News ed eventi

Entusiasmo e tanti scambi di biglietti da visita a Eat to Meet 2017

Argomenti trattati in questo articolo:

Mercoledì sera 8 novembre, a Palazzo Pendaglia, sede dell'Ipssar "Orio Vergani" si è tenuta la cena Eat To Meet e ancora una volta l'entusiasmo e la soddisfazione dei partecipanti era palpabile. Oltre 70 imprenditori con tanta voglia di conoscersi, di raccontare le proprie esperienze e progetti, tanti biglietti da visita e brochure in circolo. Un format ormai consolidato e vincente, il giro di tavolo ad ogni pietanza che consente di cambiare commensali per conoscere così più persone. E quello che ancora una volta è emerso chiaramente è che, aldilà delle tecnologie e dei social, non c'è niente di più efficace che guardarsi negli occhi, spiegarsi e capire se c'è del feeling per creare nuove occasioni di business o semplicemente per recepire nuovi stimoli. E tutto ciò mentre si sorseggia del buon vino e delizie preparate saputamente dagli insegnanti e alunni della Scuola del Vergani, specializzata in enogastronomia e ristorazione.
Hanno contribuito ad allietare la serata i doni offerti da alcuni Soci CNA, vinti da una decina di fortunati partecipanti tramite la lotteria che ha intervallato giocosamente diversi momenti della cena.
Hanno partecipato, portando i propri saluti, la padrona di casa, la Preside Roberta Monti, Davide Bellotti, Presidente Provinciale di CNA Ferrara, Diego Benatti, Direttore di CNA Ferrara, Massimo Maisto, vice sindaco di Ferrara, Paolo Govoni, presidente della Camera di Commercio, Marcella Zappaterra, consigliera regionale, mentre il coordinamento è stato seguito da Bruno Faccini, Presidente dei Giovani Imprenditori di CNA promotori e organizzatori dell'iniziativa, con il contributo della Banca BPER.

 

Scarica qui il Catalogo dei partecipanti

Commenta (0 Commenti)

Assemblea pubblica CNA: verso un nuovo patto territoriale - 16 nov

Argomenti trattati in questo articolo:


PROGRAMMA

 

Ore 18 - Registrazione partecipanti

Ore 18.15 - Saluti di Dario Costantini, Presidente CNA Emilia Romagna

Ore 18.30 - TAVOLA ROTONDA

Partecipano:

Davide Bellotti, Presidente provinciale di CNA Ferrara

Tiziano Tagliani, Presidente Provincia di Ferrara

Paolo Govoni, Presidente Camera di Commercio di Ferrara

Patrizio Bianchi, Assessore politiche europee allo sviluppo, formazione, università, ricerca e lavoro  Regione Emilia Romagna

Ore 19.30 - Conclusioni di Daniele Vaccarino, Presidente nazionale di CNA

Coordina: Diego Benatti, Direttore provinciale di CNA Ferrara

 

Invitiamo chi intende partecipare a registrarsi cliccando qui

Commenta (0 Commenti)

Coraggio, cuore e persone: le parole chiave al Premio Cambiamenti

Argomenti trattati in questo articolo:

20 Start up ferraresi che rappresentano il "pensiero innovativo", un modo diverso di fare impresa. Ognuno di loro ha raccontato cosa li contraddistingue, le scelte su cui si sono orientati, quali sono stati i fattori di cambiamento motore della loro imprenditorialità e le parole chiave ricorrenti sono state "coraggio", "cuore" e "persone" necessari ad affrontare con passione le sfide del mercato, mettendosi in gioco. L'importanza delle risorse umane, la valorizzazione dei collaboratori, la loro motivazione e il rispetto, il renderli partecipi di un progetto complessivo è emerso fortemente come un fattore determinante per il successo dell'impresa. Un passaggio culturale importante, considerando che le imprese premiate sono comunque realtà di piccole dimensioni, in un periodo storico in cui la tecnologia è al centro dell'innovazione. Di fatto l'innovazione tecnologica è stata comunque protagonista come fattore di cambiamento per molte delle start up presenti nella serata di lunedì 30 ottobre presso la CNA di Ferrara alla finale territoriale del Premio Cambiamenti.
Sono state quindi selezionate e premiate le tre imprese vincitrici che continueranno la corsa verso il Premio nazionale, tutte accomunate dal fatto di sviluppare attività e ricerca orientate alla sostenibilità ed al bene comune, oltre che all'originalità e alla capacità di introdurre un reale cambiamento nel settore. Si tratta di 4e consulting srl di Ferrara, tecnologie nel settore motoristico industriale, Renovatio Italia srls di Cento, sistemi tecnologici per la governance dei rifiuti e Scent srl di Ferrara, tecnologia diagnostica tumorale.
Sono state inoltre attribuite tre Menzioni speciali rispettivamente per "Commercio" a Carp Lab di Bertoni Mattia di Masi Torello, vendita di articoli di pesca, "Impresa donna" a Green Apple Scarl di Ferrara, servizi socio-educativi ed infine "Ferrara nel mondo" a MMW srl di Ferrara, abbigliamento e accessori di lusso.
Alla Cerimonia di Premiazione erano presenti anche Matteo Fabbri, Vice-presidente di CNA Ferrara che ha sottolineato il fondamentale ruolo di integrazione economica e sociale della piccola e media impresa nel territorio, mentre Bruno Faccini Presidente dei Giovani Imprenditori di CNA Ferrara ha ribadito il valore di iniziative come Premio Cambiamenti, nel dare risalto alle imprese, alla loro energia propulsiva e al loro coraggio.
Importante anche il contributo di Mauro Giannattasio, Segretario generale della Camera di Commercio di Ferrara e il suo plauso alle imprese presenti come leader in ambiti settoriali in cui la crisi ha lasciato dei segni importanti, testimonianza della loro capacità di sapersi evolvere con una vision gestionale.
L'Assessore comunale Caterina Ferri ha sottolineato l'impegno dell'Amministrazione nel sostenere le imprese, ricordando gli ultimi 3 bandi appena usciti, di cui uno rivolto agli investimenti 4.0 e in particolare la detassazione nei primi 5 anni per le Start up, più volte sollecitata da CNA.
Le tre imprese vincitrici saranno segnalate per concorrere al Premio Nazionale che verrà assegnato il 30 novembre a Roma.

