News Aree Territoriali

Le proposte della Cna per lo sviluppo dell'Area di Copparo

La Cna dell'Area di Copparo chiede di essere protagonista delle scelte per lo sviluppo del territorio e di poter contare più incisivamente sulla costruzione stessa delle scelte fondamentali che riguardano le prospettive delle imprese locali. Il Consiglio Direttivo dell'Area, a questo proposito, ha presentato pubblicamente, in questi giorni, una serie di proposte alle sei Amministrazioni comunali del Mandamento, rivolte a dare sostegno al tessuto delle piccole e medie imprese, al quale destinare maggiori risorse e progetti per avviare una nuova fase di crescita.
Ciò può essere reso possibile anche – sottolinea il Consiglio Direttivo dell'Area, razionalizzando la spesa pubblica locale, attraverso scelte più impegnative e vantaggiose per i cittadini e le imprese copparesi di quella che ha portato, in questi anni, alla costituzione dell'Unione dei Comuni, valutata da Cna non sufficiente a limitare la dispersione di risorse e poco efficace sotto il profilo della efficienza dei servizi locali.
In sostanza, Cna spinge per l'avvio del processo di fusione dei sei Comuni: "Passo, che ci permetterebbe – ha sottolineato Francesco Robboni, presentando le proposte dell'Associazione alla stampa locale - di reperire risorse più consistenti per il sistema delle imprese locali e una migliore razionalizzazione e risparmio della spesa pubblica, garantendo, inoltre, la qualità dei servizi ai cittadini".
Il tema dello sviluppo è il cuore delle proposte Cna, che chiedono alle istituzioni del territorio di rimettere l'impresa al centro delle proprie politiche e strategie. Ciò anche tramite la costituzione di un tavolo permanente dell'economia, formato dai principali attori pubblici e privati del territorio e, in linea generale, attuando politiche più favorevoli alla crescita delle imprese, a partire da un fisco meno oneroso, da una reale semplificazione burocratica, un più convinto sostegno alla imprenditoria giovanile, la lotta all'abusivismo.

Commenta (0 Commenti)

La Cna dell’Area Delta chiede più attenzione per la Zona Artigianale di Pontemaodino “Ex-Cisa”

Argomenti trattati in questo articolo:

La Cna dell'Area Delta chiede più attenzione per la Zona Artigianale di Pontemaodino "Ex-Cisa", e lo chiede al Comune, anche dopo uno specifico incontro. Un'area che ha vissuto tempi decisamente migliori e che oggi necessita urgenti interventi, oltre che di un interesse "vero" da parte dell'amministrazione. I problemi emersi sono stati, quelli della sicurezza, anche se ultimamente c'è da segnalare un intervento di installazione di alcune telecamere.
I rallentamenti produttivi delle aziende nella quotidiana operatività, a causa delle linee internet, che hanno connessioni troppo lente e a volte del tutto assenti. Al Comune, la Cna dell'Area Delta chiede supporto per avere la banda larga.
Inoltre, cartellonistica e indicazioni stradali completamente assenti, sia in loco che nelle strade che portano all'area, soprattutto sulla vicina Romea, che farebbe da ottima vetrina, una viabilità interna deteriorata, strade ed arredo urbano ad oggi prive di manutenzione. Cna ricorda come le aziende di questa area eroghino stipendi per più di un centinaio di persone.
"Riteniamo che siano tutti interventi abbastanza gestibili e quindi di buona fattibilità, tra l'altro interventi che devono divenire di "consuetudine" – precisa ancora la Cna dell'Area Delta – nel bilancio del comune, per dare decoro ed appetibilità ad eventuali interessamenti per nuovi insediamenti. A questo, si aggiunga una programmazione che veda da prima un interesse vero e deciso, una piano preciso e programmato di ristrutturazione , comprendendolo nei piani di intervento comunali e fin da subito un riferimento preciso all'interno del sito istituzionale del comune, con la mappatura delle aree disponibili, dei fabbricati disponibili e delle attività esistenti".

Commenta (0 Commenti)

