News ed eventi

Seminario sul nuovo accordo di welfare per i lavoratori dell'Artigianato

Seminario sul nuovo accordo di welfare per i lavoratori dell'Artigianato

contratto

Il 4 Dicembre 2017 alle ore 18 presso la CNA di Ferrara, via Caldirolo 84 si tiene un Seminario rivolto alle imprese che applicano il contratto dell'Artigianato metalmeccanico e alimentare.

Le associazioni artigiane e i sindacati dei lavoratori dell'Emilia Romagna, hanno sottoscritto un importante accordo che darà vita ad un sistema di welfare generalizzato rivolto ai lavoratori del comparto artigiano. La struttura dell'intesa è fortemente innovativa e crea un nuovo modello di riferimento per il sostegno al reddito dei lavoratori anche attraverso la creazione di un fondo mutualistico che risponde alle nuove esigenze delle imprese e dei lavoratori. Le parti con tale accordo hanno voluto rilanciare la contrattazione artigiana e la redistribuzione del reddito secondo principi che valorizzano gli incrementi di produttività e che permettano la detassazione della produttività.


Relatore: Ughetta Ciatti, Responsabile Area Sindacale CNA Ferrara

Chi è interessato a partecipare invii una email di conferma a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Commenta (0 Commenti)

Il decimo giro d’Italia delle donne che fanno impresa. Comitati per la promozione dell’imprenditoria femminile delle Camere di commercio (2)

Il Giro d'Italia delle donne che fanno impresa è il road show itinerante organizzato da Unioncamere insieme alle Camere di Commercio e ai Comitati per l'Imprenditoria Femminile.
Dieci tappe per informare le imprenditrici e offrire strumenti formativi a chi aspiraa diventarlo, dare visibilità alle dinamiche che riguardano l'occupazione femminile e creare consenso sul tema delle pari opportunità.

Le fonti di finanziamento per la nascita,il consolidamento e la digitalizzazione delle imprese femminili.
Lunedì 4 dicembre 2017 - ore 15.00, Camera di Commercio di Ferrara - Sala conferenze, Largo Castello 10, Ferrara

Per chi fosse interessato ad avere informazioni più dettagliate Camera di Commercio di Ferrara contattare:
Comitato Imprenditoria Femminile
Ufficio Marketing del Territorio, Innovazione e Qualità
tel. 0532783813-820
email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Programma_Ferrara definitivo Scarica qui

 

Commenta (0 Commenti)

ExportTalk: Una nuova visione per posizionarsi nei mercati esteri

ExportTalk: Una nuova visione per posizionarsi nei mercati esteri

 

27 novembre 2017 - dalle 16:30 alle 18:00
Conversazioni con relatori d'eccezione per confrontarsi su come sta evolvendo lo scenario dell'Export, sull'impatto di questi cambiamenti su modelli organizzativi e di business e su come le nuove tecnologie possano supportare le imprese anche nelle strategie di web e social media marketing per posizionarsi al meglio nei mercati esteri.

Temi trattati:

  • "I nuovi paradigmi dell'export: come cambiano i modelli organizzativi e di business"
  • "Nuove Tecnologie a supporto delle imprese"
  • "Web e Social Media Marketing: come orientare al meglio il posizionamento dell'impresa nei mercati esteri"
  • "Conversazione con esperti di UniCredit per confrontarsi su quali siano i paesi a maggior potenziale di crescita per il Made in Italy"

 

Per chi fosse interessato a partecipare è pregato di mandare un email a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

AGENDA ExportTalk 27 11 Ferrara  Scarica qui

Commenta (0 Commenti)

SAN.ARTI: l'assistenza sanitaria per il mondo dell'Artigianato

San.Arti nasce per garantire una importante protezione sociale – sanitaria integrativa rispetto a quella fornita dal Servizio Sanitario Nazionale. A partire dal 2015 tale Fondo è stato esteso anche agli imprenditori, ai collaboratori, ai soci e ai familiari delle imprese artigiane e dei titolari delle PMI non artigiane che applicano i CCNL previsti dall'art. 2 del Regolamento del Fondo. 

L'adesione è volontaria. Con tale estensione si consolida una scelta fondamentale delle Parti Sociali dell'Artigianato: la creazione di un sistema di sanità integrativa estesa a tutti i soggetti del mondo dell'Artigianato. CNA Emilia Romagna ha aperto uno sportello accreditato che svolge le seguenti attività: accoglienza iscritto, informazioni sulle attività di SAN-ARTI, illustrazione dei piani sanitari, supporto alle richieste relative alle prestazioni sanitarie e all'iscrizione, help desk nei confronti dei territori provinciali.

Per entrare a far parte della grande famiglia SAN.ARTI. basta collegarsi al sito http://www.cnaemiliaromagna.it/sanarti/ ed iscriversi compilando l’apposita modulistica. L’iscrizione si può effettuare entro il 15 dicembre 2017 mentre le prestazioni sanitarie saranno erogate dal 1° gennaio 2018. La quota di adesione è di € 295.

A livello provinciale è aperto un punto di informazione, promozione gratuito. Contattare Ughetta Ciatti, tel 0532 749111, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


PRESTAZIONI

· Prestazioni gratuite di check – up

· Visite specialistiche

· Prestazioni di alta specializzazione (diagnostica e terapia)

· Ticket per diagnostica e pronto soccorso

· Implantologia odontoiatrica

· Ricovero in istituto di cura per grande intervento chirurgico

· Consulenza medico - farmaceutica gratuita

Titolari, soci e collaboratori possono usufruire anche delle seguenti prestazioni sanitarie

- Pacchetto maternità

- Neonati

- Indennità di convalescenza a seguito di intervento

- Indennità in caso di invalidità permanente

Leggi tutto...