Le altre start up che hanno concorso nella provincia di Ferrara:
A+Store Srl, Aicon Industry Srl, Aidél Società Cooperativa, Ali' Baba Kebab, Avéva Di Michele Bottoni, B&P Web Srl, Datapplied, Deltainbarca M/N Dalì, Dieffe Natura, Fzpro, Logikamente Srl, Marinati Cavalieri, Progetto Canapa Ferrara Srl, Venti2esimo Srls.


Di seguito le 3 imprese vincitrici:

Commenta (0 Commenti)

Seminario: "Il futuro a 4 passi: le imprese artigiane verso Impresa 4.0"

Argomenti trattati in questo articolo:

Seminario: "Il futuro a 4 passi: le imprese artigiane verso Impresa 4.0"

Presentazione del progetto CNA Hub 4.0, finalizzato ad accompagnare le imprese artigiane a percorsi di digitalizzazione, fornendo competenze di tipo 4.0 e supporto nella pianificazione e nell’accesso ai finanziamenti pubblici e privati.

Programma

Ore 18 Registrazione

Apertura lavori a cura di Giampaolo Lambertini, Responsabile Area Economica CNA Ferrara

Interventi di:

Marcella Contini, Responsabile Dipartimento Politiche Industriali CNA Emilia Romagna

Roberto Montanari, co-fondatore di Re:Lab e Responsabile Ricerca e Sviluppo

Scarica qui la presentazione dei relatori

 

Partecipazione gratuita. Per info : Amelia Grandi Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  e Debora Tamascelli Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Commenta (0 Commenti)

La responsabilità sociale in rete. Per una nuova conciliazione, tra competitività delle imprese, benessere delle persone e tutela dell'ambiente” specifiche operative del progetto

La nostra Regione ha approvato e cofinanziato il progetto : LA RESPONSABILITA' SOCIALE IN RETE.

Presentato dalla camera di commercio di ferrara , dalla camera di commercio di Ravenna in collaborazione con il Comune di Ferrara Ravenna e con l'adesione delle associazioni di Categoria . Il progetto porrà l'attenzione ad una operazione più culturale e formativa verso gli imprenditori sul tema della responsabilità sociale . Vi saranno tre laboratori dedicati a : L'ECONOMIA CIVILE , L'IMPRESA E LA COMUNITA' TERRITORIALE e WELFARE AZIENDALE . Portando alla attenzione dei partecipanti modelli di eccellenza di aziende leader sulla responsabilità sociale , coinvolgendo ASTER . Inoltre per chi aderisce al progetto vi è una ulteriore opportunità concreta in tema di Responsabilità Sociale di impresa: le aziende che aderiranno ai laboratori avranno anche l'opportunità di partecipare ad un percorso formativo (di cui si farà carico l'azienda speciale CISE della Camera di commercio della Romagna, ente accreditato per la certificazione SA8000) destinato a fornire i principali elementi per la costruzione di un sistema di gestione della RSI coerente con la norma SA8000.
All'interno di un percorso laboratoriale dedicato in maniera specifica alle imprese interessate (che dovranno sottoscrivere un impegno formale a completare l'iter), verranno organizzate due ulteriori giornate formative dedicate a trasmettere ai partecipanti i concetti fondamentali per costruire un sistema di gestione della RSI.
Il percorso destinato alla certificazione SA8000 varia, come impegno e costi, in relazione alle dimensioni aziendali e, in ogni caso, sarà necessario aggiungere i costi di mantenimento triennale.
Ulteriori approfondimenti sul percorso relativo alla certificazione SA8000 possono essere scaricati dal sito del CISE
Grazie ai fondi del progetto regionale, la Camera di commercio si farà carico direttamente del costo del percorso formativo e di una parte (da stabilire anche in relazione al numero e alla tipologia di aziende che aderiranno all'iniziativa) dei costi di certificazione, rimanendo a totale carico dell'impresa il saldo finale triennale per il mantenimento della certificazione.
In occasione del primo laboratorio con le imprese ( a breve avremo il calendario) interverrà Massimo Chiocca del CISE che illustrerà i contenuti ed i tempi del percorso di certificazione SA8000 .
Chi fosse interessato a partecipare può rivolgersi a Ughetta Ciatti Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. CNA o ad Andrea Migliari Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. CCIIA

Commenta (0 Commenti)

Accolte alcune proposte di CNA nei nuovi Bandi del Comune, ma occorrono interventi più strutturali

Argomenti trattati in questo articolo:

In riferimento alla conferenza stampa tenuta dall'Amministrazione Comunale di Ferrara sui nuovi Bandi per le imprese, il Direttore della Cna di Ferrara, DIEGO BENATTI, ha rilasciato la seguente dichiarazione:

"Come CNA di Ferrara già da tempo abbiamo chiesto interventi a sostegno delle neo-imprese, che come sappiamo nei loro primi 3 anni di vita affrontano le maggiori difficoltà ad affermarsi sul mercato ed a sostenere dei costi di avvio e di gestione sicuramente significativi, motivo per cui abbiamo ripetutamente richiesto interventi di sostegno in particolare per la riduzione della pressione fiscale locale. Ecco che oggi esprimiamo soddisfazione e apprezzamento per il contributo che il Comune ha deciso di mettere a disposizione delle imprese per l'abbattimento della TARI, anche se avremo preferito che questa misura di carattere annuale diventasse strutturale così da accompagnare sistematicamente le neo-imprese nei primi anni di vita."
"Relativamente invece al bando sulla sicurezza, sicuramente risponde alle richieste avanzate nell'ultimo periodo da CNA, ma occorre superare la logica emergenziale in modo particolare attraverso un sistema di telecamere poste nei punti strategici delle nostre aree artigianali ed industriali. Va quindi attivato da subito un intervento misto pubblico-privato che garantisca continuità ed efficacia, coinvolgendo le imprese, il Comune, la Prefettura e la Questura"

Commenta (0 Commenti)

Finale Territoriale del Premio Cambiamenti - 30 ottobre 2017

 

Ore 17.30 Registrazione

Conversazione intorno al cambiamento

Le aziende ferraresi candidate al concorso raccontano la loro ricetta per riscoprire le tradizioni, promuovere il proprio territorio e la comunità, innovare prodotti e processi e costruire il futuro.