Tandem femminile ai vertici della Cna Alto Ferrarese

Ferrara - Due imprenditrici, da oggi, ai vertici della Cna dell'Area Alto Ferrarese: sono la nuova presidente Raffaella Toselli di Cento e la vice – presidente Valeria Balboni di Sant'Agostino. Ad affiancarle, il nuovo Consiglio Direttivo composto dagli imprenditori Cna Riccardo Barbieri di Vigarano Mainarda, Marco Boccafogli di Poggio Renatico, Hermes Capiluppi di Cento, Nicola D'Andrea di Bondeno, Stefano Ferrari di Cento, Andrea Negri di Bondeno e Marco Pedini di Sant'Agostino.
"Il nostro impegno - precisa la presidente Raffaella Toselli – sarà rivolto a fare sì che l'impresa sia al centro delle politiche di sviluppo, con l'obiettivo di rimettere in moto l'economia dell'Alto Ferrarese, offrendo nuove opportunità di crescita e allargamento del proprio mercato alle imprese del nostro territorio. Ne faremo materia di confronto con le istituzioni locali, promuovendo, al contempo, nuove forme di aggregazione tra le imprese e sostenendo i forti processi di innovazione tecnologica e organizzativa resi indispensabili dalla competizione globale e dall'accesso ai processi di industria 4.0. Temi, questi, a cui il sistema delle imprese dell'Alto Ferrarese è profondamente interessato, considerando l'elevata qualità e la complessità della nostra struttura produttiva e imprenditoriale".
Particolare attenzione, inoltre, alla creazione di nuove attività imprenditoriali, raccomanda Valeria Balboni a sua volta: "Servono politiche dirette a promuovere l'accesso dei giovani all'imprenditorialità e sostenere le neo-imprese – insiste la vice-presidente – in primo luogo attraverso sistemi di agevolazione fiscale e incentivi mirati".
Tra i principali temi di impegno del nuovo Direttivo Cna dell'Area, inoltre, quelli della sicurezza e della legalità, in particolare nelle aree artigianali e industriali e negli stessi centri storici dei Comuni della zona; inoltre, la questione della lotta dell'abusivismo, sulla quale si avverte l'esigenza di una forte e coerente iniziativa delle amministrazioni locali, d'intesa con le forze economiche e imprenditoriali del territorio.

Commenta (0 Commenti)

Ricava: un progetto di riqualificazione turistica con precisi obiettivi, ruoli e finanziamenti

 

Il Progetto RiCaVa, nasce dall'idea condivisa, tra operatori del settore turismo e CNA Ferrara, di dover perseguire un programma di sviluppo di sistema che sia in grado di rendere maggiormente appetibile il nostro territorio, dal punto di vista turistico. Si intende migliorare l'offerta immobiliare della costa, a partire da Comacchio, sul mercato turistico, adottando un percorso virtuoso che, coinvolgendo i proprietari degli immobili, le agenzie turistiche ed immobiliari, l'istituto di credito e le imprese del territorio, riqualifichi il patrimonio immobiliare privato da immettere sul mercato turistico, in linea con le esigenze dell'ospite moderno ed in un'ottica internazionale;

Rispetto agli immobili destinati al turismo per tipologia, metratura e posizione, sono stati valutate tre tipologie di intervento di tipo Base, Media e Alta con corrispondenti valori economici e relativi incentivi e finanziamenti.

Per saperne di più scarica qui la presentazione del progetto e i relativi aspetti tecnici.

 

Leggi anche Riqualificazione delle case vacanza, ora è possibile grazie al Progetto RiCaVa Cna

Commenta (0 Commenti)

Riccardo Cavicchi nuovo presidente dell’Area Cna di Ferrara

Argomenti trattati in questo articolo:

Riccardo Cavicchi, direttore generale di Delphi International srl, nota azienda di marketing, comunicazione ed eventi di Ferrara, è il nuovo presidente dell'Area Cna di Ferrara – Voghiera, che comprende 1800 imprese associate nel territorio del Comune capoluogo e dei circostanti comuni di Voghiera e Masi Torello (i soci Cna sono 5000 in tutta la provincia).
Cavicchi assume la nuova responsabilità, dopo avere ricoperto per due mandati l'incarico di presidente di Cna Turismo e Commercio. "Cercherò di mettere a frutto l'esperienza maturata in questi anni – puntualizza il neo presidente dell'Area di Ferrara - tenendo presente che commercio e turismo sono, appunto, settori di primaria importanza per l'economia comunale, in particolare del centro cittadino. Anzi, ritengo che, in generale, la presenza delle aziende artigiane e delle piccole imprese nei centri urbani debba essere assolutamente valorizzata, combattendo quelle tendenze alla «desertificazione» che rischiano di impoverire la vita dei cittadini e la stessa crescita di un turismo che, comunque, necessita di servizi e di una adeguata offerta commerciale".
Del nuovo incarico, affidatogli direttamente dagli associati attraverso il voto (l'11 maggio si svolgerà l'Assemblea Quadriennale, che completerà il rinnovo degli organi dirigenti con l'elezione delle principali cariche provinciali elettive), Cavicchi apprezza in particolare la concretezza e il carattere operativo.
"E' l'aspetto che mi stimola maggiormente – sottolinea – perché nell'Area di Ferrara è possibile fare cose importanti e utili per le nostre imprese. Posso contare su un Consiglio Direttivo di grande qualità, formato da dirigenti di grande valore e giovani imprenditori di successo." I terreni di impegno sicuramente non mancano. Tra i principali, quelli della sicurezza e della legalità: tema molto avvertito, a detta di Cavicchi, che tocca tutte le imprese, indipendentemente dalla loro collocazione nel territorio comunale.
"Vorrei fare sì che tutte le aziende, anche delle aree periferiche, possano godere interamente dell'attenzione di cui hanno bisogno, soprattutto sul versante delle politiche di innovazione, indispensabili per competere oggi sul mercato. Metteremo a fuoco strumenti di dialogo e sistemi di connessione tali da rafforzare il nostro rapporto con le imprese associate su queste e altri questioni. Avremo bisogno del loro sostegno, specialmente quando affronteremo con le Amministrazioni il tema scottante degli oneri locali. Mi riferisco a tasse come Imu, Tari e Ica, ma anche, ad esempio, all'elevata incidenza dei costi di segreteria per una serie di pratiche burocratiche e, complessivamente, alla necessità di introdurre reali meccanismi di semplificazione burocratica a livello locale".
Questi, oltre al presidente Riccardo Cavicchi, i componenti il Consiglio Direttivo dell'Area Cna di Ferrara – Voghiera – Masi Torello, eletti con il voto degli associati: Pietro Arveda, Roberto Bonora, Emanuele Borasio, Mirco Cavallari, Bruno Faccini, Matteo Fabbri, Davide Ferrari, Devid Fiorini, Davide Franco, Sadegh Haidari, Annamaria Pecorari, Riccardo Roccati ed Emanuela Toselli.