Commenta (0 Commenti)

Il lavoro al centro di un nuovo modello di sviluppo ferrarese

Argomenti trattati in questo articolo:


Oltre 200 persone erano presenti giovedì sera 16 novembre all'Assemblea annuale pubblica di CNA Ferrara, "la dimostrazione che siamo una grande forza sociale e di rappresentanza delle imprese" sottolinea il Direttore Provinciale Diego Benatti, poco prima di lanciare l'inno italiano cantato da un coro della Scuola di Musica Moderna di Ferrara.
Sono stati coinvolti i principali rappresentanti istituzionali locali che hanno individuato la strada da seguire per non perdere un'occasione importante di sviluppo del nostro territorio, in una fase in cui la ripresa sembra ormai avviata.
E il dibattito ha complessivamente trovato convergenza nell'identificare tre capisaldi da porre alla base delle prossime politiche di sviluppo: la centralità del lavoro per qualsiasi nuova strategia di rilancio, perché si è dimostrato il vero cuore della società, la vera fonte ricchezza economica, di valorizzazione delle persone, delle loro competenze e del saper fare; e il lavoro parte dal sistema imprenditoriale su cui vanno liberate energie e risorse. Altro caposaldo fondamentale è risultata la necessità di un'alleanza forte tra istituzioni e imprese per creare un modello di sviluppo unico e ambizioso che ponga Ferrara al centro della progettualità. Ecco che si delinea così l'altro obiettivo fondamentale da perseguire ovvero l'importanza di focalizzarsi sulle peculiarità, le eccellenze del nostro territorio con tutte le sue molteplici vocazioni da quella turistica a quella alimentare e manifatturiera, ma non solo.
L'assemblea è stata aperta dal neo Presidente CNA Emilia Romagna Dario Costantini che ha portato i suoi saluti ed ha enfatizzato il ruolo centrale del lavoro.
Il Sindaco di Ferrara nel ricordare gli investimenti effettuati in questi anni dall'Amministrazione in nuovi progetti, ha sottolineato "l'importanza di relazioni forti tra Istituzioni e Imprese, di un riconoscimento reciproco e di un dialogo continuo per lavorare insieme verso obiettivi comuni".
E' intervenuto inoltre Paolo Govoni, Presidente della Camera di Commercio di Ferrara sostenendo che "bisogna lavorare insieme per creare un ambiente favorevole alla creazione di nuove imprese, soprattutto giovanile e femminile e al consolidamento di quelle esistenti, perché è evidente che senza impresa non c'è lavoro".
Importante è stata la presenza di Patrizio Bianchi, Assessore Regionale, che ricordando il suo affetto per la nostra città ha invitato tutti a "fare un salto di capacità progettuale e di pensare in grande, perché questo territorio ha delle potenzialità importanti che vanno valorizzate senza porsi dei limiti e determinante è la qualità del lavoro che sappiamo esprimere e che ci differenzia".

Davide Bellotti, il Presidente provinciale di CNA Ferrara ha in particolare caldeggiato un nuovo modello di sviluppo territoriale, ponendo alcune proposte dell'Associazione come spunti su cui avviare una nuova progettualità. La prima proposta è di mettere a sistema l'integrazione tra Università e Imprese locali per creare competenze e know how che rimangano nel nostro territorio, spendibili nella realtà imprenditoriale, innescando reciproche opportunità di crescita. Si è poi soffermato sull'importanza di procedere con l'accorpamento degli enti locali, semplificarli e ottimizzarli, liberare risorse per pianificare servizi adeguati alle richieste delle imprese, oltre che per ridurre la pressione fiscale.
Ha proposto inoltre di applicare l'innovazione tecnologica, "impresa 4.0", nell'ambito del turismo e offrire nuovi scenari per l'esperienza turistica, soprattutto nella fruizione dei beni culturali. Si è inoltre concentrato sulle infrastrutture, puntando ad un piano di manutenzione straordinaria del nostro territorio, che coniughi la rigenerazione urbana ad interventi per la messa in sicurezza dai vari rischi, oltre che alla realizzazione di un grande Autoparco a Ferrara Nord con una zona attrezzata per la sosta dei mezzi pesanti. Infine propone di promuovere e commercializzare "FABBRICA FERRARA": un brand che valorizzi, anche all'estero, cosa sappiamo fare nel nostro territorio in tutti gli ambiti di produzione, dalla moda e design al cibo, dall'artigianato artistico al benessere, dalla meccanica all'elettronica, individuandone le eccellenze, scoprendo e risaltando le imprese più innovative.


Assolutamente convincente è stato l'intervento di Daniele Vaccarino, Presidente Nazionale di CNA: "I dati oggi ci confermano che siamo il 2° paese manifatturiero in Europa e l'Osservatorio CNA ci conferma che l'occupazione delle nostre imprese è in crescita del 2,9%, ciò significa che il modello delle piccole imprese, la base del sistema economico italiano, funziona, ha retto la crisi più di quello delle grandi imprese, è in grado di competere sulla qualità e di sostenere la crescita. Quindi dobbiamo smetterla di guardare gli altri sistemi internazionali, perché non ci appartengono. La forza del nostro paese è data dalle piccole e medie imprese, concentriamoci sulla specificità italiana, unica e straordinaria e applichiamo questa modalità anche a livello locale, perché anche il territorio ferrarese ha le sue peculiarità su cui far leva per una crescita che funzioni.

