News Pensionati

Franco Castellani nuovo presidente di Cna Pensionati

Argomenti trattati in questo articolo:

Franco Castellani, 77 anni, una vita da artigiano edile, è il nuovo presidente provinciale di Cna Pensionati. Lo ha eletto, nei giorni scorsi, l'Assemblea pensionati aderente all'Associazione, ringraziando, al contempo, il suo presidente uscente, Roberto Carion, che ha passato il testimone dopo lo svolgimento dei due mandati previsti dallo Statuto.
Castellani, al quale è andato il sostegno e l'augurio di buon lavoro di tutti gli intervenuti, ha iniziato l'attività di artigiano edile nel 1963, svolgendo numerosi incarichi dirigenti nella Cna, nell'ambito delle attività di rappresentanza del settore costruzioni; a partire dal suo pensionamento nel 1997, è impegnato nelle diverse iniziative di Cna Pensionati, alla quale aderiscono attualmente oltre 4 mila associati.
"Occorre costruire un patto tra generazioni – ha sottolineato il direttore provinciale della Cna, Diego Benatti, intervenendo all'Assemblea di Cna Pensionati – rafforzando il ruolo di Cna come forza sociale, una Associazione che metta al centro della propria azione le persone e i valori che esprimono, nella loro relazione con le comunità locali".

Commenta (0 Commenti)

CNA incontra 200 pensionati danneggiati dalla vicenda Carife. Come ottenere giustizia per i risparmi di una vita? (2)

Argomenti trattati in questo articolo:

Cosa fare per ottenere un risarcimento almeno parziale dei propri soldi? Quando e a che condizioni conviene iniziare l'azione legale? Quali atti avviare da subito per tutelare i propri diritti? Questi e molti altri gli interrogativi posti dai 200 pensionati azionisti e obbligazionisti Carife, che hanno affollato, l'altro pomeriggio, la sala convegni della sede Cna di via Caldirolo. La sostanza è stata comunque la stessa: è possibile, in definitiva, ottenere giustizia?
Domanda difficile, alla quale Cna cerca di rispondere concretamente, innanzitutto affiancando i propri associati, siano essi imprenditori o pensionati, che hanno investito le proprie risorse nella banca di fiducia: risparmi accantonati a prezzo di grandi sacrifici, propri e delle proprie famiglie. Lo ha sottolineato con forza il direttore provinciale dell'Associazione, Diego Benatti, di fronte al numeroso pubblico di pensionate e pensionati, molti dei quali ex artigiani o loro familiari, che hanno risposto all'invito di Cna Pensionati di incontrarsi per avere informazioni su come avviare, eventualmente, richieste di risarcimento o, comunque, tutelare i propri diritti, ma anche per parlare assieme di questa brutta vicenda con chi ne ha subito i pesanti contraccolpi.
"Di quale legalità parliamo? – ha sbottato un ex artigiano – Ho lavorato per più di 40 anni per pagare puntualmente e a prezzo salato dei mutui per la mia impresa. La banca non mi ha mai regalato nulla e, ora, mi portano via i risparmi di una vita...". La rabbia è molta, così come la mortificazione di fronte ad una brutta vicenda, che trova tanti pensionati disarmati nell'individuare strade possibili per avere ragione dei propri diritti.
"Le piccole imprese non sono certo tra i poteri forti che hanno portato la banca a questa situazione", ha sottolineato duramente Benatti, nel ricordare come, invece, "sono gli artigiani e le loro famiglie i primi tartassati e danneggiati dalla crisi di Carife, alla quale hanno contribuito, invece, grandi gruppi finanziari e imprenditoriali, ma anche scelte improvvide, prima di tutto Banca d'Italia". La Cna ha garantito il proprio impegno affinchè, insieme alle istituzioni ferraresi e alle altre Associazioni di categoria, si arrivi ad una soluzione concreta e trasparente che ponga fine al pasticcio creato con il provvedimento del Governo. Intanto, l'Associazione mette a disposizione dei propri soci, un servizio di assistenza legale, fornito dall'avv. Valeria Ferri, presente all'incontro, insieme al responsabile economico di Cna, Giampaolo Lambertini e i dirigenti di Cna Pensionati, il presidente Roberto Carion e il responsabile provinciale Vito Bonatti.
Moltissime le richieste di chiarimento, le segnalazioni dei casi personali, alle quali l'avv. Ferri ha cercato di rispondere con chiarezza: ad esempio, quando convenga adire all'azione legale che, comunque, deve essere individuale, ma – seppure con i tempi lunghi della giustizia italiana – può essere uno concreto strumento per ottenere il risarcimento, almeno parziale. Le situazioni debbono essere valutate ciascuna a sé, in ogni caso, ha sottolineato l'avv. Valeria Ferri, è indispensabile, per quanti hanno sottoscritto azioni o obbligazioni subordinate Carife, fare richiesta da subito – nelle forme opportune – della propria documentazione, per bloccare immediatamente i tempi giuridici di prescrizione.

