News Benessere e Sanità

Seminario di aggiornamento per gli operatori del settore benessere

Lunedì 18 Maggio 2015 si tiene un seminario che ha l'obiettivo di aggiornare gli operatori del benessere su alcuni temi che riguardano la loro attività, nello specifico:

 La gestione della relazione con il consumatore dal punto di vista legale - Avv. Alessandra Tuffanelli

 
I.N.C.I – ovvero l'importanza di saper leggere le etichette dei prodotti - Prof.ssa Silvia Vertuani, UNIFE e socia Ambrosialab

 
Sano è bello? Gli effetti dell'alimentazione su cute e capelli - Prof.ssa Silvia Vertuani, UNIFE e socia Ambrosialab

 

Cosmetici VEG e cruelty free-- Dott. Riccardo Barbieri, Global Cosmesi
 

Coordina i lavori Francesco Robboni, Responsabile Unione Benessere e Sanità CNA Ferrara, a cui chiedere anche maggiori informazioni

 

Per partecipare iscriversi qui

Commenta (0 Commenti)

Seminario su estetica e bellezza in chemioterapia

Argomenti trattati in questo articolo:

Prendersi cura del proprio corpo e valorizzarne la bellezza sono elementi importanti anche e soprattutto quando si affronta una battaglia difficile come quella contro il tumore.
CNA Benessere e Sanità, insieme a CNA Impresa Donna e CNA Pensionate organizzano un seminario che vuole essere un contributo di conoscenza rivolto alle imprese della " BELLEZZA " che, in rete con altri soggetti, possono fornire un apporto significativo al benessere delle donne, durante e dopo la cura oncologica, aiutandole in tale modo anche a combattere la loro lotta contro la malattia.

Il seminario si tiene Lunedì 27 Aprile 2015, ore 14.30 in Sala Convegni di CNA Ferrara, via Caldirolo 84.

PROGRAMMA

Ore 14,30 Registrazione

Ore 14.45 Saluti, Raffaella Toselli, Presidente CNA Impresa Donna

Apertura lavori, Catia Armari, Vice Presidente unione benessere e Sanità CNA Ferrara

Ore 15.00 La parola alla medicina

"Lesioni cutanee precancerose ed effetti della chemioterapia sulla cute e sui capelli"

Dott.sa Federica Osti Spec. Dermatologa, AUSL Di Ferrara.

"Modificazioni corporee a seguito delle terapie antitumorali "

Dott.sa Monica Indelli Oncologa Servizio di Oncologia S.Anna di Cona.

"La chirurgia plastica nella malattia tumorale tra estetica e terapia "

Dott.sa Claudia Randi Spec.Chirurgia plastica Ausl di Ferrara

"Terapie tumorali ed effetti secondari: implicazioni psicologiche "

Dott.sa Sarà Massarenti Dottorato di Psiconcologia Università di Ferrara.

Ore 16,30 La parola all'estetica

"Soluzioni pratiche per essere belle come sempre"

Massimo Micheletti, tecnico tricologo - Marcella Furini, estetista


Ore 17.00 Domande e Risposte

Si richiede prenotazione, cliccando qui

Commenta (0 Commenti)

Nuovo talent show per gli Hair stylist

Il coordinamento acconciatori Nazionale CNA ha valutato positivamente la proposta di collaborare alla buona riuscita del talent show TAGLIATI PER LO STILE una trasmissione televisiva che, utilizzando la formula della competizione fra professionisti di un unico settore, si propone di dare visibilità a una categoria di lavoratori importantissima, anche e soprattutto nel mondo dello spettacolo: i parrucchieri o hairstylist. La produzione avvierà i casting a partire da Febbraio a Roma ed in altre città italiane le cui date verranno pubblicate nel sito www.tagliatiperlostile.it  ; il regolamento è consultabile sempre sul sito.