Commenta (0 Commenti)

Inaugurazione nuova sede CNA Copparo

Sabato 18 marzo 2017, ore 10 a Copparo, Viale Giosuè Carducci n. 1/D si terrà 

Inaugurazione Nuova Sede CNA Copparo

 

Ore 10  Saluti di:

Federica Bordin, Presidente CNA Area Copparo Berra

Alberto Minarelli, Presidente CNA Ferrara

Nicola Rossi, Sindaco di Copparo

Paolo Govoni, Presidente Camera di Commercio di Ferrara e di CNA Emilia Romagna


Benedizione uffici nuova Sede

Aperitivo e musica dal vivo

 

Mostra

Per l'occasione verrà anche allestita una mostra con l'esposizione di immagini storiche di Copparo, appartenenti alla collezione del Dr. Giusberto Pellizzola, che ringraziamo

Commenta (0 Commenti)

Sede Cna di Copparo, dal 1° febbraio si trasferisce in viale Carducci 1/D

A partire da mercoledì 1° febbraio, la Sede della Cna di Copparo si sposta in viale Giosuè Carducci n. 1/D, al primo piano di un palazzo di recente ristrutturazione, che ospiterà le attività sindacali, di servizio e di consulenza dell'Associazione rivolte ai propri imprenditori associati, offrendo loro spazi più ampi, luminosi e funzionali.
Infatti, la nuova centralissima sede occupa una superficie di 230 mq, atti ad accogliere nel modo più consono e agevole le imprese che vi si recheranno per le proprie esigenze, con la disponibilità di servizi commerciali, socio sanitari e pubblici a portata di mano e di ampie aree di parcheggio nelle immediate vicinanze.
"Vogliamo testimoniare ai nostri imprenditori – spiega Federica Bordin, presidente dell'Area Cna Copparo – Berra – la volontà di reagire alle difficili condizioni economiche della nostra zona, che coinvolgono tante imprese e famiglie preoccupate per il proprio futuro. L'investimento della Cna in questa nuova e più ampia sede vuole esprimere, da una parte, l'impegno dell'Associazione a fianco degli imprenditori che, tutti i giorni, cercano di mantenere sul mercato la propria azienda, innovandola e migliorandone la competitività, nonostante i tanti problemi che si trovano ad affrontare. Dall'altra, lo sforzo di Cna di rispondere in modo sempre più efficace alle esigenze dei propri associati, a partire da una sede accogliente e funzionale".
"Vogliamo essere pronti ad affrontare al meglio le difficili sfide dei prossimi anni", commenta Francesco Robboni, da qualche mese nuovo responsabile della Sede Cna di Copparo – Berra, dopo avere svolto per diverso tempo un incarico provinciale sempre nell'ambito dell'Associazione. "Lo faremo – conclude - accanto ai nostri imprenditori, cercando insieme di far fronte alla difficoltà, ma anche gettando le condizioni per creare nuove opportunità di sviluppo e di lavoro. Non sarà facile, ma potremo farcela, se sapremo compiere tutti uno sforzo di guardare avanti, come abbiamo voluto fare con la nuova sede".