Partecipano: 

- Mauro Giannattasio, Segretario Generale della CCIAA di Ferrara
- Caterina Ferri, Assessore al Lavoro e allo Sviluppo Territoriale del Comune di Ferrara
- Matteo Fabbri, Vice Presidente di CNA Ferrara
- Bruno Faccini, Presidente di CNA Giovani Imprenditori Ferrara

Modera Diego Benatti, Direttore di CNA Ferrara

Ore 19.00 Premiazione territoriale*

 

*Si ricorda che le finaliste concorreranno al Premio Nazionale 

Si prega di confermare la partecipazione scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Commenta (0 Commenti)

Eat to Meet 2017, la cena tra imprenditori è l'8 novembre

Argomenti trattati in questo articolo:


Torna Eat To Meet, il nuovo modo di fare business nel cuore di Ferrara, l'8 novembre alle ore 20 al Palazzo Pendaglia in via Sogari 3 a Ferrara

Anche quest’anno i Giovani Imprenditori di CNA Ferrara organizzano una serata conviviale informaleche ha l’obiettivo di mettere in relazione tra di loro gli imprenditori, rappresentanti di aziende del territorio e di province limitrofe.

L’evento consiste in una cena, nel corso della quale, al variare di ogni pietanza, si cambia tavolo e quindi commensali, aumentando così la possibilità di conoscere nuovi clienti, fornitori e partner.

PROGRAMMA

20.00  Aperitivo

20.30  Cena - Speed Date Dinner - 3 portate - 3 giri di tavolo - almeno 20 contatti

Lotteria: con premi gentilmente offerti da nostre imprese associate.

Per partecipare è necessario prenotare mandando entro il 31 ottobre la scheda di iscrizione

Ricordiamo inoltre il Catalogo digitale: per facilitare la socializzazione ed i contatti tra le imprese partecipanti alla cena, sarà realizzato un catalogo digitale che sarà pubblicato prima dell’evento.

Per saperne di più contattare Silvia Merli, Responsabile Giovani Imprenditori CNA Ferrara, Tel 0532 749 111, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Commenta (0 Commenti)

Seminario su "Il Jobs Act del alvoro autonomo è legge! Cosa cambia in concreto per i professionisti?

Se sei un professionista con p.iva e vuoi saperne di più dei provvedimenti che ti riguardano contenuti nel Jobs act del lavoro autonomo e su quello che la Regione Emilia Romagna sta facendo a favore dei professionisti allora vieni all'appuntamento di CNA Professioni di Ferrara:
"IL JOBS ACT DEL LAVORO AUTONOMO E' LEGGE! Cosa cambia in concreto per i professionisti?"

Si tiene mercoledì 25 ottobre 2017 alle ore 18:00 presso CNa Ferrara, via Caldirolo 84.

Per iscriversi cliccare qui

Commenta (0 Commenti)

Alla Casa operaia di Bondeno le esperienze dei giovani imprenditori Cna

Argomenti trattati in questo articolo:

Fondate dai padri, e amate con la passione di cui sono capaci i giovani. Easy to meet, iniziativa promossa dai Giovani Imprenditori della Cna, insieme all'Area Cna dell'Alto Ferrarese, tenutasi venerdì sera alla Casa operaia di Bondeno, è un modo informale per far conoscere le imprese tra loro, e soprattutto i giovani che si stanno facendo strada nel proprio territorio, con i loro progetti e sogni. A Bondeno, l'altra sera, al centro dell'attenzione, sono state soprattutto le ultime generazioni di imprese che, in alcuni casi, rappresentano un vero e proprio pezzo di storia dell'economia locale. Come la Cappelli Ricami, attività che, tra le vicissitudini del settore moda, nel quale opera, è riuscita – come ha ricordato il fondatore Paolo, tra l'altro proclamato, recentemente, maestro artigiano - a rilanciarsi più volte, puntando sulla fascia elevata del mercato e conquistando l'apprezzamento di brand di prestigio nazionale e internazionale. Attualmente gestita dalle diverse generazioni che convivono e cooperano felicemente alla testa dell'azienda, la Cappelli Ricami sa unire tradizione artigianale più autentica e tecnologia modello 4.0.
Unica anche la storia della Corbus di Pilastri, 70 anni di vita, impresa importante di servizi di trasporti di linea e turistici, alla cui testa è oggi il giovane Leonardo Cornacchini, che ha raccolto il testimone del padre Pier Gianni scomparso recentemente, che ha saputo creare una realtà di grande spessore, oggi proiettata verso il futuro grazie alla continua qualificazione dei servizi, alla adozione di mezzi sempre più sofisticati, carica di progetti di ulteriore crescita.
O, ancora, la Vetreria Box Doccia Sant'Agostino, raccontata da Valeria Balboni, impresa che oggi la giovane gestisce insieme al fratello, seguendo l'esempio di dedizione al lavoro e capacità imprenditive del padre; un esempio straordinario di come la forza dei legami familiari e le risorse delle piccole imprese sanno vincere le sfide più difficili, come quella di rialzarsi dalla devastazione del sisma.
C'è molto idealismo in questi giovani che, nell'azienda di famiglia, stanno investendo sogni e progetti, con l'umiltà di chi sa che deve tanto imparare, ma tutto il back ground imprenditoriale e la volontà di impegnarsi sufficiente per cavarsela alla grande.
"La mia è un'impresa normale – ha spiegato con modestia Nicola D'Andrea, da qualche anno titolare dell'omonima attività di arte funeraria e monumentale di Bondeno – ma l'ho sentita da sempre come mia. Nessuno potrà eguagliare le capacità di mio padre, che l'ha fondata, ma io farò del mio meglio per renderla sempre più forte e competitiva, anche attraverso l'innovazione. Il valore delle nostre imprese va oltre i semplici numeri di fatturati e volumi d'affari, sono una ricchezza per il territorio. Ed è nostra responsabilità mantenerle in salute e competitive".
All'incontro, coordinato da Bruno Faccini, presidente provinciale di Cna Giovani Imprenditori, sono anche intervenuti Simone Saletti, assessore comunale alle attività produttive di Bondeno, Marco Bertazza che ha illustrato il Progetto Canapa, Debora Tamascelli, responsabile Promozione e Incentivi di Cna Ferrara e Silia Merli, responsabile provinciale Giovani Imprenditori Cna.

