News ed eventi

Cultura e creatività fonti di crescita economica

Argomenti trattati in questo articolo:

In fondo il teorema è semplice: utilizzare elementi già esistenti, ma "con connessioni nuove", come ebbe a dire il famoso matematico Poincaré, aggiungendo la raccomandazione: "ma che siano utili!". La formula della creatività pare a portata di mano, ma dall'abbozzo di un progetto alla costruzione di qualcosa di veramente innovativo e spendibile sul mercato, capace di produrre valore, crescita, forme nuove di convivenza civile e sociale, è altra cosa.


E' questa particolare combinazione di fattori che ha voluto esplorare l'edizione odierna di CNA Next, promossa dai Giovani Imprenditori di CNA Emilia Romagna, a Ferrara, al Polo Scientifico Tecnologico dell'Università, in una giornata, molto partecipata (oltre 200 i presenti all'iniziativa) tutta dedicata alla "Creattivazione come la creatività diventa innovazione".
Per esplorare i molteplici sentieri, attraverso i quali la germinazione di un pensiero innovativo si trasforma in progetti e opere concrete, i Giovani imprenditori emiliano – romagnoli hanno messo a confronto voci e storie diverse: da Carlo Tunioli, presidente e amministratore delegato di Fabrica (Centro di ricerca Benetton Group sulla comunicazione di Treviso) ad Alessandro Tommasi, public policy manager di Airbnb, il portale online, famoso in tutto il mondo, vera potenza mondiale protagonista di un'idea del viaggiare alternativo, come forma di conoscenza universale di culture e persone e Veruscka Gennari, cofondatrice 2BHappyAgency. Ma anche start up innovative e piccole neo imprese giovanili, che hanno preso vita, appunto, da un'idea o da una passione, dalla voglia di sperimentarsi su tracciati inediti (come Scent di Ferrara che utilizza nanostrutture per la prevenzione dei tumori, oppure Orthoponics di Bologna azienda di design e biotecnologie, LK Lab di Modena che confeziona lastre ceramiche con robot; oppure, Meme Exchange di Ravenna che si occupa di rigenerazione urbana sostenibile e recupero di spazi dimessi).

Ma l'idea, dalla quale può partire quell'innovazione capace di "slancio verso il futuro", se non addirittura fonte di "felicità", come Marianna Panebarco, presidente regionale dei Giovani Imprenditori CNA, ha definito nella propria introduzione il processo di «creattivazione», non pare, di per sé, bastante.
Ed ecco, attraverso le esperienze messe a confronto da CNA Next, vengono alla luce altri fattori chiave, indispensabili a dare corpo ad un nuovo progetto. Ciascuna storia ha particolarità proprie, ma alcuni elementi risultano comuni a tutte. Per Alessandro Tommasi, tecnologia, design, attenzione alle domande dei propri clienti sono stati risultati determinanti nel successo planetario di questo nuovo modo di viaggiare e interagire ai tempi di internet e dei social (160 milioni di persone che interagiscono sulla piattaforma, 3 milioni di annunci, ecc.). Le modalità concrete di realizzazione fanno assolutamente la differenza, così come la capacità di relazione, di lavoro in team, di contaminazione creativa. Fabrica, centro di comunicazione, video, arte e design rivolto a giovani provenienti da tutto il mondo, ha fatto di quest'ultimo aspetto il proprio punto di forza, producendo opere potenti, dense di innovazione e significato.
Quanto l'innovazione sia fonte di ricchezza e crescita lo ha ricordato Valentina Montalto dell'European Commission Dg Joint Research Centre che, riferendosi allo sviluppo delle economie locali ha evidenziato come i territori che investono in progetti innovativi crescano più velocemente di altri. Indubbiamente è questa una strada che richiede competenze sempre più elevate e complesse. A questo proposito, di grande interesse la disponibilità di H-Farm a lavorare con neo imprese «ibride», collaborando con CNA per imprimere accelerazione alla via italiana alle startup. D'altro canto, CNA si propone di ripensare il modello formativo volto alla creazione d'impresa, prendendo spunto dalle esperienze più innovative come H- Farm Education; l'obiettivo è quello di dotare gli artigiani italiani delle competenze digitali e dei modelli manageriali delle aziende più innovative.
La mattinata è stata densa di altri numerosissimi spunti: dalla presentazione del libro (edizioni Hoepli) di Giampaolo Colletti "Sei un genio!" dedicato alle storie di moderni artigiani innovatori, alla testimonianza di Horacio Czertok, regista teatrale argentino del Teatro Nucleo di Ferrara; infine, il confronto tra Andrea Di Benedetto, vice presidente nazionale della CNA e Marco De Rossi della H-Farm Education, sul tema "Investire in idee innovative".

Nel pomeriggio, Focus Startup dedicato a Premi, bandi di finanziamento e opportunità concrete rivolte alle startup, tra cui il bando di finanziamento per startup innovative della Regione Emilia Romagna e la seconda edizione del Premio "Cambiamenti", rivolto al pensiero innovativo delle nuove imprese italiane. Interventi di: Stefano Bianconi, della Direzione Economia della conoscenza, del lavoro e dell'impresa della Regione Emilia Romagna; Stefania Milo, presidente nazionale di CNA Giovani Imprenditori; Massimo Cinini dell'Ufficio Trasferimento Tecnologico dell'Università di Ferrara.