Commenta (0 Commenti)

Sede Cna di Copparo, dal 1° febbraio si trasferisce in viale Carducci 1/D

A partire da mercoledì 1° febbraio, la Sede della Cna di Copparo si sposta in viale Giosuè Carducci n. 1/D, al primo piano di un palazzo di recente ristrutturazione, che ospiterà, quindi, le attività di servizio e di consulenza dell'Associazione rivolte ai propri imprenditori associati, offrendo loro spazi più ampi, luminosi e funzionali. Infatti, la nuova centralissima sede occupa una superficie di 230 mq, strutturati in uffici funzionali, con la disponibilità della vicinanza a nuomerose attività commerciali, socio sanitarie ed Enti pubblici, a portata di mano degli imprenditori, che si vi si recheranno per le proprie necessità. Inoltre disponibili ampie aree di parcheggio nelle immediate vicinanze

Commenta (0 Commenti)

Ordinanza del Comune di Ferrara relativa alla viabilità per il periodo natalizio.

Si comunica che nel periodo natalizio la viabilità nel centro di Ferrara, sarà modificata come segue:

NEI GIORNI 3, 4, 8, 10, 11, 17, 18, e 24, 25, 26, 31 DICEMBRE 2016 E 1 , 6 , 7 , 8 GENNAIO 2017 DALLE ORE 16,00 ALLE ORE 20,00 ISTITUZIONE DI DIVIETO DI TRANSITO NELLE SEGUENTI VIE:

• Corso Giovecca - da Largo Castello a via Palestro
• Largo Castello - da Corso Giovecca a Viale Cavour,
• Viale Cavour - da Via Spadari a Largo Castello,
• Corso E. I° d'Este - da Largo Castello a Via Padiglioni,
• Via Borgo dei Leoni - da Largo Castello a Via Padiglioni
• Via C.Mayr – da Corso Porta Reno a Via Spronello;

si ammette la circolazione di :
cicli, veicoli al servizio di persone invalide dotate di apposito contrassegno, Bus di linea, taxi, mezzi di soccorso e delle Forze di Polizia, residenti con possibilità di ricovero del veicolo in area privata e turisti ospiti delle strutture di ricezione raggiungibili solamente dalle vie sopra elencate.

Scarica qui l'ordinanza

Commenta (0 Commenti)

Il 5 settembre all'Abbazia di Pomposa celebrazione per il 70° anniversario

Argomenti trattati in questo articolo:

Lunedì 5 settembre, alle ore 18, al Ristorante La Cueva, nei pressi dell'Abbazia di Pomposa (via Pomposa, 24/26), la Cna premia i propri imprenditori di lunga fedeltà associativa dei Comuni di Codigoro, Goro e Mesola, con una cerimonia nel corso della quale interverranno Alberto Minarelli, presidente provinciale della Cna; Giordano Conti, presidente dell'Area Cna del Delta; Enrica Mantovani, presidente della Cna di Codigoro – Goro – Mesola; Alice Zanardi, sindaco di Codigoro; Diego Viviani, sindaco di Goro; Gianni Michele Padovani, sindaco di Mesola; Enrico Dalla Valentina, Area manager di Ferrara di UniCredit Spa, sponsor partner della manifestazione. Conclude Diego Benatti, direttore provinciale della Cna.

"Festeggiamo 70 anni di storia della Cna, ma soprattutto di passione, impegno e fatica dei nostri artigiani – anticipa la presidente della Sede Enrica Mantovani – Ci ritroveremo insieme proprio per ricordare questi anni di lavoro comune, fatti di stima e di rapporti di amicizia, e rendere omaggio a tutte le imprese e imprenditori del nostro territorio, per il contributo che danno, con il loro lavoro, all'intera comunità locale".

Commenta (0 Commenti)

Il domani della casa - sabato 10 settembre ad Argenta

Argomenti trattati in questo articolo:

Come cambia il modo abitare nell'epoca del risparmio energetico e dello sviluppo sostenibile?

Esperti del settore nell'ambito della progettazione nell'edilizia e nell'impiantistica, sia del mondo universitario che privato,  ce lo spiegheranno in questa intensa iniziativa che si tiene ad Argenta il 10 di settembre. Un'intera giornata di interventi dedicati sia alla cittadinanza che agli adetti ai lavori, per diffondere la cultura della sostenibilità ambientale nella casa!