Commenta (0 Commenti)

CNA coorganizza il FESTIVAL RICREA, LA RIGENERAZIONE URBANA PARTE DA FERRARA

Argomenti trattati in questo articolo:

Può una piccola città di provincia trasformarsi nella capitale della rigenerazione urbana? Basterebbe una gita a Ferrara, nel cuore della pianura padana, per togliersi questo dubbio, per scoprire che spesso è proprio nel cuore della tradizione che si possono incontrare gli esperimenti più innovativi, non solo da punto di vista urbanistico ma anche sociale. Per svelare al mondo cosa sta succedendo all'interno delle antiche mura, per presentare il nuovo volto della città, il capoluogo estense ospiterà dal 20 al 22 ottobre RiCrea, il primo festival italiano dedicato alla rigenerazione creativa di spazi e quartieri.

Le sperimentazioni avviate a Ferrara, solitamente dipinta come un tranquillo "paesone" dal profilo rinascimentale, non si contano più. Negli ultimi cinque anni la vecchia caserma dei pompieri è diventata una factory, i magazzini fluviali un centro culturale, nelle sale del deposito comunale sono stati allestiti un teatro e una sala prove. Tra i giardini segreti del nucleo medievale un cassero del Quattroc

ento è stato recuperato per ospitare un coworking. Il decrepito Teatro Verdi, dove cinquant'anni fa si andava per assistere alla "rivista", con i comici e le ballerine, è in fase di ristrutturazione: diventerà un'arena polivalente per la promozione della mobilità sostenibile, con tanto di museo della bicicletta e bike cafè. L'antico mercato ortofrutticolo è sottosopra: al suo interno troverà spazio l'Urban Center.

Il festival RiCrea – organizzato da Unife, Factory Grisù, Cna Ferrara e Camera di Commercio – racconterà queste esperienze, e tanto altro: accoglierà le voci dei più interessanti casi studio italiani e stranieri, da Favara a Medellin, per offrire non solo agli addetti ai lavori ma soprattutto ai cittadini l'opportunità di approfondire un processo di cambiamento che diventerà col tempo sempre più urgente e diffuso, di dialogare a tu per tu con i professionisti che per primi vi si sono dedicati, per capire quali possibili direzioni può intraprendere chi decide di cercare nuovi utilizzi per vecchi spazi.

Un weekend di tavole rotonde, laboratori, convegni e presentazioni al quale parteciperanno ospiti le cui attività sono riconosciute e studiate a livello internazionale, come Paolo Cottino di KCity, Werher Albertazzi di Planimetri Culturali, Laura Caruso di CasermArcheologica, Alfonso Raus di CittadinanzAttiva, Alessandra Bonfanti di PiccolaGrandeItalia, Davide Cristofani di Magazè e tanti altri.

Particolare attenzione sarà riservata a Farm Cultural Park, residenza per artisti insediata in un borgo altrimenti disabitato, motore del primo centro culturale turistico siciliano, che proprio nelle ultime settimane è stata protagonista di una consistente polemica riguardante la possibilità di tracciare percorsi culturali, economici e sociali inediti in un contesto amministrativo e legislativo non sempre pronto a rapportarsi con la novità. A raccontare la bellezza, oltre alle difficoltà, di questo brillante esperimento interverrà il suo ideatore e coordinatore, Andrea Bartoli.

Da non perdere gli incontri dedicati ai bandi in corso e ai nuovi progetti, come Incredibol, ImpactScool, Mappi-na, MuseoMix, RemTech.

Il festival si terrà nel luogo che maggiormente rappresentano il volto nuovo di Ferrara: Factory Grisù, un tempo caserma dei vigili del fuoco, oggi studio e officina per programmatori 3D, grafici, fotografi, editori, esperti di e-commerce e designer. Il cantiere che completerà la sua riqualificazione è ancora in corso, e diventerà esso stesso argomento di discussione, visto che quando l'intero edificio sarà pronto si apriranno nuovi spazi a disposizione di chi farà richiesta.

CNA ha partecipato all'organizzazione dell'intero evento e vi aspetta all'Inaugurazione con Il Presidente Provinciale Davide Bellotti, e in particolare al workshop "RIGENERAZIONE MOLECOLARE" dove il Presidente di CNA Costrzioni Riccardo Roccati darà un importante contributo.