 

Scarica qui la presentazione

Commenta (0 Commenti)

Iniziativa HairRing al Cosmoprof Bologna 2015

Argomenti trattati in questo articolo:

Nell'ambito della fiera COSMOPROF 2015 sotto l'egida di Camera Italiana Acconciatura , di cui CNA è uno dei soci fondatori , si svolgerà la quarta edizione di HAIRRING , performance dedicata ai giovani . Il tema guida di quest'anno sarà : GLI ELEMENTI : ARIA , TERRA , FUOCO, ACQUA " cioè lo sviluppo della bellezza ecosostenibile e il ritorno alle origini . I giovani devono essere sotto i 25 anni e la domanda deve essere inviata entro il 14 MARZO 2015 , la prestazione è a titolo gratuito .
Di seguito la documentazione esplicativa delle modalità di adesione al progetto sopraindicato .
Ricordiamo che lo stand di Camera Italiana dell'Acconciatura sarà al padiglione 25 Area C58- C64 ed all'interno dello stesso verrà data visibilità a CNA . Quest'anno il COSMOPROF si tiene dal 20 al 23 MARZO2015 .

 

Scarica il progetto , la scheda di adesione , la liberatoria alle immagini e la prestazione gratuita

Commenta (0 Commenti)

Sentenza del Consiglio di stato su apparecchiature per l'estetica

Il Ministero dello Sviluppo Economico, su sollecitazione di CNA e Confartigianato, ha fornito proprie precisazioni, in data 18/11/2014, in merito alla recente sentenza del Consiglio di Stato che, nel 2014, aveva ribadito la piena vigenza del DM 110/2011 relativo alle apparecchiatura per l'estetica, contestando l'esclusione, tra le apparecchiature ammesse all'uso delle estetiste, degli stimolatori ad ultrasuoni a bassa frequenza per il trattamento delle adiposità localizzate, della luce pulsata per fotodepilazione e del laser per la depilazione estetica.

 

In questa nota del Ministero si conferma che, anche dopo la sentenza del Consiglio di Stato, il DM 110/2011, concernente gli apparecchi elettromeccanici ad uso estetico, è pienamente in vigore ed in merito alle apparecchiature di cui sopra, si precisa quanto segue:
1) Stimolatori ad ultrasuoni a bassa frequenza per il trattamento delle adiposità localizzate (cavitazione): alla luce della sentenza, queste apparecchiature non dovrebbero essere più escluse dal Decreto 110/2011 ma, al momento, non sono definite le caratteristiche tecnico-dinamiche, i meccanismi di regolazione, le modalità di esercizio e di applicazione e le cautele d'uso.
2) Luce pulsata per fotodepilazione: la scheda allegata al decreto 110/2011, contrassegnata con il numero 16, dovrebbe essere stata privata, dalla sentenza del Consiglio di Stato, del paragrafo "descrizione peculiarità apparecchiatura elettronica ad impulsi luminosi per fotodepilazione.
3) Laser per depilazione estetica: la sentenza del Consiglio di stato avrebbe eliminato dalla scheda 21 b, il primo, il secondo ed il quarto capoverso del paragrafo "descrizione dell'apparecchio".
Pertanto, verrebbero meno una serie di specificazioni di carattere tecnico che definivano le caratteristiche delle apparecchiature citate, in un quadro in cui l'estetista sarebbe chiamata, comunque, a garantire la conformità dei dispositivi ed il loro uso alle prescrizioni di cui al codice del Consumo (D.Lgs 106/2005), alla Direttiva bassa tensione (L. 791/77), alla Direttiva sicurezza generale prodotti (D.Lgs. 172/2004) ed alla Direttiva compatibilità elettromagnetica (D.Lgs.194/2007).