Commenta (0 Commenti)

Ordinanza Divieto di vendita per asporto e consumo bevande - manifestazione Comacchio Beach Festival (2)

E' operativa l'ordinanza n° 11 del 06.06.2016 avente oggetto il divieto di vendita per asporto ed il consumo in contenitori di vetro e lattine per il centro abitato di Porto Garibaldi in occasione del "Comacchio Beach Festival" organizzato dalla società Po Delta Tourism Srl. Precisiamo che l'impianto del testo dell'ordinanza si caratterizza per i seguenti punti:

- Specifica del divieto e attività soggette all'ordinanza: il divieto coinvolge i titolari di pubblici esercizi di somministrazione di alimenti e bevande, le attività commerciali di vendita di cui al D.Lgs n. 114/98, compresi i distributori automatici, le attività artigianali del settore alimentare, i circoli privati e le attività di commercio su area pubblica – l'ordinanza prevede il divieto di vendita per asporto per tutte le bevande in contenitori in vetro e in lattine.
- Luogo di applicazione: tutto il centro abitato di Porto Garibaldi
- Giorni e orari del divieto: dalle ore 21.00 del giorno 11 giugno 2016 alle ore 06.00 del giorno 12 giugno 2016 e dalle ore 21.00 del giorno 12 giugno 2016 alle ore 06.00 del giorno 13 giugno 2016
- Sanzione amministrativa pari ad euro 100,00

 

Scarica qui l'Ordinanza

Commenta (0 Commenti)

Amministrative di Codigoro: confronto con i candidati a Sindaco il 10 maggio

Amministrative di Codigoro: confronto con i candidati a Sindaco

Promosso dalla Cna dell'Area del Delta, si terrà martedì 10 maggio prossimo, alle ore 20,30, all'Auditorium Sant' Eurosia, in via Riviera Cavallotti a Codigoro un incontro tra le imprese e i candidati sindaci alle prossime elezioni amministrative. I lavori saranno aperti dalla vice presidente dell'Area Cna del Delta, Enrica Mantovani, che lascerà poi la parola a domande e interventi degli imprenditori presenti, ai quali risponderanno Alice Zanardi, della Lista "Insieme per Codigoro" (Centrosinistra), Claudio Dolcetti, Lista Movimento 5 Stelle e Marcello Guidi, della Lista "Obiettivo comune" (Centrodestra). Coordina i lavori, Alessandro Fortini, responsabile provinciale dell'Area Sviluppo della Cna.
"Vogliamo misurare i programmi dei candidati sindaci alle prossime amministrative – commenta Enrica Mantovani – a partire da alcune questioni molto concrete, che riteniamo essenziali per il nostro territorio. Innanzitutto, però, riteniamo necessario mettere al centro dell'azione amministrativa della prossima legislatura il sostegno alle piccole e medie imprese che, in questi ultimi anni, hanno continuato a garantire, seppure con grande difficoltà, reddito e occupazione dal nostro territorio. Non si può non sottolineare come questo sistema produttivo del nostro territorio abbia pagato prezzi pesanti alla crisi e tutt'ora debba far fronte ad una situazione dell'economia certo non favorevole. Riteniamo, quindi, indispensabile dare vita ad un progetto di sviluppo condiviso, capace di puntare, fortemente, proprio sul rilancio delle pmi, ossatura fondamentale della nostra economia locale. Sentiamo cosa hanno da dire concretamente i candidati".
Quali sono i nodi fondamentali di un progetto di sviluppo? "Certamente - precisa la vice presidente Cna dell'Area del Delta - abbiamo bisogno di investimenti, in grado di mettere mano a quei fattori di criticità che ostacolano le nostre imprese. Mi riferisco ai problemi della viabilità (vedi, in particolare, la nuova circonvallazione) e delle opere pubbliche per la riqualificazione del territorio, a progetti di valorizzazione turistica del nostro patrimonio artistico, storico e naturalistico. La questione degli appalti è, inoltre, decisiva. Secondo noi, è importante attuare tutte quelle misure previste dalla legge e troppo poco messe in pratica, per fare sì che le piccole imprese possano accedervi. Chiederemo impegni precisi su altri versanti, che le imprese ritengono strategici, come quelli dello snellimento burocratico e della lotta all'abusivismo, dell'alleggerimento del carico fiscale che ne impedisce il rilancio economico".

 

Programma

Apertura dei lavori: Enrica Mantovani, Vice Presidente Cna Delta Ferrarese

Domande del Pubblico

 

Interventi di:

- Alice Zanardi - lista “Insieme per Codigoro”  - centro sinistra

- Claudio Dolcetti - Movimento 5 Stelle 

- Marcello Guidi - lista “Obiettivo comune” – centro destra

Coordina i lavori: Alessandro Fortini, Responsabile Area Sviluppo Cna Ferrara
 

La partecipazione è aperta a tutti

 

Commenta (0 Commenti)

Prossimi accertamenti dell'ICA per le imposte di pubblicità e affissioni (2)

Dai primi giorni delle prossima settimana, I.C.A. s.r.l., la società incaricata dal Comune di Ferrara, per il servizio di accertamento e riscossione delle imposta sulla pubblicità e sulle pubbliche affissioni, inizierà l'attività di censimento delle insegne e delle immagini pubblicitarie sull'intero territorio del Comune di Ferrara.