 

Per vedere l'intero programma https://www.ricrea.city/programma 

Commenta (0 Commenti)

La Cna consegna riconoscimento alla Mangolini Confezioni per i 50 anni di vita e adesione

Argomenti trattati in questo articolo:

Cinquanta anni di lavoro incessante, di relazioni quotidiane tra persone trasformatesi, nel tempo, in una specie di famiglia: non sono, certo, un fatto comune. La Mangolini Confezioni srl di Goro festeggia quest'anno, una lunga importante storia imprenditoriale che, di per sé, costituisce un successo, se si pensa al settore nella quale opera, il tessile – abbigliamento, che ha conosciuto, anche negli anni più recenti, una crisi che ne ha ridimensionato pesantemente struttura produttiva e forza lavoro.
E invece, la ditta, partita dal coraggio di una donna, Follia Bugnoli, con la collaborazione del genero Enzo Mangolini, è ancora lì: una trentina di dipendenti, produzione di elevata qualità, con un proprio apprezzato marchio, "Philo", esportata in tutta Europa, Russia, Australia, Taiwan, Corea, Giappone. E associata alla Cna, da quando ha aperto i battenti.
Un anniversario felice, festeggiato, nei giorni scorsi, con la consegna di una targa celebrativa dal direttore provinciale della Cna Diego Benatti e dal responsabile della Cna di Codigoro Tiziano Chiarabelli, in occasione di una informale e calorosa visita in azienda. Il riconoscimento è stato anche il modo per dire grazie: per la forza e il valore di un lungo legame associativo e per il contributo rilevante che l'impresa, diretta da Enzo Mangolini, genero della fondatrice, e dal figlio Robert, ha offerto all'economia e all'occupazione, soprattutto femminile, del territorio del Delta.
Capispalla e abiti di grande stile e qualità, interamente made in Italy, dalla ideazione dei campionari, al taglio e alla confezione: tutto creato e realizzato in azienda. La perizia e la sapienza che rendono questi capi fortissimi sul mercato provengono dalle lavoratrici, "la maggior parte delle quali – puntualizza, con una certa commozione, Enzo Mangolini - sono con noi da una vita e che porteremo alla pensione. Di questo fatto, i titolari vanno giustamente orgogliosi".
Nel 1967 fu un atto di grande coraggio, per Follia e la sua famiglia, tentare una impresa, non solo sulla spinta della passione per tutto ciò che riguardava il cucire e il creare, ma anche per il desiderio di costruire qualcosa di migliore per sé e la propria terra, allora molto povera. Uno spirito che si è rivelato invincibile.

Nella foto: l’intero staff della Mangolini Confezioni di Goro alla consegna della targa Cna, alla presenza del direttore provinciale Diego Benatti e del responsabile della sede Cna di Codigoro Tiziano Chiarabelli

Commenta (0 Commenti)

Residenza Caterina vince il Premio alla "Cittadinanza sociale d'impresa" per avere contribuito all'inserimento lavorativo di persone disagiate

Argomenti trattati in questo articolo:

Un premio alla "Cittadinanza sociale d'impresa": è quello conferito, in questi giorni, nella sede della Camera di Commercio, a tre aziende ferraresi, tra le quali Residenza Caterina, casa di riposo per persone anziane di via Beethoven, associata alla Cna. Il riconoscimento è diretto a valorizzare le attività imprenditoriali che maggiormente, nella nostra provincia, si sono impegnate ad assumere persone svantaggiate, siano esse immigrati o donne e uomini che abbiano perso il lavoro, comunque di difficile inserimento professionale.
Si chiama Gisele Kongue, 45 anni, di nazionalità camerunense, la lavoratrice assunta da Residenza Caterina, prima con tirocinio di inserimento finanziato dall'Asp – Centro Servizi alla persona, poi con un contratto a tempo determinato, che si prolungherà nei prossimi mesi fino al 31 dicembre.
"Siamo molto contenti del lavoro di Gisele – spiega il coordinatore Filippo Botti –. Si è inserita molto bene nel team degli operatori del reparto «Nord 1° Piano», che l'ha sostenuta e aiutata in tutti questi mesi, soprattutto grazie alla disponibilità della Raa Cristina Branchini. D'altra parte Gisele svolge con grande impegno un'attività per la quale è preparata, avendo conseguito la qualifica di operatore sanitario nel 2012".
Il premio alle imprese è parte del Progetto di Accoglienza all'autonomia – Patto per Ferrara, promosso dal Comune di Ferrara, con il sostegno della Camera di Commercio e altri soggetti economici e istituzionali del territorio.
"Crediamo che lo sforzo collettivo profuso – ha dichiarato all'atto della consegna del premio l'assessore alla sanità e servizi del Comune di Ferrara, Chiara Sapigni - abbia ricadute benefiche non solo sulle persone che ne usufruiscono, ma anche sull'intera comunità. Per questo riteniamo importante premiare le aziende che continuano, seppur nelle difficoltà, a garantire inserimenti lavorativi, contribuendo al percorso di autonomizzazione di persone con svantaggio sociale"
Erano, inoltre, presenti alla cerimonia gli assessori comunali Roberto Serra e Caterina Ferri, il presidente e il segretario generale della Camera di Commercio di Ferrara, Paolo Govoni e Mauro Giannattasio e, in rappresentanza della Cna, la responsabile del Dipartimento sindacale Ughetta Ciatti.

Commenta (0 Commenti)

Torna il 23 novembre Cna NetWork Business Day, oltre 700 imprenditori a Bologna per crescere e costruire relazioni d'affari

Argomenti trattati in questo articolo:

Lo scorso anno, a Ferrara, furono oltre 2.300 gli incontri di affari tra le 250 piccole medie imprese protagoniste della edizione 2016 di "Cna NetWork - Business Day": importante momento di incontro dedicato a sviluppare partnership, vendere prodotti o servizi, acquisire contatti strategici e sviluppare una rete di opportunità commerciali senza precedenti.