Commenta (0 Commenti)

L'Assemblea pubblica della Cna di Ferrara con proposte per lo sviluppo delle imprese

Argomenti trattati in questo articolo:


L'Assemblea pubblica di CNA Ferrara, in programma Giovedì 16 novembre, a partire alle ore 18, presso la sede provinciale di via Caldirolo a Ferrara, metterà al centro del dibattito l'esigenza di attuare delle politiche per il nostro territorio capaci di mettere in campo progetti e strumenti ben definiti che consentano alla nostra economia di recuperare il gap di competitività rispetto agli altri territori.

"Da tempo" - sottolinea il Presidente Provinciale di CNA Ferrara, Davide Bellotti – "abbiamo sollecitato tutti gli attori pubblici e privati a sedersi attorno ad un tavolo per individuare canali precisi su cui convogliare risorse per lo sviluppo dell'economia ferrarese. Riteniamo che oggi, con i primi segnali di ripresa, ci siano le condizioni per essere operativi e cominciare a realizzare dei progetti puntuali". Per questo CNA Ferrara per l'occasione ha chiamato attorno al tavolo di confronto i tre principali soggetti pubblici protagonisti di quello che potremo chiamare Patto per Ferrara, ovvero Tiziano Tagliani, Presidente Provincia di Ferrara, Paolo Govoni, Presidente Camera di Commercio di Ferrara e Patrizio Bianchi, Assessore politiche europee allo sviluppo, formazione, università, ricerca e lavoro della Regione Emilia Romagna.
L'Assemblea sarà aperta dal neo Presidente di CNA Emilia Romagna, Dario Costantini e sarà conclusa da Daniele Vaccarino, da poco riconfermato al vertice della CNA Nazionale come Presidente, per altri 4 anni.
"Non staremo solo ad ascoltare" - prosegue il Presidente Bellotti - "ma porteremo all'attenzione dei Rappresentanti istituzionali proposte concrete che intendono creare sviluppo per l'artigianato e le piccole e medie imprese, vera spina dorsale del nostro paese. Non possiamo più perdere tempo, è l'ora delle scelte e bisogna cavalcare l'onda della ripresa, seppur ancora debole, che sta caratterizzando la nostra provincia. I dati economici vedono l'occupazione delle nostre imprese associate crescere del 3% rispetto l'anno precedente, in un contesto nazionale dove il prodotto interno lordo a settembre è in crescita del 1,8% su base annua".
L'assemblea sarà preceduta da un momento musicale curato dalla Scuola di Musica Moderna di Ferrara.

Commenta (0 Commenti)

Truffa "Repertorio Digitale Imprese"

Informiamo i nostri Soci che se ricevono questo avviso di pagamento da Repertorio Imprese Digitale per comparire nel sito www.repertoriodigitaleimprese.it è una truffa!

Quindi non va pagato. Per dubbi rivolgersi ai nostri Uffici.

truffa-1

Commenta (0 Commenti)

CNA sulle Calotte: troppo caos, sulla sperimentazione maggiore confronto

Argomenti trattati in questo articolo:

Ferrara - Rispetto alle problematiche sui nuovi cassonetti per la raccolta dell'indifferenziato e sul caos che oggi sta predominando nella città, interviene anche il Presidente di CNA Area di Ferrara, Riccardo Cavicchi: "Noi siamo molto favorevoli ad un sistema premiante per la raccolta differenziata dei rifiuti, ma ci sembra che ultimamente l'Amministrazione confonda il fare informazione, che va benissimo nei confronti dei cittadini in genere, con il fare concertazione, coinvolgendo le rappresentanze sindacali ed i portatori di interessi su una questione molto importante per le imprese oltre che per la collettività, quale è quella dei rifiuti. Non entriamo certo nel merito delle soluzioni tecnologiche individuate, anche perché la loro scelta non ci ha visto coinvolti, però siamo di fronte ad una accelerazione fuori luogo, che va oltre il principio della sperimentazione e nella quale i parametri che vanno ad identificare le tariffe non sono ancora chiari e definiti. Temiamo che il risultato finale sia penalizzare coloro che continuano a conferire i propri rifiuti come han fatto sinora, anziché premiare realmente il risparmio apportato dai virtuosi, con la collettività a sostenere i costi aggiuntivi per garantire ad Hera gli stessi introiti".
Aggiunge: "E' importante inoltre che questa fase, se di sperimentazione si tratta, venga monitorata con degli step e indicatori ben definititi, su cui fare controlli e valutazioni su come procede il nuovo sistema di gestione dei rifiuti".