In sostanza, il Ministero avverte, da una parte, tutte le estetiste circa il fatto che acquistando una delle apparecchiature riammesse dal Consiglio di Stato potrebbero, in assenza di precise specificazioni tecniche acquistare apparecchiature e farne uso, in condizioni non coerenti con disposizioni normative di carattere generale concernenti la sicurezza dell'utente e, dall'altra, che il Ministero, unitamente al Ministero della Salute sta predisponendo una revisione del Decreto 110/2011 per fornire quelle indicazioni tecniche per l'uso di tali apparecchiature che, in questa fase mancano.
Pertanto, alla luce delle considerazioni del Ministero competente e valutate le difficoltà connesse alla definizione di specifiche tecniche delle apparecchiature riammesse all'uso delle estetiste, per garantire la sicurezza dell'uso delle medesime ed evitare contestazioni e sanzioni a carico delle estetiste stesse, consigliamo caldamente a tutte le estetiste associate, di evitare acquisti di tali apparecchiature o rimessa in esercizio delle stesse, in attesa che un aggiornamento del Decreto 110/2011 vada a definire le nuove condizioni d'uso e le caratteristiche di tale strumentazione utilizzabile dalle estetiste.

Commenta (0 Commenti)

Lunedì alla Scuola acconciatura di Ecipar con le “Ragazze in gamba” della Pallacanestro Vigarano

Argomenti trattati in questo articolo:

"Ragazze in gamba con la testa a posto" è il titolo della simpatica iniziativa, che si svolgerà lunedì 3 novembre, a partire dalle ore 15, presso la Scuola di acconciatura di Ecipar Cna (via Tassini, 8 a Ferrara), in occasione dell'open day dell'inaugurazione del corso biennale di qualifica professionale di acconciatore.
Infatti, si recheranno in visita alla sede della scuola le ragazze della "Pallacanestro Vigarano", grandi protagoniste quest'anno del basket femminile di Serie A1, per incontrarsi con i giovani corsisti e i loro docenti (tutti maestri dell'Anam di Ferrara), i dirigenti di Ecipar e Cna e conoscere più da vicino questa interessante esperienza formativa, che prepara tra i migliori parrucchieri professionisti della nostra provincia. Dopo avere fatto conoscenza, le giovani sportive si trasferiranno nella sede principale di Ecipar per sottoporsi alle abili mani dei giovani del ultimo recente corso di qualifica professionale, coadiuvati dai loro insegnanti, che si proveranno, con il loro tocco, ad trasformare integralmente il look delle giovani sportive, dai capelli al trucco, fino agli abiti, alla luce delle ultime tendenze moda.

"Le ragazze della squadra sono entusiaste", sottolinea l'imprenditrice Elena Malanchini, orgogliosa presidente della Pallacanestro Vigarano e dei suoi bellissimi successi. "Il basket - aggiunge - è uno sport pulito, così come tanti altri, dove si gioca per passione ed energia". In questa circostanza, spiega inoltre la presidente della formazione, tra l'altro dirigente dell'Accademia dei maestri artigiani Anam di Ferrara, "le atlete hanno un po' voglia di giocare con la loro immagine – Spesso debbono essere un po' dei «maschiacci». Farsi trasformare da questi giovani acconciatori, che cercano di farsi una strada nella vita, è un modo per incoraggiarli e, al tempo stesso, far emergere la propria femminilità".

L'iniziativa di lunedì è aperta a tutti gli interessati. La Pallacanestro Vigarano ha disputato tre campionati di Serie A2 e ha vinto due Coppe Italia di terza serie, di B d'Eccellenza nel 2010 e di A3 nel 2013. Nel 2012-2013 è stata promossa in A2 , dopo solo un anno la promozione nella massima serie.

