprese le Società Cooperative), la cui compagine societaria sia composta, per oltre la metà numerica dei soci e di quote di partecipazione, da giovani di età compresa tra i 18 ed i 35 anni o da donne; le società costituende, formate da sole persone fisiche, purché provvedano formalmente alla loro costituzione entro e non oltre i 45 gg dalla comunicazione del provvedimento di ammissione.
Le spese ammissibili comprendono: suolo aziendale, realizzazione acquisto e ristrutturazione di fabbricati; macchinari, impianti ed attrezzature; programmi informatici; servizi per le tecnologie dell'informazione e della comunicazione; brevetti, licenze e marchi; formazione specialistica dei soci e dei dipendenti; consulenze specialistiche, studi di fattibilità economico-finanziari, progett.ne e direz.ne lavori, impatto ambientale.
Per maggiori informazioni: Debora Tamascelli, Responsabile Promozione e Incentivi, e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. , Tel. 0532 749111-210

Bando per la formazione di giovani conducenti di veicoli pesanti (2)

Dalle ore 09,00 del 27 aprile 2017 sarà possibile compilare e presentare una domanda telematica per ottenere di poter essere ammesso ad un percorso individuale che potrà consentire a circa 600 giovani di età compresa tra i 18 ed i 29 anni, con residenza in Italia ed il possesso della patente di guida di categoria B, di acquisire la patente C e la Carta di Qualificazione del Conducente necessari per la guida di autocarri destinati al trasporto delle merci a condizioni agevolate.

Si tratta, di una iniziativa del comitato centrale dell'albo, che intende favorire l'incontro tra domanda ed offerta di lavoro incentivando l'occupazione giovanile nel settore attraverso l'offerta di percorsi di formazione, quasi integralmente finanziati, per aspiranti conducenti professionali, nonché di tirocinio, volti ad una potenziale prospettiva di inserimento lavorativo stabile all'interno delle aziende afferenti settore "Logistica, Trasporto Merci e Spedizione".
I costi di formazione dei giovani autisti saranno sostenuti per l'80% dal Comitato centrale per l'Albo degli autotrasportatori.
Il regolamento di adesione al progetto, è reperibile all'indirizzo www.giovaniconducenti.it.
Sulla stessa pagina web ( www.giovaniconducenti.it ) , dalle ore 9.00 del 27 Aprile alle ore 13.00 del 19 Maggio 2017, sarà possibile compilare il form per la presentazione della domanda telematica per la selezione su base nazionale e con la formula del clicK-day dei giovani interessati.
Il sito dedicato www.giovaniconducenti.it sarà altresì raggiungibile, tramite re-indirizzamento, dal portale tematico www.alboautotrasporto.it , dal sito della rivista TIR www.rivistatir.it e dal sito istituzionale del MIT www.mit.gov.it .

Bando per Start up innovative nell'ambito della ricerca

Pubblicato da ASTER il bando rivolto alle start up innovative per partecipare gratuitamente a:

  • Start2B, nell’ambito di R2B - Research to Business 2017 (Bologna 8-9 giugno 2017)
  • SMAU Berlino (Berlino 14-16 giugno 2017)
  • SMAU Milano (Milano 24-26 ottobre 2017)

Le startup innovative, iscritte nell’apposito registro speciale della Camera di Commercio, possono presentare domanda di partecipazione per tutte le fiere, per due o anche soltanto per una. La domanda, da presentare secondo le modalità che seguono, deve essere presentata una volta sola.

Per presentare la domanda è necessario seguire la seguente procedura:

  1. Compilare online “Modulo di candidatura” al seguente link: http://bit.ly/STARTUPERFIERA17
  2. Scaricare il modulo compilato, e sottoscriverlo con una delle seguenti modalità:
    • apporre firma autografa del legale rappresentante (per esteso e in forma leggibile) e scansionare poi il documento
    • apporre firma digitale, cioè firma elettronica qualificata, il cui certificato sia stato rilasciato da un certificatore accreditato
  3. Compilare il modulo online “invio dati” accessibile al seguente link: http://bit.ly/STARTUPERFIERA17_INVIODOC e fare l’upload della seguente documentazione:
    • “Modulo di candidatura” firmato
    • Copia della carta d’identità del legale rappresentante della società
    • Copia del certificato di iscrizione al registro delle imprese presso la Camera di Commercio, Industria, Artigianato, Agricoltura competente per territorio

La scadenza per la presentazione delle candidature è fissata alle ore 13:00 (ora italiana) del 19 aprile 2017.