 


La risposta del Direttore Provinciale di CNA Ferrara, Diego Benatti, alla reazione del Sindaco Tiziano Tagliani sulla questione calotte
Caro Tiziano Tagliani, per la stima nei tuoi confronti e dell'istituzione che rappresenti ritengo che i toni della risposta a Cna sul tema "Calotte" siano oggettivamente sopra le righe. Come sempre si confonde il diritto di critica, doveroso da parte di una grande forza economica e di rappresentanza come la Cna di Ferrara che rappresenta oltre 9.000 imprenditori ed imprenditrici, con una sorta di lesa maestà.
L'intervento del Presidente dell'Area di Ferrara Riccardo Cavicchi a nome di Cna ha semplicemente voluto rimarcare che il percorso di coinvolgimento delle associazioni di categoria da parte dell'Amministrazione Comunale sulle "calotte" doveva essere diverso.
Ciò non significa essere "pro" o "contro" questa amministrazione od un partito.
Significa semplicemente che per noi ci doveva essere una vera "concertazione", ovvero una condivisione a monte delle scelte, per poi insieme andarle a spiegare ai nostri associati. Questo non avrebbe generato il caos che è oggi evidente.
In ogni caso, come abbiamo ribadito in data odierna a te ed alla collega Caterina Ferri, fisseremo insieme un incontro con i nostri associati, ovviamente senza prendere esempio da altre associazioni (perché di questo con orgoglio sinceramente non ne abbiamo bisogno) ma esclusivamente per lavorare insieme affinché ci sia davvero una corretta raccolta dei rifiuti e non siano sempre i soliti, ovvero gli artigiani, i commercianti e le piccole e medie imprese, a pagare di più.

Commenta (0 Commenti)

Entusiasmo e tanti scambi di biglietti da visita a Eat to Meet 2017

Argomenti trattati in questo articolo:

Mercoledì sera 8 novembre, a Palazzo Pendaglia, sede dell'Ipssar "Orio Vergani" si è tenuta la cena Eat To Meet e ancora una volta l'entusiasmo e la soddisfazione dei partecipanti era palpabile. Oltre 70 imprenditori con tanta voglia di conoscersi, di raccontare le proprie esperienze e progetti, tanti biglietti da visita e brochure in circolo. Un format ormai consolidato e vincente, il giro di tavolo ad ogni pietanza che consente di cambiare commensali per conoscere così più persone. E quello che ancora una volta è emerso chiaramente è che, aldilà delle tecnologie e dei social, non c'è niente di più efficace che guardarsi negli occhi, spiegarsi e capire se c'è del feeling per creare nuove occasioni di business o semplicemente per recepire nuovi stimoli. E tutto ciò mentre si sorseggia del buon vino e delizie preparate saputamente dagli insegnanti e alunni della Scuola del Vergani, specializzata in enogastronomia e ristorazione.
Hanno contribuito ad allietare la serata i doni offerti da alcuni Soci CNA, vinti da una decina di fortunati partecipanti tramite la lotteria che ha intervallato giocosamente diversi momenti della cena.
Hanno partecipato, portando i propri saluti, la padrona di casa, la Preside Roberta Monti, Davide Bellotti, Presidente Provinciale di CNA Ferrara, Diego Benatti, Direttore di CNA Ferrara, Massimo Maisto, vice sindaco di Ferrara, Paolo Govoni, presidente della Camera di Commercio, Marcella Zappaterra, consigliera regionale, mentre il coordinamento è stato seguito da Bruno Faccini, Presidente dei Giovani Imprenditori di CNA promotori e organizzatori dell'iniziativa, con il contributo della Banca BPER.

 

Scarica qui il Catalogo dei partecipanti

Commenta (0 Commenti)

Assemblea pubblica CNA: verso un nuovo patto territoriale - 16 nov

Argomenti trattati in questo articolo:


PROGRAMMA

 

Ore 18 - Registrazione partecipanti

Ore 18.15 - Saluti di Dario Costantini, Presidente CNA Emilia Romagna

Ore 18.30 - TAVOLA ROTONDA

Partecipano:

Davide Bellotti, Presidente provinciale di CNA Ferrara

Tiziano Tagliani, Presidente Provincia di Ferrara

Paolo Govoni, Presidente Camera di Commercio di Ferrara

Patrizio Bianchi, Assessore politiche europee allo sviluppo, formazione, università, ricerca e lavoro  Regione Emilia Romagna

Ore 19.30 - Conclusioni di Daniele Vaccarino, Presidente nazionale di CNA

Coordina: Diego Benatti, Direttore provinciale di CNA Ferrara

 

Invitiamo chi intende partecipare a registrarsi cliccando qui

Commenta (0 Commenti)

Coraggio, cuore e persone: le parole chiave al Premio Cambiamenti

Argomenti trattati in questo articolo:

20 Start up ferraresi che rappresentano il "pensiero innovativo", un modo diverso di fare impresa. Ognuno di loro ha raccontato cosa li contraddistingue, le scelte su cui si sono orientati, quali sono stati i fattori di cambiamento motore della loro imprenditorialità e le parole chiave ricorrenti sono state "coraggio", "cuore" e "persone" necessari ad affrontare con passione le sfide del mercato, mettendosi in gioco. L'importanza delle risorse umane, la valorizzazione dei collaboratori, la loro motivazione e il rispetto, il renderli partecipi di un progetto complessivo è emerso fortemente come un fattore determinante per il successo dell'impresa. Un passaggio culturale importante, considerando che le imprese premiate sono comunque realtà di piccole dimensioni, in un periodo storico in cui la tecnologia è al centro dell'innovazione. Di fatto l'innovazione tecnologica è stata comunque protagonista come fattore di cambiamento per molte delle start up presenti nella serata di lunedì 30 ottobre presso la CNA di Ferrara alla finale territoriale del Premio Cambiamenti.
Sono state quindi selezionate e premiate le tre imprese vincitrici che continueranno la corsa verso il Premio nazionale, tutte accomunate dal fatto di sviluppare attività e ricerca orientate alla sostenibilità ed al bene comune, oltre che all'originalità e alla capacità di introdurre un reale cambiamento nel settore. Si tratta di 4e consulting srl di Ferrara, tecnologie nel settore motoristico industriale, Renovatio Italia srls di Cento, sistemi tecnologici per la governance dei rifiuti e Scent srl di Ferrara, tecnologia diagnostica tumorale.
Sono state inoltre attribuite tre Menzioni speciali rispettivamente per "Commercio" a Carp Lab di Bertoni Mattia di Masi Torello, vendita di articoli di pesca, "Impresa donna" a Green Apple Scarl di Ferrara, servizi socio-educativi ed infine "Ferrara nel mondo" a MMW srl di Ferrara, abbigliamento e accessori di lusso.
Alla Cerimonia di Premiazione erano presenti anche Matteo Fabbri, Vice-presidente di CNA Ferrara che ha sottolineato il fondamentale ruolo di integrazione economica e sociale della piccola e media impresa nel territorio, mentre Bruno Faccini Presidente dei Giovani Imprenditori di CNA Ferrara ha ribadito il valore di iniziative come Premio Cambiamenti, nel dare risalto alle imprese, alla loro energia propulsiva e al loro coraggio.
Importante anche il contributo di Mauro Giannattasio, Segretario generale della Camera di Commercio di Ferrara e il suo plauso alle imprese presenti come leader in ambiti settoriali in cui la crisi ha lasciato dei segni importanti, testimonianza della loro capacità di sapersi evolvere con una vision gestionale.
L'Assessore comunale Caterina Ferri ha sottolineato l'impegno dell'Amministrazione nel sostenere le imprese, ricordando gli ultimi 3 bandi appena usciti, di cui uno rivolto agli investimenti 4.0 e in particolare la detassazione nei primi 5 anni per le Start up, più volte sollecitata da CNA.
Le tre imprese vincitrici saranno segnalate per concorrere al Premio Nazionale che verrà assegnato il 30 novembre a Roma.

Le altre start up che hanno concorso nella provincia di Ferrara:
A+Store Srl, Aicon Industry Srl, Aidél Società Cooperativa, Ali' Baba Kebab, Avéva Di Michele Bottoni, B&P Web Srl, Datapplied, Deltainbarca M/N Dalì, Dieffe Natura, Fzpro, Logikamente Srl, Marinati Cavalieri, Progetto Canapa Ferrara Srl, Venti2esimo Srls.


Di seguito le 3 imprese vincitrici:

Commenta (0 Commenti)

Seminario: "Il futuro a 4 passi: le imprese artigiane verso Impresa 4.0"

Argomenti trattati in questo articolo:

Seminario: "Il futuro a 4 passi: le imprese artigiane verso Impresa 4.0"

Presentazione del progetto CNA Hub 4.0, finalizzato ad accompagnare le imprese artigiane a percorsi di digitalizzazione, fornendo competenze di tipo 4.0 e supporto nella pianificazione e nell’accesso ai finanziamenti pubblici e privati.

Programma

Ore 18 Registrazione

Apertura lavori a cura di Giampaolo Lambertini, Responsabile Area Economica CNA Ferrara

Interventi di:

Marcella Contini, Responsabile Dipartimento Politiche Industriali CNA Emilia Romagna

Roberto Montanari, co-fondatore di Re:Lab e Responsabile Ricerca e Sviluppo

Scarica qui la presentazione dei relatori

 

Partecipazione gratuita. Per info : Amelia Grandi Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  e Debora Tamascelli Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Commenta (0 Commenti)

La responsabilità sociale in rete. Per una nuova conciliazione, tra competitività delle imprese, benessere delle persone e tutela dell'ambiente” specifiche operative del progetto

La nostra Regione ha approvato e cofinanziato il progetto : LA RESPONSABILITA' SOCIALE IN RETE.

Presentato dalla camera di commercio di ferrara , dalla camera di commercio di Ravenna in collaborazione con il Comune di Ferrara Ravenna e con l'adesione delle associazioni di Categoria . Il progetto porrà l'attenzione ad una operazione più culturale e formativa verso gli imprenditori sul tema della responsabilità sociale . Vi saranno tre laboratori dedicati a : L'ECONOMIA CIVILE , L'IMPRESA E LA COMUNITA' TERRITORIALE e WELFARE AZIENDALE . Portando alla attenzione dei partecipanti modelli di eccellenza di aziende leader sulla responsabilità sociale , coinvolgendo ASTER . Inoltre per chi aderisce al progetto vi è una ulteriore opportunità concreta in tema di Responsabilità Sociale di impresa: le aziende che aderiranno ai laboratori avranno anche l'opportunità di partecipare ad un percorso formativo (di cui si farà carico l'azienda speciale CISE della Camera di commercio della Romagna, ente accreditato per la certificazione SA8000) destinato a fornire i principali elementi per la costruzione di un sistema di gestione della RSI coerente con la norma SA8000.
All'interno di un percorso laboratoriale dedicato in maniera specifica alle imprese interessate (che dovranno sottoscrivere un impegno formale a completare l'iter), verranno organizzate due ulteriori giornate formative dedicate a trasmettere ai partecipanti i concetti fondamentali per costruire un sistema di gestione della RSI.
Il percorso destinato alla certificazione SA8000 varia, come impegno e costi, in relazione alle dimensioni aziendali e, in ogni caso, sarà necessario aggiungere i costi di mantenimento triennale.
Ulteriori approfondimenti sul percorso relativo alla certificazione SA8000 possono essere scaricati dal sito del CISE
Grazie ai fondi del progetto regionale, la Camera di commercio si farà carico direttamente del costo del percorso formativo e di una parte (da stabilire anche in relazione al numero e alla tipologia di aziende che aderiranno all'iniziativa) dei costi di certificazione, rimanendo a totale carico dell'impresa il saldo finale triennale per il mantenimento della certificazione.
In occasione del primo laboratorio con le imprese ( a breve avremo il calendario) interverrà Massimo Chiocca del CISE che illustrerà i contenuti ed i tempi del percorso di certificazione SA8000 .
Chi fosse interessato a partecipare può rivolgersi a Ughetta Ciatti Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. CNA o ad Andrea Migliari Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. CCIIA