Commenta (0 Commenti)

Sentenza Corte costituzionale sulla rivalutazione delle pensioni: sarà l'Inps a procedere automaticamente sui rimborsi

E' noto che la Riforma delle pensioni aveva bloccato, per gli anni 2012 e 2013, la rivalutazione delle pensioni, prevedendola solo sugli importi pensionistici non superiori a 1443 euro lordi. Di tale previsione normativa è stata investita la Corte costituzionale che ha recentemente giudicato incostituzionale il blocco di rivalutazione automatica.
Cna Pensionati e Patronato Epasa di Ferrara, mentre accolgono con favore quanto previsto dalla sentenza, nella consapevolezza della necessità di far fronte all'equilibrio di bilancio dello Stato, ritengono che, sugli importi previsti di rivalutazione in base alle fasce di reddito, si potevano corrispondere percentuali più alte. Continua quindi la pressione verso gli enti competenti, con l'auspicio che il Decreto legislativo in materia, che dovrà fissare formalmente requisiti degli aventi diritto e procedure, con i necessari chiarimenti accolga i rilievi avanzati dall'Associazione.
Tale sentenza ha, in ogni caso, creato molte aspettative nei pensionati (compresi quanti non hanno i requisiti per avere diritto al rimborso, come i pensionati al minimo), ma anche molto disorientamento sulle modalità per ottenere la rivalutazione della propria pensione, ingenerato soprattutto dalla notevole disinformazione sulla materia alimentata in questi giorni.
A tal proposito, va sottolineato che la Direzione centrale dell'Inps ha previsto un meccanismo automatico, in base al quale, una volta approvato il Decreto, il pensionato non dovrà richiedere alcuna ricostituzione della propria pensione, perché il pagamento verrà erogato automaticamente in agosto.
Cna Pensionati e Patronato Epasa invitano, quindi, i pensionati che ritengono di possedere i requisiti per ottenere la rivalutazione, a non presentare domande o ricorsi a qualsiasi titolo che, in questa fase, rischiano di generare solo confusione e false illusioni. Cna Pensionati e Cna Epasa, comunque, si adopereranno per fornire tutta l'informazione e il supporto possibile a coloro che ne faranno richiesta. Per informazioni, rivolgersi in via Caldirolo, 84 – Ferrara, tel. 0532/749111, email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  

Commenta (0 Commenti)

Il saluto dei "Nonni su internet" della Cna ai giovanissimi "insegnanti" del Bachelet

Non solo "Nonni su internet", ma anche nonni – amici, quelli che i ragazzi dell'Istituto Bachelet di Ferrara si sono ritrovati, al termine di una bella esperienza di formazione che ha lasciato il segno. Il progetto, partito a inizio anno, ha permesso ad un gruppo di pensionati ex artigiani della nostra provincia di imparare ad usare il computer grazie agli insegnamenti di 15 studenti di terza, quarta e quinta classe, di età compresa tra i 16 e i 18 anni, coordinati dall'insegnante Milena Bellantone.

L'iniziativa è stata promossa da Cna Pensionati e Istituto Tecnico Commerciale Bachelet (per merito della disponibilità assicurata dalla preside prof.ssa Paola Zardi), con la partnership di Fondazione Mondo Digitale e Google Italia. Durante 30 ore di lezione, attraverso il tutoraggio attento e premuroso dei giovanissimi insegnanti, programmi di scrittura, posta elettronica, navigazione internet e uso dei social network sono ora a portata di mano di tutti gli anziani studenti che hanno partecipato al corso.
Ne hanno parlato insieme, pensionati e ragazzi del Bachelet, dopo la classica pizza, all'incontro informale che si è tenuto presso la sede della Cna di Ferrara, in via Caldirolo. Niente frasi di rito, ma anzi voglia di conoscersi meglio e, tra i giovani, curiosità di saperne di più su quel sistema di conoscenze pratiche, che gli ex artigiani possiedono sul mondo del lavoro e sull'impresa. Come si manda avanti un'attività professionale per tanti anni? Cosa è che fa scattare la passione per il proprio lavoro? Ma questa è un'altra storia, magari da rimandare ad un nuovo progetto, nel quale i "nonni" allievi possono trasformarsi in insegnanti.