 

Commenta (0 Commenti)

Rinnovo Ccnl acconciatura ed estetica


Cna e altre organizzazioni datoriali hanno sottoscritto, nei giorni scorsi, l'accordo di rinnovo del contratto collettivo nazionale del settore acconciatura ed estetica. L'accordo garantisce importanti elementi favorevoli alle imprese, nella direzione di una maggiore flessibilità dei rapporti di lavoro. Infatti, segnaliamo, ad esempio, che i limiti di assunzione dei contratti a tempo determinato sono stati estesi, il Ccnl conferma le novità relative alle causali per le assunzioni a termine; così pure è stato recepito definitivamente l'apprendistato professionalizzante, garantendo le particolari condizioni vigenti per l'artigianato, ovvero la durata di 5 anni che potrà essere anche part-time. Inoltre, sono stati ridotti i tempi entro i quali i lavoratori dovranno comunicare lo stato di malattia ed infortunio, per consentire all'azienda di approntare i cambiamenti organizzativi necessari; prolungato, poi, il periodo di prova, mentre, per agevolare il ricorso alla flessibilità, è stato aumentato a 180 ore all'anno il limite orario annuale. Relativamente alla parte economica, è stato concordato un incremento di 60 euro, in linea con l'inflazione e, al fine di agevolare la gestione amministrativa alle imprese, è prevista la possibilità di erogare mensilmente i ratei di tredicesima mensilità, evitando così un eccessivo impatto finanziario nel mese di dicembre. Gli uffici paghe delle Sedi Cna sono a disposizione per ogni consulenza.

Commenta (0 Commenti)

Show Moda autunno Inverno con ANAM

Lundeì 20 ottobre 2014 ore 15 l'ANAM in collaborazione con Farmaca Internationale, lo staff BHC Tema  e CNA Benessere organizza lo show Moda Autunno Inverno con corsi di aggiornamento maschili e femminili su colore, taglio, pieghe phon, permanenti.

Per informazioni telefonare al Presidente ANAM, Cav. Giordano Conti a 0533 327645

 

Commenta (0 Commenti)

Rifiuti pericolosi. CNA: una buona notizia per centomila imprese di estetica, acconciatori, tatuatori e piercing


La Commissione Ambiente della Camera ha approvato un emendamento che recepisce le richieste dalla CNA per semplificare la gestione dei rifiuti "pericolosi" come aghi, siringhe e oggetti taglienti, prodotti da acconciatori, estetica, tatuatori e piercing .
Questi rifiuti potranno essere conferiti direttamente dall'impresa al centro di smaltimento autorizzato senza dover obbligatoriamente chiedere l'intervento, con relativi costi, di una ditta specializzata.
I rifiuti dovranno essere comunque annotati su un apposito registro, indicando ogni volta data, quantità e specifiche identificative del centro di smaltimento.
"E' utile ricordare – si legge in una nota della CNA – che l'emendamento, presentato dai deputati Piergiorgio Carrescia e Stefania Covello, che ora passa all'esame della Camera, rappresenta un importante passo in avanti nella direzione del superamento del Sistri come da tempo la CNA sostiene con forza".
"E' la prova – conclude la nota - che è possibile muoversi con buonsenso per eliminare, tutte le volte che è possibile, costi e burocrazia dalle spalle delle imprese. Anche per questo la mobilitazione per il superamento del Sistri non si fermerà".

Commenta (0 Commenti)

Rinnovato il Ccnl acconciatura-estetica Giudizio positivo di Cna Benessere e Sanità


Dopo ventidue mesi di serrate trattative, è stato rinnovato il Contratto collettivo nazionale di lavoro della categoria acconciatura-estetica. Valido per tutte le imprese del settore, l'accordo interessa una platea di oltre 180mila addetti. Apprendistato, contratti a termine, prolungamento di sei mesi del vecchio Ccnl, un incremento medio a regime di 60 euro, e 120 euro di una tantum, sono i punti salienti del contratto firmato da Cna e dalle altre organizzazioni dell'artigianato in rappresentanza degli imprenditori, e dai sindacati di dei dipendenti. "Si tratta di un risultato di grande valore – ha commentato Antonio Stocchi, presidente dell'Unione nazionale Cna Benessere e Sanità - soprattutto considerando la pesantissima situazione del Paese. L'accordo è stato raggiunto grazie all'alto senso di responsabilità delle parti che hanno trovato le giuste mediazioni sull'apprendistato, sui contratti a termine e sull'adeguamento salariale".