Commenta (0 Commenti)

Accolte alcune proposte di CNA nei nuovi Bandi del Comune, ma occorrono interventi più strutturali

Argomenti trattati in questo articolo:

In riferimento alla conferenza stampa tenuta dall'Amministrazione Comunale di Ferrara sui nuovi Bandi per le imprese, il Direttore della Cna di Ferrara, DIEGO BENATTI, ha rilasciato la seguente dichiarazione:

"Come CNA di Ferrara già da tempo abbiamo chiesto interventi a sostegno delle neo-imprese, che come sappiamo nei loro primi 3 anni di vita affrontano le maggiori difficoltà ad affermarsi sul mercato ed a sostenere dei costi di avvio e di gestione sicuramente significativi, motivo per cui abbiamo ripetutamente richiesto interventi di sostegno in particolare per la riduzione della pressione fiscale locale. Ecco che oggi esprimiamo soddisfazione e apprezzamento per il contributo che il Comune ha deciso di mettere a disposizione delle imprese per l'abbattimento della TARI, anche se avremo preferito che questa misura di carattere annuale diventasse strutturale così da accompagnare sistematicamente le neo-imprese nei primi anni di vita."
"Relativamente invece al bando sulla sicurezza, sicuramente risponde alle richieste avanzate nell'ultimo periodo da CNA, ma occorre superare la logica emergenziale in modo particolare attraverso un sistema di telecamere poste nei punti strategici delle nostre aree artigianali ed industriali. Va quindi attivato da subito un intervento misto pubblico-privato che garantisca continuità ed efficacia, coinvolgendo le imprese, il Comune, la Prefettura e la Questura"

Commenta (0 Commenti)

Finale Territoriale del Premio Cambiamenti - 30 ottobre 2017

 

Ore 17.30 Registrazione

Conversazione intorno al cambiamento

Le aziende ferraresi candidate al concorso raccontano la loro ricetta per riscoprire le tradizioni, promuovere il proprio territorio e la comunità, innovare prodotti e processi e costruire il futuro.

Partecipano: 

- Mauro Giannattasio, Segretario Generale della CCIAA di Ferrara
- Caterina Ferri, Assessore al Lavoro e allo Sviluppo Territoriale del Comune di Ferrara
- Matteo Fabbri, Vice Presidente di CNA Ferrara
- Bruno Faccini, Presidente di CNA Giovani Imprenditori Ferrara

Modera Diego Benatti, Direttore di CNA Ferrara

Ore 19.00 Premiazione territoriale*

 

*Si ricorda che le finaliste concorreranno al Premio Nazionale 

Si prega di confermare la partecipazione scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Commenta (0 Commenti)

Eat to Meet 2017, la cena tra imprenditori è l'8 novembre

Argomenti trattati in questo articolo:


Torna Eat To Meet, il nuovo modo di fare business nel cuore di Ferrara, l'8 novembre alle ore 20 al Palazzo Pendaglia in via Sogari 3 a Ferrara

Anche quest’anno i Giovani Imprenditori di CNA Ferrara organizzano una serata conviviale informaleche ha l’obiettivo di mettere in relazione tra di loro gli imprenditori, rappresentanti di aziende del territorio e di province limitrofe.

L’evento consiste in una cena, nel corso della quale, al variare di ogni pietanza, si cambia tavolo e quindi commensali, aumentando così la possibilità di conoscere nuovi clienti, fornitori e partner.

PROGRAMMA

20.00  Aperitivo

20.30  Cena - Speed Date Dinner - 3 portate - 3 giri di tavolo - almeno 20 contatti

Lotteria: con premi gentilmente offerti da nostre imprese associate.

Per partecipare è necessario prenotare mandando entro il 31 ottobre la scheda di iscrizione

Ricordiamo inoltre il Catalogo digitale: per facilitare la socializzazione ed i contatti tra le imprese partecipanti alla cena, sarà realizzato un catalogo digitale che sarà pubblicato prima dell’evento.

Per saperne di più contattare Silvia Merli, Responsabile Giovani Imprenditori CNA Ferrara, Tel 0532 749 111, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Commenta (0 Commenti)

Seminario su "Il Jobs Act del alvoro autonomo è legge! Cosa cambia in concreto per i professionisti?

Se sei un professionista con p.iva e vuoi saperne di più dei provvedimenti che ti riguardano contenuti nel Jobs act del lavoro autonomo e su quello che la Regione Emilia Romagna sta facendo a favore dei professionisti allora vieni all'appuntamento di CNA Professioni di Ferrara:
"IL JOBS ACT DEL LAVORO AUTONOMO E' LEGGE! Cosa cambia in concreto per i professionisti?"

Si tiene mercoledì 25 ottobre 2017 alle ore 18:00 presso CNa Ferrara, via Caldirolo 84.