di scambio di informazioni e di allargamento del mercato, di sviluppo delle relazioni economiche,.
Quest'anno, Cna NetWork, divenuto, negli anni, sempre più un riferimento forte per pmi che vogliono crescere si terrà a Bologna, all'Unipol Arena di Casalecchio di Reno il 23 novembre, su iniziativa delle Cna di Bologna, Ferrara, Forlì-Cesena, Imola, Modena, Parma, Piacenza, Ravenna, Reggio Emilia, Rimini, con il coordinamento di Cna Emilia Romagna, e già sono preannunciati, per l'occasione, oltre 300 pmi, 700 imprenditori, aziende italiane di grande richiamo. Per maggiori informazioni contattare Linda Veronese, Tel 0532 749263, cell 348 1002915, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 
Confermata la formula, pensata per dare la possibilità alle piccole medie imprese conoscere e gettare le basi per future relazioni imprenditoriali tra quante più aziende possibile, nel corso di una giornata, con incontri individuali di 20' ciascuno.
Le imprese interessate possono aderire alla manifestazione iscrivendosi al sito www.cnanetwork.it  dove è possibile consultare il regolamento, le modalità di iscrizione, le quote di partecipazione e gli sconti per gli associati Cna. Nel modulo di adesione le aziende dei diversi settori della produzione e dei servizi, possono presentare la propria attività, prodotti e servizi erogati, i vantaggi delle proprie offerte, cosa può essere fatto per e con altre aziende.

Partecipando al “CNA NetWork – Business Day 2017” le imprese potranno dunque entrare in contatto con altre aziende con cui poter collaborare; con cui confrontarsi su progetti, tecnologie e competenze; a cui presentare le proprie eccellenze e vendere i propri prodotti e servizi. Le aree di possibile collaborazione e scambio vanno dal commerciale a ricerca e sviluppo, a partnership per gli acquisti alla produzione e sub-fornitura. Si possono, inoltre, avviare relazioni per acquisire o vendere licenze e tecnologie, o per la ricerca di partnership societarie, o ancora per internazionalizzare la propria impresa, lanciare prodotti e/o servizi innovativi.

Il tutto con l’affidabilità di Cna che con la sua esperienza sul territorio e la sua conoscenza delle Pmi è la migliore garanzia di un’iniziativa davvero modellata sulle concrete esigenze degli imprenditori.

Da giovedì 9 novembre fino alle ore 12 di domenica 19 novembre le imprese che si sono iscritte potranno prenotare sul sito della manifestazione gli incontri con le altre pmi partecipanti e con le aziende player in base alle proprie preferenze.

Nel corso del “CNA NetWork - Business Day” il 23 novembre si svolgerà anche un importante workshop di interesse nazionale sui temi dell’”Impresa 4.0” e sul Piano nazionale Industria 4.0 con la partecipazione di Istituzioni nazionali e locali.

 

Commenta (0 Commenti)

Il primato di Antea nella lotta alle zanzare, e ora anche la sperimentazione con drone


Dove non arriva l'uomo...ci penserà il drone. Il Centro Ecologia Applicata Delta del Po del Comune di Comacchio, infatti, ha avviato proprio in questi giorni l'impiego sperimentale nella lotta alle zanzare allo stato larvale, in aree nelle quali la presenza umana o di altri mezzi meccanici risulta inaccessibile, o inefficace. La prima prova, realizzata con uno strumento di Aermatica 3 D di Colverde, pilotato a distanza da un tecnico della stessa ditta, è avvenuta in un'area di Comacchio limitrofa alle valli, nei pressi della stazione Foce, ampiamente infestata dalla presenza di larve, sulla quale il drone si è levato più volte irrorando il fluido larvicida. Si tratta di un formulato microbiologico, a base di Bacillus thuringiensis israelensis, caratterizzato da bassissimo impatto ambientale, grazie alla specifica selettività d'azione che lo rende innocuo nei confronti di altri insetti, animali e l'uomo stesso.

A seguire attentamente l'avvio della sperimentazione, Enrico Luciani, responsabile tecnico del Centro Ecologia applicata Delta del Po e Dario Guidi, amministratore delegato di Antea, società di Comacchio aderente alla Cna a cui è stata affidata la direzione tecnica, con una importante e ultradecennale esperienza nella lotta biologica integrata alle zanzare che, in qualche modo, ne fa un esempio unico anche a livello nazionale.
Nello specifico, il progetto finanziato dalla Regione Emilia Romagna e dal Comune di Comacchio, sta operando a pieno ritmo, con un forte impegno da parte dello staff tecnico e operativo addetto alla gestione degli interventi di sorveglianza e lotta. Alla prova tecnica con drone erano presenti, infatti, tecnici e funzionari del Comune di Comacchio, della Regione e dell'Ausl, oltre che delle aziende direttamente interessate, tra le quali il Centro Agricoltura ambiente di Crevalcore, partner di Antea, cui è affidata la direzione scientifica.
Si tenga conto che, tutt'ora, sono quotidianamente sottoposti a trattamento antilarvale vari chilometri del territorio comunale di Comacchio, tra fossi e scoline nelle aree agricole, zone allagate in area naturale, sommerse occasionalmente da piogge e picchi di marea e tombinature staradali. Nel 2017, sono stati utilizzati circa 800 litri di formulato per il trattamento di 300 ettari tra aree naturali e risaie, e 1900 chilometri di fossi e canali, situati prevalentemente nelle aree agricole, mentre in ambito urbano sono state trattate circa 96 mila caditoie stradali. La sperimentazione del drone, prima di arrivare a regime, sarà condotta, durante la prossima stagione in colture agricole (ad esempio, risaie allagate) o zone naturali impervie, nelle quali i normali mezzi e l'intervento umano si dimostrerebbero impossibili o troppo onerosi.

Commenta (0 Commenti)

La bellezza della moda artigiana che sa incantare. Successo della sfilata Cna tra danze luci e poesia

Argomenti trattati in questo articolo:

L’incontro con la moda, quel mix speciale di eleganza formale e fantasia, che non manca di affascinare per la sua inesauribile creatività, ha dato ancora i suoi abbondanti frutti, l’altra sera, sul grande palcoscenico ai piedi del Castello Estense, straordinaria cornice della manifestazione organizzata da Cna e Cna Federmoda di Ferrara, con la direzione artistica di Made Eventi.  Una bellissima edizione, quella della Moda in Castello di quest’anno, alla quale ha partecipato un pubblico da grandi occasioni – più di mille spettatori, con un fitto parterre di rappresentanti delle istituzioni, forze economiche e imprenditoriali ferraresi - sedotto da colori, linee e forme sempre diversi e originali dei capi di moda, presentati a ritmo incalzante dalle undici aziende protagoniste della serata.