Commenta (0 Commenti)

Parrucchieri abusivi a Comacchio: Cna chiede al Comune più controlli

Argomenti trattati in questo articolo:

Con l'abusivismo non si può accettare di convivere. E' quanto sostengono le acconciatrici di Comacchio rappresentate dalla Cna, che ne hanno voluto fare oggetto di un incontro con l'Amministrazione comunale di Comacchio, per chiedere di intensificare i controlli volti a sanzionare le attività abusive nel settore dell'acconciatura. Alla riunione erano presenti l'assessore alle Attività produttive di Comacchio, Sergio Provasi e il Comandante della Polizia Municipale Paolo Claps, mentre per la Cna hanno partecipato il presidente e il responsabile dell'Area Delta, Giordano Conti e Luca Corteggiani, il responsabile dell'Unione Cna Servizi alla persona, Francesco Robboni e le imprenditrici di Comacchio Elisa Bigoni e Alice Zannini.

Negli ultimi mesi, infatti, l'abusivismo nel settore pare notevolmente accresciuto in modo visibile, contando alcune decine di attività, che esercitano fuori dalle regole il mestiere di parrucchiere, addirittura con sede fissa a Comacchio. C'è poi chi svolge attività itinerante, facendosi pubblicità con bigliettini e volantini nelle buchette e addirittura sul lungomare. "E' un fenomeno sotto gli occhi di tutti – afferma Elisa Bigoni – e che non si può più ignorare. Bisogna che si sappia che queste persone non pagano le tasse e fanno concorrenza sleale a chi invece le paga regolarmente e cerca di lavorare con professionalità e serietà".



Per questo, le parrucchiere e i dirigenti Cna hanno chiesto al Comune di effettuare controlli approfonditi sulle attività segnalate, verificandone i requisiti all'esercizio della professione e il rispetto delle leggi, richiesta al quale l'assessore Provasi e il Comandante della polizia municipale si sono mostrati attenti, assicurando l'impegno dell'Amministrazione in questo senso.

"La crisi ha prodotto conseguenze pesanti sulla categoria – spiega Francesco Robboni – per questo è ancora meno tollerabile tacere sull'abusivismo, che danneggia pesantemente chi il proprio mestiere lo fa seriamente, stando alle regole e con una professionalità costruita attraverso la formazione continua, l'utilizzo di prodotti sicuri e di qualità, e la serietà verso la propria clientela".
Tutto questo l'abusivo non lo dà. "Perché lo Stato chiude gli occhi di fronte a queste forme di evasione fiscale così evidenti? - si chiede Samanta Luciani – Ma noi imprese in regola, che facciamo fatica a tirare avanti, perché la crisi colpisce e anche perché strozzate dalle tasse, non possiamo ignorare che ci tocca di pagare anche per quelli che non lo fanno".

L'abusivismo non è certo una risposta ai problemi attuali, di fronte a cui si può chiudere gli occhi, dunque, secondo Cna. Né per lo Stato, né per le imprese in regola e neanche i consumatori che utilizzano questo tipo di servizi: "Senza alcun requisito di professionalità – sottolineano le acconciatrici - e soprattutto a rischio della loro salute".

Commenta (0 Commenti)

Evento Moda Fitness e Acconciatura il 5 luglio a PortoGaribaldi

Argomenti trattati in questo articolo:

Commenta (0 Commenti)

Corso sulle tecniche di taglio il 26 maggio

La scuola di acconciatura di CNA sta organizzando un nuovo corso di aggiornamento per acconciatori sulle nuove tecniche di taglio.

Scarica qui la locandina per il dettagli e l'iscrizione.