Per iscriversi cliccare qui

Commenta (0 Commenti)

Alla Casa operaia di Bondeno le esperienze dei giovani imprenditori Cna

Argomenti trattati in questo articolo:

Fondate dai padri, e amate con la passione di cui sono capaci i giovani. Easy to meet, iniziativa promossa dai Giovani Imprenditori della Cna, insieme all'Area Cna dell'Alto Ferrarese, tenutasi venerdì sera alla Casa operaia di Bondeno, è un modo informale per far conoscere le imprese tra loro, e soprattutto i giovani che si stanno facendo strada nel proprio territorio, con i loro progetti e sogni. A Bondeno, l'altra sera, al centro dell'attenzione, sono state soprattutto le ultime generazioni di imprese che, in alcuni casi, rappresentano un vero e proprio pezzo di storia dell'economia locale. Come la Cappelli Ricami, attività che, tra le vicissitudini del settore moda, nel quale opera, è riuscita – come ha ricordato il fondatore Paolo, tra l'altro proclamato, recentemente, maestro artigiano - a rilanciarsi più volte, puntando sulla fascia elevata del mercato e conquistando l'apprezzamento di brand di prestigio nazionale e internazionale. Attualmente gestita dalle diverse generazioni che convivono e cooperano felicemente alla testa dell'azienda, la Cappelli Ricami sa unire tradizione artigianale più autentica e tecnologia modello 4.0.
Unica anche la storia della Corbus di Pilastri, 70 anni di vita, impresa importante di servizi di trasporti di linea e turistici, alla cui testa è oggi il giovane Leonardo Cornacchini, che ha raccolto il testimone del padre Pier Gianni scomparso recentemente, che ha saputo creare una realtà di grande spessore, oggi proiettata verso il futuro grazie alla continua qualificazione dei servizi, alla adozione di mezzi sempre più sofisticati, carica di progetti di ulteriore crescita.
O, ancora, la Vetreria Box Doccia Sant'Agostino, raccontata da Valeria Balboni, impresa che oggi la giovane gestisce insieme al fratello, seguendo l'esempio di dedizione al lavoro e capacità imprenditive del padre; un esempio straordinario di come la forza dei legami familiari e le risorse delle piccole imprese sanno vincere le sfide più difficili, come quella di rialzarsi dalla devastazione del sisma.
C'è molto idealismo in questi giovani che, nell'azienda di famiglia, stanno investendo sogni e progetti, con l'umiltà di chi sa che deve tanto imparare, ma tutto il back ground imprenditoriale e la volontà di impegnarsi sufficiente per cavarsela alla grande.
"La mia è un'impresa normale – ha spiegato con modestia Nicola D'Andrea, da qualche anno titolare dell'omonima attività di arte funeraria e monumentale di Bondeno – ma l'ho sentita da sempre come mia. Nessuno potrà eguagliare le capacità di mio padre, che l'ha fondata, ma io farò del mio meglio per renderla sempre più forte e competitiva, anche attraverso l'innovazione. Il valore delle nostre imprese va oltre i semplici numeri di fatturati e volumi d'affari, sono una ricchezza per il territorio. Ed è nostra responsabilità mantenerle in salute e competitive".
All'incontro, coordinato da Bruno Faccini, presidente provinciale di Cna Giovani Imprenditori, sono anche intervenuti Simone Saletti, assessore comunale alle attività produttive di Bondeno, Marco Bertazza che ha illustrato il Progetto Canapa, Debora Tamascelli, responsabile Promozione e Incentivi di Cna Ferrara e Silia Merli, responsabile provinciale Giovani Imprenditori Cna.

Commenta (0 Commenti)

CNA coorganizza il FESTIVAL RICREA, LA RIGENERAZIONE URBANA PARTE DA FERRARA

Argomenti trattati in questo articolo:

Può una piccola città di provincia trasformarsi nella capitale della rigenerazione urbana? Basterebbe una gita a Ferrara, nel cuore della pianura padana, per togliersi questo dubbio, per scoprire che spesso è proprio nel cuore della tradizione che si possono incontrare gli esperimenti più innovativi, non solo da punto di vista urbanistico ma anche sociale. Per svelare al mondo cosa sta succedendo all'interno delle antiche mura, per presentare il nuovo volto della città, il capoluogo estense ospiterà dal 20 al 22 ottobre RiCrea, il primo festival italiano dedicato alla rigenerazione creativa di spazi e quartieri.

Le sperimentazioni avviate a Ferrara, solitamente dipinta come un tranquillo "paesone" dal profilo rinascimentale, non si contano più. Negli ultimi cinque anni la vecchia caserma dei pompieri è diventata una factory, i magazzini fluviali un centro culturale, nelle sale del deposito comunale sono stati allestiti un teatro e una sala prove. Tra i giardini segreti del nucleo medievale un cassero del Quattroc

ento è stato recuperato per ospitare un coworking. Il decrepito Teatro Verdi, dove cinquant'anni fa si andava per assistere alla "rivista", con i comici e le ballerine, è in fase di ristrutturazione: diventerà un'arena polivalente per la promozione della mobilità sostenibile, con tanto di museo della bicicletta e bike cafè. L'antico mercato ortofrutticolo è sottosopra: al suo interno troverà spazio l'Urban Center.