Scarica qui il Vademecum

Scarica qui il documento delle Esenzioni

Commenta (0 Commenti)

LIBERIAMO L'ARIA - In vigore da domenica 4 ottobre nel Comune di Ferrara

Nell'ambito del Piano Aria Integrato Regionale (PAIR) Emilia Romagna, il Comune di Ferrara ha emesso una ordinanza con validità a decorrere dal 4 ottobre 2015.
In allegato il testo dell'ordinanza dell'1 ottobre 2015 che stabilisce le limitazioni della circolazione dei veicoli relative alle tipologie dei motori e le giornate di limitazione parziale o totale del traffico veicolare.

http://www.cronacacomune.it/notizie/26726/modifiche-alla-viabilita-lordinanza-del-comune-di-ferrara-migliorare-la-qualita-dellaria.html 

Commenta (0 Commenti)

Imprese sostenibili si incontrano all'Antica Fiera di Portomaggiore. Workshop il 19 settembre, aperta la partecipazione

Argomenti trattati in questo articolo:

Il Comune di Portomaggiore promuove, in collaborazione con Delphi International srl e Punto 3, un percorso per rendere la prossima edizione della Antica Fiera di Portomaggiore, in programma dal 18 al 21 settembre prossimi, sempre più sostenibile. La progettazione e la realizzazione dell'evento si conformeranno, infatti, alle linee guida dello Standard Iso 20121 (la norma internazionale per la gestione sostenibile degli eventi), nell'intento, comunque, in linea generale, di coniugare innovazione e salvaguardia dei valori del territorio ospitante la Fiera. Volendo estendere la conoscenza dei principi della sostenibilità alle aziende della provincia, è stato inserito nel programma della Antica Fiera di Portomaggiore un workshop teso a far incontrare imprese che propongono prodotti e servizi sostenibili con attività artigiane della provincia di Ferrara. L'iniziativa, a partecipazione gratuita, si svolgerà in collaborazione con Cna provinciale, sabato 19 settembre, nelle sale di Palazzo Gulinelli a Portomaggiore.

Le aziende interessate a partecipare all'incontro, operanti nei settori alimentare, delle costruzioni, del benessere, del commercio, dei trasporti, della meccanica, della moda, dei servizi alla persona, del turismo e della comunicazione (particolarmente interessati allo sviluppo di politiche sostenibili), possono contattare Delphi International srl (Elisa Anastasi), via Zucchini, 79 – 44122 Ferrara, tel. 0532/1934217, cell. 348/8700643, e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  .

 

Scarica qui il documento sul progetto del workshop

Scarica qui la domanda per partecipare

Commenta (0 Commenti)

Avviso pubblico i danni causati dalle avversità atmosferiche dal 4 al 7 febbraio 2015

Il Comune di Comacchio ha affisso all'albo pretorio on line del sito istituzionale il seguente avviso che interessa la ricognizione dei danni subiti a Febbraio nei nostri Lidi:

 

PER LA RICOGNIZIONE DEL FABBISOGNO FINANZIARIO PER I DANNI SUL PATRIMONIO EDILIZIO PRIVATO, BENI MOBILI E IMMOBILI, LE ATTIVITA' ECONOMICHE E PRODUTTIVE, AGRICOLE ED AGROINDUSTRIALI.

Il Comune di Comacchio, nel rispetto di quanto indicato nella comunicazione del Dott. Maurizio Mainetti in qualità di Commissario Delegato dall'Agenzia Regionale di Protezione Civile prot.n.27401 del 15.05.2015, intende effettuare la ricognizione del fabbisogno finanziario dei danni sul patrimonio edilizio privato, beni mobili e immobili, le attività economiche e produttive, agricole ed agroindustriali in conseguenza delle eccezionali avversità atmosferiche verificatesi dal 4 al 7 febbraio 2015.
Il presente Avviso Pubblico è rivolto ai soggetti interessati che hanno subito danni come sopra descritto;
I soggetti interessati sono tenuti a presentare le Schede di Ricognizione danni e fabbisogni, predisposte dall'Agenzia Regionale di Protezione Civile e che vengono suddivise a seconda della diversa tipologia del bene e dell'attività danneggiata
I soggetti interessati dovranno far pervenire entro e non oltre le ore 12,00 del 06/06/2015 la scheda del danno subito, a seconda della diversa tipologia utilizzando uno dei modelli che si trovano allegati all'avviso on line.
E' possibile la consegna a mano oppure a mezzo posta indirizzando all'URP del Comune di Comacchio, P.zza Folegatti n. 26 ed altresi inviando il tutto all'indirizzo PEC del Comune di Comacchio Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

http://www.comune.comacchio.fe.it/index.php/I-Servizi/Gare-appalti-e-contratti/Gare-e-appalti-aperti/Avviso-Pubblico-per-la-ricognizione-del-fabbisogno-finanziario-per-i-danni-sul-patrimonio-edilizio-privato-beni-mobili-e-immobili-le-attivita-economiche-e-produttive-agricole-ed-agroindustriali