Oppure collegarsi a www.eciparfe.it 

Commenta (0 Commenti)

Sport amatoriali: le palestre chiedono controllo medico

"Un controllo elettrocardiografico aggiornato è necessario anche per chi si iscrive ad attività sportive amatoriali; a chi lo ritiene un onere inutile, il legislatore potrebbe chiedere di prendersi ogni responsabilità di quanto gli può succedere durante l'esercizio fisico". Francesco Fedele ordinario di Cardiologia alla Sapienza di Roma e Presidente della Fondazione Italiana Cuore e Circolazione, che nelle scuole ha realizzato lo screening ECG su 20 mila studenti, legge in controluce il qui pro quo scatenato dal decreto del fare che ha abolito l'obbligo di certificato medico di buona salute per la pratica sportiva amatoriale.
Palestre, piscine, sale da ballo oggi continuano a chiedere il certificato, ma i medici non lo rilasciano, spiegando che non solo è contro legge e inutile, ma fa ricadere su di loro la responsabilità di eventuali fatalità.
Il cittadino ormai deve solo produrre l'elettrocardiogramma , "anche non contestuale" come prescrive la Fnomceo, ma le palestre voglio di più: lo chiedono le compagnie che le assicurano. E il cittadino che vuole fare sport, anche solo leggero, o fa l'esame nel privato o ... si arrangia.
"Pur non citando i cardiologi, la normativa disegnata dalla legge Balduzzi equiparava giustamente l'attività amatoriale a quella agonistica, inserendo ECG e misurazione della pressione nelle visite, a monte di un certificato medico, a tutela di tutti", dice Fedele. "Il decreto del fare a metà 2013 non solo ha spazzato via il certificato, ma ha rimesso in capo al medico di fiducia la discrezionalità di decidere se praticare o no l' ECG. Ma nemmeno il più grande cardiologo al mondo può rilevare da una visita le anomalie elettriche che osserva l' ECG. Così si è arrivati al documento della Federazione degli ordini – Fnomceo che chiede al cittadino che si iscrive in palestra il possesso di un ECG anche non contestuale".
Forse ci vorrebbe anche un controllo pressorio. "Ho chiesto e chiedo a Fnomceo di coinvolgere Società di Cardiologia o Anmco nell'elaborazione di documenti di questo tipo", dice Fedele. "Credo confermerebbero che per tutte le attività serve documentazione adeguata: a richiedere sorveglianza non è soltanto la pratica agonistica, ma anche il salto dall'inattività all'attività fisica. La spesa per visita ed ECG c'è, ma non ha costi enormi, al punto che, credo, sarebbe sostenibile per intero da un Servizio Sanitario Nazionale che volesse dedicarsi attivamente alla prevenzione"

Commenta (0 Commenti)

Corso su tatuaggio e piercing: aspetti di igiene e sicurezza

Questo corso,22-29 maggio, 5 giugno, viene realizzato seguendo le linee guida regionali (DGR 465 dell'11/04/2007) e le indicazioni dei Regolamenti comunali per le attività di acconciatore, estetista, tatuaggio e piercing, dei comuni della Provincia di Bologna.
Vengono approfonditi nel corso aspetti di dermatologia, quali anatomia della cute, controindicazioni e complicanze del piercing e tatuaggio,
aspetti di igiene, quali agenti infettivi, modalità di trasmissione, epidemiologia e prevenzione delle principali malattie eventualmente trasmissibili con l'attività, igiene delle mani, precauzioni standard, ecc,
aspetti di esecuzione in sicurezza del tatuaggio e piercing, per contribuire a contenere i rischi connessi all'attività per gli operatori e gli utenti.