Ecco il link con tutte le informazioni utili: http://www.aster.it/bandi/le-startup-dellemilia-romagna-fiera-r2b-smau-berlino-e-smau-milano-2017

Per eventuali chiarimenti contattare Debora Tamascelli Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Bando per progetti di promozione dell'export ed eventi fieristici all'estero

POR FESR EMILIA-ROMAGNA 2014-2020
Bando per progetti di promozione dell'export per imprese non esportatrici e per la partecipazione a eventi fieristici – anno 2017

SCOPO DEL BANDO
Il bando ha come finalità l'incremento del numero delle imprese esportatrici della Regione e la diversificazione dei mercati di sbocco, rafforzando in generale la propensione all'export del sistema produttivo regionale.
OGGETTO DELL'INTERVENTO
Il bando supporta due tipologie di progetti:
A) Azioni per imprese non esportatrici o esportatrici non abituali, che abbiano un fatturato minimo di 700.000 euro, così come desunto dall'ultimo bilancio disponibile. Per esportatrici non abituali si intendono quelle che negli ultimi due anni hanno svolto operazioni di vendita diretta all'estero per meno del 10% del proprio fatturato complessivo, o che non hanno esportato in uno degli ultimi due anni di attività;
B) Partecipazione a fiere internazionali, anche da parte di imprese già esportatrici.
C) I progetti dovranno avere inizio dopo la presentazione della domanda e concludersi entro il 31/12/2018.
Per la misura A l'investimento minimo dev'essere pari ad € 50.000, mentre per la misura B il costo minimo del progetto dev'essere pari ad € 20.000.
BENEFICIARI
Possono presentare domanda:
- le imprese di micro, piccola e media dimensione, attive da almeno due anni, non esportatrici o esportatrici non abituali, aventi sede o unità operativa in Regione Emilia-Romagna; solo per la misura B, sono ammesse anche le imprese esportatrici;
- le reti formali di imprese micro, piccola e media dimensione, già costituite al momento della presentazione della domanda, aventi tutte sede o unità operativa in Regione Emilia-Romagna e fra di loro non associate o collegate.
SPESE AMMISSIBILI
I costi devono riferirsi ad attività avviate a partire dalla data di presentazione della domanda di contributo e concluse entro il 31/12/2018.
Sono ammessi i seguenti costi:
Per i progetti di tipologia A):
- Spese di consulenza esterna, volte a identificare e sviluppare un percorso di internazionalizzazione pluriennale; spese per la ricerca partner commerciali o industriali, buyers, agenti;
- Spese per l'organizzazione di incontri d'affari e visite aziendali in Emilia Romagna di potenziali partner commerciali e produttivi esteri;
- Spese per la predisposizione o revisione del sito internet aziendale in lingua straniera e per la sua pubblicizzazione tramite internet;
- Spese relative al Temporary Export Manager (TEM) dedicato alla conduzione, coordinamento e gestione delle attività del progetto;
- Spese per certificazioni per l'export e registrazione marchi nei mercati di destinazione;
- Spese per partecipazione a fiere di livello internazionale o nazionale svolte all'estero;
- Spese generali calcolate in misura forfetaria.
Per i progetti di tipologia B):
- Costo dell'area espositiva, della progettazione dello stand e del suo allestimento;
- Trasporto materiali e prodotti, compresa l'assicurazione;
- Costo di hostess e interpreti/traduttori;
- Spese di consulenza per la ricerca di partner commerciali o industriali, agenti, buyers e per l'organizzazione di incontri d'affari;
- Spese per la registrazione e la protezione del marchio nei mercati di destinazione e per consulenze finalizzate all'ottenimento delle certificazioni per l'esportazione.
CONTRIBUTO REGIONALE
Per i progetti di tipologia A): il contributo sarà concesso a fondo perduto nella misura massima del 40% delle spese ammissibili, fino ad un massimo di 100.000,00 euro. Il contributo massimo verrà aumentato fino al 45% delle spese ammissibili, a condizione che l'impresa beneficiaria si impegni ad aumentare l'occupazione complessiva.
Per i progetti di tipologia B): il contributo sarà concesso a fondo perduto nella misura massima del 30% delle spese ammissibili, fino ad un massimo di 30.000,00 euro.
Le attività progettuali dovranno seguire il seguente crono programma:
 2017: 27% del costo delle attività totali;
 2018: 73% del costo delle attività totali.
MODALITÀ E TERMINI DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
Il bando aprirà i termini di presentazione delle domande in due diverse chiamate:
- La prima dal 15 maggio al 15 giugno 2017, con disponibilità del 50% delle risorse;
- La seconda dal 11 settembre al 11 ottobre 2017, con disponibilità del restante 50% delle risorse.
Nell'utilizzo delle risorse sarà data priorità ai progetti della tipologia A, ai quali vanno riservate in via prioritaria fino al 60% delle risorse disponibili per ciascuna chiamata.
La procedura di selezione dei progetti sarà a valutazione.

Per maggiori chiarimenti e presentazione domanda rivolgersi a Debora Tamascelli, Responsabile Promozione e Incentivi – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. , tel. 0532 749210

Vuoi essere aggiornato sui Bandi e Finanziamenti di tuo particolare interesse?

Specifica quali compilando il modulo sottostante

Rimarrai aggiornato tramite mail!