 

Scheda B "OCDPC 232/2015 – Ricognizione del fabbisogno per il ripristino del patrimonio edilizio privato, dei beni mobili e dei beni mobili registrati
Scheda C "OCDPC 232/2015 – Ricognizione dei danni subiti dalle attività economiche produttive
Scheda D "OCDPC 232/2015 – Ricognizione dei danni subiti dalle attività agricole e agroindustriali

 

Commenta (0 Commenti)

Fisco e burocrazia, ma anche efficienza e qualità dei servizi le richieste della Cna al neo Comune di Fiscaglia

Prosegue il giro di incontri tra i dirigenti della Cna Area Delta e i sindaci del Basso Ferrarese, ai quali l'Associazione ha chiesto un confronto per fare il punto sull'economia locale e sulla situazione delle imprese, duramente provate dalla lunga crisi di questi ultimi anni. L'ultimo, in ordine di tempo, è quello tenutosi nei giorni scorsi tra il sindaco di Fiscaglia, Sabina Mucchi e il presidente e la vice presidente dell'Area Cna del Delta, Giordano Conti e Enrica Mantovani, il responsabile dell'Area Luca Corteggiani e il responsabile della Sede Cna di Codigoro, Tiziano Chiarabelli.
Tra i primi punti, posti dall'Associazione al sindaco Mucchi, la richiesta di uno sforzo ancor più stringente della neo-Amministrazione, frutto della recente fusione di Migliarino, Migliaro e Massafiscaglia, sul tema degli oneri fiscali e burocratici che pesano tutt'ora sulle imprese, resi ancor più gravosi, nella fase attuale, da una recessione economica, che ne mette a dura prova la capacità di stare sul mercato. Inoltre, la Cna ha sollecitato azioni di prevenzione e vigilanza da parte del Comune per contrastare il crescente fenomeno dell'abusivismo, che produce gravi danni alle imprese regolari e azioni di promozione e sostegno alla creazione di nuove attività imprenditoriali.
In tema di tassazione locale, il sindaco Sabina Mucchi, nell'assicurare la massima attenzione del Comune alla salvaguardia delle imprese del territorio, ha dichiarato la volontà dell'Amministrazione di non aumentare in alcuna maniera gli indici di prelievo attuali, operando, anzi, per portarli ad un livello di omogeneità nell'ambito di tutto il territorio del nuovo Comune, ritoccando al ribasso quelli in vigore a Massafiscaglia leggermente più elevati rispetto a Migliarino e Migliaro. Confermando, poi, lo spirito di collaborazione, instaurato negli ultimi anni, il sindaco di Fiscaglia ha, quindi, riaffermato l'impegno dell'Amministrazione a sostegno delle imprese del territorio.
Infine, sulla nuova realtà scaturita dalla fusione dei tre Comuni, scelta non solo apprezzata ma, anzi, fortemente voluta dalla Cna dell'Area Delta, i dirigenti dell'Associazione hanno auspicato che la nuova Amministrazione di Fiscaglia sappia qualificarsi con sempre maggiore nettezza, tra le imprese e i cittadini, per la propria capacità di operare scelte precise di efficienza, di contenimento dei costi e più elevata qualità dei servizi. Obiettivi e impegni, questi, che sono alla base del sostegno stesso alla nascita del nuovo Comune, ai quali Cna intende offrire il proprio contributo concreto e costruttivo.

Commenta (0 Commenti)

La Cna del Delta incontra il sindaco di Codigoro Rita Cinti Luciani per parlare di abusivismo

Argomenti trattati in questo articolo:

Su richiesta della Cna dell'Area Delta si è tenuto, nei giorni scorsi, un incontro con il sindaco di Codigoro Rita Cinti Luciani, con l'obiettivo di esaminare i problemi dell'economia locale, valutando possibili iniziative a sostegno delle imprese, duramente provate dalla lunga crisi di questi ultimi anni. All'incontro, che si è svolto presso il Municipio, oltre al sindaco erano presenti il presidente e la vice presidente dell'Area Cna del Delta, Giordano Conti e Enrica Mantovani, il responsabile dell'Area Luca Corteggiani e il responsabile della Sede Cna di Codigoro, Tiziano Chiarabelli.