Qui il programma

Commenta (0 Commenti)

Affitto della poltrona - Cna: “Bene il ministero. E’ una opportunità per i giovani. Sono anni che lavoravamo per questa soluzione”

Argomenti trattati in questo articolo:

Parrucchieri ed estetisti potranno, d'ora in poi, affittare ad altri professionisti spazi interni dei loro negozi. Lo prevede una circolare del ministero dello Sviluppo economico accolta con soddisfazione dalla Cna, che da anni reclamava questa possibilità. "Si tratta di un'importante novità per rilanciare il nostro mestiere e darà opportunità di lavoro ai giovani in una delle attività tradizionali più diffuse in Italia", ha dichiarato Filippo D'Andrea, responsabile nazionale dell'Unione Benessere e Salute della Cna, che saluta con estremo favore la novità annunciata dal Mise. "Sono anni – ha sottolineato - che lavoriamo per aprire questa strada. Non è stato facile ma alla fine abbiamo trovato tutti gli strumenti giuridici per aprire questa opportunità già concessa in molti Paesi d'Europa e negli Usa. In Italia gli acconciatori iscritti all'albo delle imprese artigiane sono circa 70mila e gli estetisti circa 25mila. Con una media di 2 dipendenti a salone gli addetti sono complessivamente circa 200mila. Con la crisi molti saloni si sono trovati con poltrone libere. L'acconciatore – ha spiegato D'Andrea - è rimasto solo ed ha una o due poltrone libere. Questa potrebbe così essere un'opportunità per i giovani che vogliono iniziare'". E il prezzo della "poltrona"? "Dipende dal mercato, dal fatturato. Ogni parrucchiere dovrebbe capire quanto fattura ogni poltrona e i costi fissi e stabilire così un prezzo che può anche variare in maniera consistente" . Attenzione, ha tenuto a precisare D'Andrea, "il contratto d'affitto deve rispettare le leggi di settore, va stipulato cioè tra due imprese. L'acconciatore affitta al giovane iscritto all'albo delle imprese artigiane. E questo è importante per evitare contenziosi. Per esempio, non si può licenziare un dipendente per poi affittargli la poltrona. Di questo si è a lungo discusso con i sindacati con i quali si è poi firmato un avviso comune".

Commenta (0 Commenti)

Show Moda nuove tendenze Primavera Estate a Lido degli Scacchi

Argomenti trattati in questo articolo:

L'A.N.A.M. (Associazione Nazionale Acconciatori Misti) con il Patrocinio del Comune di Comacchio e in collaborazione con CNA Benessere e Sanità organizza un evento lancio moda presso l'Holiday Village Florenz lunedì 24 febbraio alle ore 15. Stilisti del BHC Team (Farmaca International) presentereanno le nuove tendenze di taglio e colore per la primavera - estate 2014.

Seguirà all'evento l'avvio di un corso di aggiornamento ANAM, che iniziarà il 10 marzo presso l'Hotel Logonovo di Lido degli Estensi, sia di base che per avanzati. Per i Soci ANAM è previsto uno scontro del 30%.

Per maggiori informazioni e iscrizioni chiamare Cav. Giordano Conti, Presidente ANAM, tel 0533 327645, e Valerio Lodi, Direttore didattico , tel 0532 247321

Commenta (0 Commenti)

Equivalenza titoli professioni sanitarie riabilitative: domande entro il 22 dicembre

Argomenti trattati in questo articolo:

A partire dal 24 ottobre ed entro il 22 dicembre è possibile presentare domanda per il riconoscimento dell'equivalenza dei titoli del pregresso  ordinamento ai  titoli universitari dell’area sanitaria.
La domanda riguarda in questa fase (delibera di Giunta regionale 1446/2013) le professioni sanitarie riabilitative: podologo, fisioterapista, logopedista, ortottista-assistente di oftalmologia, terapista della neuro e psicomotricità dell’età evolutiva, tecnico della riabilitazione psichiatrica, terapista occupazionale.

Leggi tutto...

Commenta (0 Commenti)

CNA Ferrara rappresenta diverse realtà del settore benessere e sanità

scopri subito quali

Servizi per il settore benessere e sanità

scopri subito quali

Bandi e Opportunità