Commenta (0 Commenti)

Google si presenta agli over 60 del corso di Cna Pensionati tramite Istituto Bachelet

Hanno fatto grandi progressi i «nonni», ai quali un gruppo di studenti di terza, quarta e quinta classe dell'indirizzo informatico aziendale dell'Istituto Bachelet di Ferrara, sta insegnando l'uso del computer e la navigazione su internet. L'iniziativa, partita a gennaio per concludersi a maggio, è promossa da Cna Pensionati e dall'Istituto Bachelet ed è coordinata dall'insegnante Milena Bellantone. Nei giorni scorsi, ai maturi allievi ex imprenditori e ai giovanissimi loro docenti del Bachelet è stato presentato un interessante progetto, predisposto da Google e Unioncamere, dal titolo "Eccellenza in digitale", volto a sostenere la digitalizzazione delle piccole e medie imprese anche con l'aiuto di una «app» di Google.
La lezione, tenuta dai consulenti Lucia Romanelli e Daniele Borrelli, è stata seguita con molta attenzione proprio per le potenzialità che i sistemi digitali offrono al mondo produttivo, ben conosciuto dai pensionati Cna, e che i giovani del Bachelet avranno forse l'opportunità di sperimentare a conclusione dei loro studi.
"Questo corso sta piacendo molto ai nostri pensionati – sostiene Vito Bonatti responsabile provinciale di Cna Pensionati – I ragazzi si sono presi cura ciascuno del proprio allievo con grande serietà e caparbietà, così che i progressi dall'inizio ad oggi sono stati davvero tangibili. Teniamo conto che qualcuno tra i partecipanti non aveva mai neppure messo mano a un computer. E ora, invece, se la cavano tutti piuttosto bene e, più avanti, tutti insieme, pensionati e studenti, andranno a visitare una nostra impresa di informatica".


Commenta (0 Commenti)

Pensionati navigano in rete con l’aiuto dei ragazzi del Bachelet

“Nonni su internet” è il titolo della bella iniziativa di carattere formativo, di cui è protagonista un gruppo di pensionati della Cna, che impareranno ad usare il computer e a navigare in rete con l’aiuto di 15 studenti dell’Istituto Tecnico Commerciale Vittorio Bachelet di Ferrara. I pensionati avranno ciascuno il proprio tutor, di età compresa tra i 16 e i 18 anni, che insegnerà loro l’uso di mouse e tastiera, dei programmi di scrittura, l’uso della posta elettronica e dei browser di navigazione internet, fino all’accesso ai social network.

Il progetto, che consisterà in 15 lezioni per un totale di 30 ore tutte in fascia pomeridiana, organizzate dai partner Fondazione Mondo Digitale e Google Italia, nasce dalla collaborazione instaurata da Cna Pensionati con l’Istituto Bachelet, grazie alla disponibilità della preside prof.ssa Paola Zardi e dell’insegnante Milena Bellantone, che coordinerà personalmente tutto il corso e il gruppo degli studenti allievi di terza, quarta e quinta classe.

“Già lo scorso anno – ricorda la preside, professoressa Paola Zardi, alcune nostre classi hanno sviluppato un interessante percorso pedagogico e formativo di alfabetizzazione informatica, in collaborazione con l'Università della terza età Utef. Così abbiamo accolto molto positivamente la proposta di Cna Pensionati, che offre ai nostri allievi l’opportunità non solo di mettersi alla prova, ma anche di confrontarsi con un mondo di adulti, le cui esperienze possono essere loro molto utili per un futuro inserimento lavorativo”.

Un incontro di mutuo arricchimento, dunque, nelle intenzioni di Cna Pensionati, come sottolinea il responsabile provinciale Vito Bonatti, che ritiene importante l’iniziativa, sia dal punto di vista pratico, ma anche per favorire uno scambio tra generazioni capace di favorire una maggiore conoscenza reciproca”.

Le lezioni sono iniziate giovedì pomeriggio, con i 15 pensionati seduti ciascuno davanti al proprio pc, affiancati dal proprio mentore in erba.

Commenta (0 Commenti)

Vuoi approfondire senza impegno questo argomento o semplicemente richiedere informazioni?

Contattaci compilando il modulo sottostante

Rispondiamo sempre a tutte le mail!

Bandi e Opportunità


Leggi tutti gli articoli per questa categoria