Tra i diversi temi trattati, la crescita rilevante dell'abusivismo che, a parere del presidente Cna Conti, investe ormai quasi tutti i settori, in particolare dei servizi (es. parrucchieri, impiantisti, idraulici, ecc.) e, soprattutto negli ultimi anni, delle costruzioni. Un fenomeno da contrastare con determinazione, ad avviso della Cna, sia attraverso una ampia opera di sensibilizzazione dei cittadini sulla nocività sociale dell'abusivismo, che danneggia pesantemente le imprese in regola e contribuisce a mantenere elevata l'evasione fiscale nel nostro Paese, sia attraverso frequenti controlli degli organi preposti di pubblica sicurezza e vigilanza.

Il sindaco Cinti Luciani ha fornito, a questo proposito, la più ampia disponibilità collaborare, così come su altri terreni di particolare rilevanza per le imprese del territorio, sottolineando come il sostegno al tessuto produttivo rappresenti, per l'Amministrazione, una priorità da perseguire attraverso azioni mirate e risorse dedicate, sia pur limitate da problemi di Bilancio. Infatti, proprio a questo titolo il Comune ha recentemente destinato 50 mila euro che, con il contributo delle Associazioni imprenditoriali del territorio come Cna, andranno ad incentivare le azioni ritenute più efficaci nel dare impulso all'attività delle imprese e all'occupazione.

Da questo punto di vista, Cna ha preannunciato il proprio impegno a portare al confronto (che si terrà prossimamente) alcune proposte, anche alla luce delle esigenze espresse dalle proprie imprese. Infine, l'incontro è servito per fare il punto su una serie di altri temi, dalla situazione delle opere pubbliche e degli appalti, ai tempi di pagamento delle imprese per lavori eseguiti per conto dell'Amministrazione. Infine, la burocrazia, tema sul quale i dirigenti della Cna hanno segnalato la difficoltà delle imprese a far fronte al carico e agli oneri economici imposti da leggi e norme pesanti e farraginose, riconoscendo, per altro, lo sforzo dell'Amministrazione su questo versante, a cominciare dallo Sportello Unico, tra gli esempi di maggiore efficienza e qualità in provincia di Ferrara.

Commenta (0 Commenti)

I dirigenti Cna incontrano il sindaco di Vigarano Mainarda Barbara Paron

Il presidente della Cna dell'Alto Ferrarese, Stefano Grechi e il responsabile della sede Cna Enrico Zappaterra, si sono incontrati, nei giorni scorsi, con il sindaco di Vigarano Mainarda, Barbara Paron per un confronto sui temi dell'economia e sulla situazione delle imprese locali, segnate dalle profonde difficoltà legate al contesto più generale. Tra le iniziative presentate dall'Associazione, il Progetto Giovani, che vede la Cna della provincia di Ferrara impegnata nel creare opportunità e facilitazioni per avvicinare le nuove generazioni al mondo della piccola e media impresa ed al tempo stesso, rinnovare il tessuto economico locale.
In particolare, il presidente Grechi, consapevole dell'entità del problema, che necessita un impegno più ampio del complesso delle istituzioni e delle forze economiche del territorio, ha chiesto al sindaco Barbara Paron di sostenere tale iniziativa, per quanto compete all'Amministrazione, anche valutando possibili forme di facilitazione per l'inserimento dei giovani nel lavoro e nell'impresa, come ad esempio la totale gratuità delle pratiche per lo start-up d'impresa.
Inoltre, i rappresentanti della Cna hanno fatto il punto con il sindaco Paron su una serie di problemi, che toccano complessivamente le aziende dell'Alto Ferrarese, come quello riferito alla gestione dei rifiuti. Si è condivisa, a questo proposito, l'opportunità di operare per un miglioramento del servizio più in generale, anche a partire dai rilievi formulati dalle imprese relativamente agli elevati costi e ad alcune incongruenze nell'applicazione della Tari.
Infine, il sindaco di Vigarano ha chiesto a Cna piena collaborazione nelle iniziative di marketing territoriale svolte dall'Amministrazione a sostegno dell'economia del Comune, con l'obiettivo di una crescita degli insediamenti produttivi, oltre che del sostegno delle attività economiche già operanti nella zona.
Nella foto: da sinistra il presidente Cna dell'Alto Ferrarese, Stefano Grechi, il sindaco di Vigarano Mainarda Barbara Paron e il segretario della sede Cna Enrico Zappaterra.

Commenta (0 Commenti)

Vuoi approfondire senza impegno questo argomento o semplicemente richiedere informazioni?

Contattaci compilando il modulo sottostante

Rispondiamo sempre a tutte le mail!

Bandi e Opportunità


Leggi tutti gli articoli per questa categoria