Il festival RiCrea – organizzato da Unife, Factory Grisù, Cna Ferrara e Camera di Commercio – racconterà queste esperienze, e tanto altro: accoglierà le voci dei più interessanti casi studio italiani e stranieri, da Favara a Medellin, per offrire non solo agli addetti ai lavori ma soprattutto ai cittadini l'opportunità di approfondire un processo di cambiamento che diventerà col tempo sempre più urgente e diffuso, di dialogare a tu per tu con i professionisti che per primi vi si sono dedicati, per capire quali possibili direzioni può intraprendere chi decide di cercare nuovi utilizzi per vecchi spazi.

Un weekend di tavole rotonde, laboratori, convegni e presentazioni al quale parteciperanno ospiti le cui attività sono riconosciute e studiate a livello internazionale, come Paolo Cottino di KCity, Werher Albertazzi di Planimetri Culturali, Laura Caruso di CasermArcheologica, Alfonso Raus di CittadinanzAttiva, Alessandra Bonfanti di PiccolaGrandeItalia, Davide Cristofani di Magazè e tanti altri.

Particolare attenzione sarà riservata a Farm Cultural Park, residenza per artisti insediata in un borgo altrimenti disabitato, motore del primo centro culturale turistico siciliano, che proprio nelle ultime settimane è stata protagonista di una consistente polemica riguardante la possibilità di tracciare percorsi culturali, economici e sociali inediti in un contesto amministrativo e legislativo non sempre pronto a rapportarsi con la novità. A raccontare la bellezza, oltre alle difficoltà, di questo brillante esperimento interverrà il suo ideatore e coordinatore, Andrea Bartoli.

Da non perdere gli incontri dedicati ai bandi in corso e ai nuovi progetti, come Incredibol, ImpactScool, Mappi-na, MuseoMix, RemTech.

Il festival si terrà nel luogo che maggiormente rappresentano il volto nuovo di Ferrara: Factory Grisù, un tempo caserma dei vigili del fuoco, oggi studio e officina per programmatori 3D, grafici, fotografi, editori, esperti di e-commerce e designer. Il cantiere che completerà la sua riqualificazione è ancora in corso, e diventerà esso stesso argomento di discussione, visto che quando l'intero edificio sarà pronto si apriranno nuovi spazi a disposizione di chi farà richiesta.

CNA ha partecipato all'organizzazione dell'intero evento e vi aspetta all'Inaugurazione con Il Presidente Provinciale Davide Bellotti, e in particolare al workshop "RIGENERAZIONE MOLECOLARE" dove il Presidente di CNA Costrzioni Riccardo Roccati darà un importante contributo.

 

Per vedere l'intero programma https://www.ricrea.city/programma 

Commenta (0 Commenti)

La Cna consegna riconoscimento alla Mangolini Confezioni per i 50 anni di vita e adesione

Argomenti trattati in questo articolo:

Cinquanta anni di lavoro incessante, di relazioni quotidiane tra persone trasformatesi, nel tempo, in una specie di famiglia: non sono, certo, un fatto comune. La Mangolini Confezioni srl di Goro festeggia quest'anno, una lunga importante storia imprenditoriale che, di per sé, costituisce un successo, se si pensa al settore nella quale opera, il tessile – abbigliamento, che ha conosciuto, anche negli anni più recenti, una crisi che ne ha ridimensionato pesantemente struttura produttiva e forza lavoro.
E invece, la ditta, partita dal coraggio di una donna, Follia Bugnoli, con la collaborazione del genero Enzo Mangolini, è ancora lì: una trentina di dipendenti, produzione di elevata qualità, con un proprio apprezzato marchio, "Philo", esportata in tutta Europa, Russia, Australia, Taiwan, Corea, Giappone. E associata alla Cna, da quando ha aperto i battenti.
Un anniversario felice, festeggiato, nei giorni scorsi, con la consegna di una targa celebrativa dal direttore provinciale della Cna Diego Benatti e dal responsabile della Cna di Codigoro Tiziano Chiarabelli, in occasione di una informale e calorosa visita in azienda. Il riconoscimento è stato anche il modo per dire grazie: per la forza e il valore di un lungo legame associativo e per il contributo rilevante che l'impresa, diretta da Enzo Mangolini, genero della fondatrice, e dal figlio Robert, ha offerto all'economia e all'occupazione, soprattutto femminile, del territorio del Delta.
Capispalla e abiti di grande stile e qualità, interamente made in Italy, dalla ideazione dei campionari, al taglio e alla confezione: tutto creato e realizzato in azienda. La perizia e la sapienza che rendono questi capi fortissimi sul mercato provengono dalle lavoratrici, "la maggior parte delle quali – puntualizza, con una certa commozione, Enzo Mangolini - sono con noi da una vita e che porteremo alla pensione. Di questo fatto, i titolari vanno giustamente orgogliosi".
Nel 1967 fu un atto di grande coraggio, per Follia e la sua famiglia, tentare una impresa, non solo sulla spinta della passione per tutto ciò che riguardava il cucire e il creare, ma anche per il desiderio di costruire qualcosa di migliore per sé e la propria terra, allora molto povera. Uno spirito che si è rivelato invincibile.

Nella foto: l’intero staff della Mangolini Confezioni di Goro alla consegna della targa Cna, alla presenza del direttore provinciale Diego Benatti e del responsabile della sede Cna di Codigoro Tiziano Chiarabelli

Commenta (0 Commenti)

Vuoi approfondire senza impegno questo argomento o semplicemente richiedere informazioni?

Contattaci compilando il modulo sottostante

Rispondiamo sempre a tutte le mail!