L’iniziativa, promossa grazie al contributo della Camera di Commercio e con il patrocinio del Comune di Ferrara, ha avuto il merito di sapersi rinnovare di anno in anno, cercando di non essere mai uguale a se stessa. Ciò, prima di tutto grazie allo sforzo delle imprese della moda,  costantemente impegnate a proporre al pubblico i migliori esempi del proprio lavoro, per farne conoscere la qualità e cura dei dettagli, fattori da sempre distintivi delle piccole imprese del settore moda. Dall’altro, l’attenzione degli organizzatori a valorizzare la spettacolarità di capi e accessori, inserendoli in un evento capace di sorprendere, grazie a molteplici momenti di musica, danza e arte.

Quest’anno, il filo conduttore che ha accompagnato la serata era costituito dalle fantasiose esibizioni della Compagnia “eVolution Dance Theatre”, formazione teatrale di livello internazionale che, proprio da Ferrara, ha fatto partire una importante tournée europea.  Dalla trascinante street dance acrobatica dei luminosi omini, apparsi magicamente nel buio completo della piazza Castello, alle misteriose forme in plastico movimento tra luci e ombre, colori e musica, la manifestazione ha toccato momenti inusuali di poesia e grande appeal.

Ricordiamo le 11 aziende della moda protagoniste: Aldo Shoes (calzature donna e uomo – Ferrara), Atelier Il Sogno (abiti da sposa – Ferrara), Emma B (abbigliamento donna taglie comode – Ferrara), Happy Days  (abbigliamento zero - sedici – Migliarino), Inpell pelletteria  (cinture in pelle artigianali – Ostellato), L’altrame (abbigliamento donna – Ferrara), Lorella Chinaglia  Formazione moda e sartoria (abiti da sera – Ferrara), Pelledoca abbigliamento (abbigliamento donna – Ferrara), Pig'Oh Ideemateriali (gioielli contemporanei - Ferrara), Rosapink lingerie (intimo brasiliano donna – Ferrara), Acconciature Paola Lui&Lei (parrucchieri di Ferrara, che hanno curato anche trucco e acconciature della sfilata). Nel corso della serata è stato, inoltre, presentato il progetto “Estensi.on”, promosso da un gruppo di imprese associate del comparto moda.

Organizzazione tecnica e artistica di Made Eventi, direttore artistico Alessandro Pasetti, regia moda Sandra Baggio; luci, audio e allestimenti a cura di Suono e Immagine. Ha presentato  Laura Sottili. I bimbi di Happy Days soni stati acconciati dai maestri e studenti della Scuola di acconciatura di Ecipar Ferrara. Sponsor della iniziativa: Carice, UnipolSai Assicurazioni, Soenergy, Fitalog, Suono e Immagine; media partner Telestense.

Le riprese integrali de La Moda in Castello saranno trasmesse da Telestense domenica 10 settembre, alle ore 21.

Commenta (0 Commenti)

Cna, accelerare i tempi della Cispadana, opera indispensabile per lo sviluppo dell’Alto Ferrarese

Dopo la pubblicazione del decreto di via della Cispadana, in seguito all'esito positivo della Valutazione di impatto ambientale dell'opera, occorre accelerare la realizzazione della Cispadana, superando "infondate titubanze" che rischiano di rallentarne il percorso, a danno dello sviluppo dell'economia e della crescita dell'Alto Ferrarese.
Lo afferma Raffaella Toselli, presidente dell'Area Cna dell'Alto Ferrarese che, con una propria dichiarazione, sottolinea l'indispensabilità della Cispadana per qualsivoglia obiettivo di rilancio economico di questa area strategica per tutto il territorio provinciale.
"Le nostre imprese hanno bisogno di ritornare a crescere, dopo i pesanti contraccolpi subiti con il sisma del 2012 e la crisi di questi anni – precisa la presidente Toselli –; ne hanno tutte le potenzialità, le capacità produttive e le propensioni all'innovazione. Il loro rilancio è essenziale se vogliamo elevare l'occupazione e il tenore di vita delle nostre popolazioni. Solo a queste condizioni, tra l'altro, è possibile attivare risorse per un forte progetto di qualificazione e tutela ambientale del nostro territorio".
Per questo, "Cna chiede, in particolar modo agli Enti locali, di farsi parte attiva nei confronti della Regione per accelerare i tempi di realizzazione della Cispadana, concludendo, entro il 2017, la parte burocratica di istruzione dei lavori per dare avvio, finalmente, ai cantieri di un'opera sulla quale si discute da ormai 20 anni".
"Nel contempo – aggiunge la presidente Cna dell'Alto Ferrarese - dovrà essere compito dei Comuni promuovere, contestualmente, quelle iniziative amministrative volte a concretizzare le ricadute economiche positive lungo tutto il percorso della Cispadana, senza pensare a nuovi insediamenti produttivi, ma anzi collegando quelli esistenti con i nuovi tratti stradali e promuovendo per questi progetti di rilancio e riqualificazione".
"Si respira un'aria nuova tra le imprese della nostra zona – conclude Toselli – Per questo abbiamo bisogno di infondere fiducia, perché le ferite del sisma e della recessione non sono ancora rimarginate. Ciò è possibile sono attraverso atti concreti e un impegno serio rivolto a coalizzare tutte le risorse, pubbliche e private, attorno a obiettivi condivisi di sviluppo e un'azione concorde per realizzarli. Solo così, l'Alto Ferrarese può ritornare ad essere area trainante e dinamica di sviluppo dell'economia provinciale e regionale".

Commenta (0 Commenti)

Mostra Mercato degli Artigiani artisti itineranti al Buskers Festival

Da sabato 19 fino a domenica 27 agosto, in Largo Castello a Ferrara, in occasione del Buskers Festival 2017, appuntamento con la Mostra mercato degli Artigiani artisti itineranti organizzata dalla Cna. Anche questa VIII edizione la manifestazione si presenta con i caratteri distintivi di eccellenza del migliore artigianato artistico, capace di combinare tradizione e creatività con una precisa impronta di qualità, sapienza manuale, attenzione ai materiali, che contraddistinguono da sempre la produzione made in Italy.

Ventisei le attività protagoniste della mostra mercato al Giardino delle Duchesse. Eccone i nomi: Alessandro Angeli (Epan), Davide Angeli (Dasca), Associazione Onlus Papa Giovanni, Associazione Onlus Matteo 25, Franco Antolini, Silvia Baldocchi, Emanuele Barbugian, Ilaria Bencivenni, Roberta Briatico, Katiuscia Cavajano (Kekam ), Giovanni Cavalleri, Barbara Fanti, Giulia Favaro (Gigi Gioielli), Simona Foglia, Patrizia Gabbanelli, Stefania Gallina, Andrea Giovanelli (Yanez Design), Filippo Longhi, Laura Lunardi, Mattia Menegetti, Maddalena Papagna, Davide Perruccio, Raffaele Scaldarella, Rita Schiavi, Massimo Travagli, Carlotta Visconti. Si va dalla lavorazione della pelle all’oggettistica in ceramica, dalla lavorazione del vetro alla rilegatura dei libri, dall’abbigliamento alla bigiotteria.

La Mostra Mercato è aperta tutti i giorni dalle16,30, i sabati e le domeniche a partire dalle 10,30 del mattino.


 

 

Commenta (0 Commenti)

Per i danni causati dal fortunale CNA chiede lo stato di calamità naturale.

Argomenti trattati in questo articolo:

In seguito ai pesanti danni causati dal fortunale che ha colpito una vasta area del Basso Ferrarese, il direttore provinciale della Cna, Diego Benatti, ha rilasciato la seguente dichiarazione.
"Nell'esprimere la nostra vicinanza e pieno sostegno agli imprenditori e alle popolazioni colpite dal fortunale, chiediamo per l'area interessata dal maltempo il riconoscimento dello stato di calamità naturale. La Cna garantisce il proprio supporto alle imprese che hanno subito danni più o meno pesanti in forma concreta e da subito: gli uffici della sede provinciale dell'Associazione, infatti, saranno pronti a ricevere eventuali segnalazioni di imprenditori associati, sia telefonicamente che per e-mail, anche durante la settimana di Ferragosto."
"La Cna ha già avuto primi incontri con i sindaci dei Comuni colpiti dal fortunale, ai quali ha manifestato il più ampio sostegno e la propria disponibilità a collaborare per il ripristino della normalità. Siamo fiduciosi che le amministrazioni locali stiano operando fattivamente in questo senso, sia per quanto concerne la circolazione sulle strade ancora interrotte al traffico, sia per la fornitura di energia elettrica alle imprese e alle famiglie".
Per segnalazioni e richieste tel. 0532/749111, e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Commenta (0 Commenti)

Microcredito con erogazione diretta di UNIFIDI E.R. per finanziare professionisti, lavoratori autonomi e microimprese

La Regione Emilia Romagna ha assegnato in gestione ad Unifidi E.R. il Fondo per il Microcredito con risorse pari a 2 milioni di euro con la finalità di agevolare l'accesso al credito delle piccole imprese, professionisti e lavoratori autonomi.
Si tratta quindi di un sostegno concreto che la Regione ha voluto mettere a disposizione delle piccole iniziative imprenditoriali che favoriscano sviluppo, nuovi investimenti e crescita dell'occupazione nel nostro territorio.
Le spese finanziate riguardano principalmente gli investimenti in beni strumentali, investimenti in innovazione, soluzioni e prodotti ICT e sviluppo organizzativo, il pagamento di corsi di formazione, la liquidità aziendale legata allo sviluppo dell'attività - compreso il costo del personale aggiuntivo - con esclusione di operazioni di consolidamento passività e/o debiti fiscali. Le spese sono ammissibili con retroattività massima di 3 mesi antecedenti la data di presentazione della domanda, inoltre il progetto dovrà essere rendicontato entro 12 mesi dalla data di erogazione.
Il finanziamento - da un minimo di 5.000€ ad un massimo di 25.000€, con una durata compresa tra i 36 ed i 60 mesi viene erogato direttamente da Unifidi E.R. con la garanzia del Consorzio del 50%, minimi i costi di istruttoria e con interessi a tasso zero.
Il finanziamento può essere richiesto dai i seguenti soggetti:
- Lavoratori autonomi e liberi professionisti operanti in Regione che, alla data della domanda, siano titolari di partita iva da non più di cinque anni, con fatturato negli ultimi 12 mesi non superiore ad € 100.000. I liberi professionisti devono essere iscritti agli ordini professionali o aderenti alle associazioni professionali o costituiti in forme aggregate tra professionisti con gli stessi requisiti delle imprese;

- Imprese individuali, società di persone, società a responsabilità limitata semplificata, società cooperative operanti in Regione, avviate da non più di cinque anni con fatturato negli ultimi 12 mesi non superiore ad € 200.000.
Il soggetto richiedente non dovrà avere un indebitamento di breve superiore a 50.000€.
Le domande possono essere presentate fino al 31 dicembre 2017 tramite Cna Servizi Finanziari Ferrara
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 0532/749111

Commenta (0 Commenti)

Vuoi approfondire senza impegno questo argomento o semplicemente richiedere informazioni?

Contattaci compilando il modulo sottostante

Rispondiamo sempre a tutte le mail!