Commenta (0 Commenti)

L'impresa chiede, la Ricerca risponde - Protocollo d'intesa CNA-CNR

L’IMPRESA CHIEDE, LA RICERCA RISPONDE - PROTOCOLLO D’INTESA CNA-CNR
All’interno del percorso dedicato allo sviluppo di un piano di attività specifico per la nostra regione, CNA Emilia Romagna in collaborazione con CNA Ferrara organizza un incontro Mercoledì 14 Giugno 2017, ore 9:15, presso CNA Ferrara, Via Caldirolo 84 - Sala Direzione, primo piano, per permettere alle imprese di confrontarsi su specifiche tematiche con ricercatori impegnati su progetti di ricerca industriale e di trasferimento tecnologico. Il tutto nasce dal protocollo d'intesa tra CNA e il CNR e 11 sono ora le imprese ferraresi che stanno cogliendo l'opportunità e che si divideranno in 4 tavoli tematici: meccanica, materiali, cosmetica e ICT.


Programma
ore 09:15 - Registrazione
ore 09:30 - Apertura dei lavori - CNA FERRARA, D.Bellotti
ore 09:40 - Inquadramento e metodologia - CNA Emilia Romagna, M.Contini e ASTER, G.Gualandi
ore 10:00 - Giro di tavolo imprese - Presentazioni da parte delle imprese partecipanti
ore 11:00 - Overview delle competenze TECNOPOLO BOLOGNA CNR - MIST E-R, V.Pignedoli e PROAMBIENTE A.Poggi
ore 11:30 - Organizzazione dei lavori in tavoli tematici
ore 13:00 - Chiusura in plenaria
Coordinamento di ASTER, G.Gualandi

 

Scarica qui l'invito con i Partner dell'iniziativa

Commenta (0 Commenti)

Ferrara al 53° posto nella classifica nazionale con il 59,7% Il presidente Cna Bellotti: urgente cambiare il sistema fiscale

Argomenti trattati in questo articolo:

Se nel 2016 non si conferma, a livello nazionale, il sensibile calo della pressione fiscale sulle piccole e medie imprese registrato nel 2015, a Ferrara il trend iniziato nel 2014 appare sostanzialmente stabile, con qualche lieve scostamento. E' quanto emerge dal Rapporto 2017 di "Comune che vai, fisco che trovi", l'Osservatorio permanente della Cna sulla tassazione delle pmi, giunto alla quarta edizione, che analizza l'andamento del total tax rate (il peso complessivamente esercitato dal fisco) sulle piccole imprese in 135 città italiane, tra le quali tutti i capoluoghi di provincia.

L'anno scorso, dunque, questo indicatore (media italiana) è rimasto fermo al 60,9%, mentre per il 2017 se ne prevede addirittura l'aumento dello 0,3%, toccando il 61,2%. Questo, a meno che le stesse imprese non optino per il nuovo regime previsto dall'Iri (l'Imposta sul reddito delle imprese, che alleggerisce la tassazione del reddito lasciato in azienda), nel qual caso il Ttr scenderebbe al 58,1%.
Quanto a Ferrara, l'incidenza del prelievo fiscale complessivo sulle piccole imprese cresce, seppur di poco, dal 59,5% del 2015 al 59,7% per il 2016, attestandosi al 53° posto della classifica nazionale dei 135 Comuni. Confermata, inoltre, la data del 5 agosto come Tax free day: giorno in cui, finalmente, le imprese hanno potuto lavorare per se stesse e la propria famiglia, dopo avere assolto per intero alla pesante mole di obblighi fiscali e contributivi che grava su di loro.
Questi i Comuni che si attestano ai vertici della classifica per incidenza della pressione fiscale: Reggio Calabria rimane, anche nel 2016, il capoluogo che maggiormente tartassa le piccole imprese con un Ttr del 73,2%, seguita da Bologna con il 71,9%, Roma al 69,1%, Firenze (69%), Catania (68,5%), Bari (68,1%), Napoli (67,8%), Cremona e Salerno (66,8%), Foggia (66,3%), Sassari (66,1%).

• Ma la classifica dimostra anche che sono possibili politiche più favorevoli alle pmi, nonostante il quadro dei vincoli e delle compatibilità cui si trovano costretti i Comuni: ad esempio Trento, che ha registrato un Ttr pari al 53,9%, o Gorizia con il 54,4%, Cuneo, Imola (Emilia Romagna) e Belluno al 54,5%, Sondrio (54,8%), Udine (55,2%), Carbonia (55,3%), Arezzo e Mantova (55,7%). O, per citare Capoluoghi vicini a Ferrara, Rovigo e Reggio Emilia, con il 57,8%.

Lo evidenzia il presidente provinciale della Cna, Davide Bellotti, sottolineando come Ferrara si registri una sia pur leggero aumento della pressione fiscale e, comunque, sia ancora ben lontana da una reale e consistente riduzione degli oneri che pesano complessivamente sulle piccole e medie imprese.
"Pur comprendendo le difficoltà più generali a cui debbono far fronte i Comuni – puntualizza Bellotti – rimane il fatto che le imprese debbono fare i conti con un fisco talmente esoso da ostacolarne pesantemente la capacità competitiva, in una fase nella quale esse, al contrario, avrebbero bisogno di investire risorse per rilanciarsi sul mercato, cogliendone le opportunità di crescita".
In realtà la pressione fiscale in Italia è troppo elevata, qualunque dato si prenda. "Il problema vero – aggiunge Bellotti - risiede piuttosto nella iniqua distribuzione del carico, che si distingue in modo radicale secondo la natura del reddito e svantaggia le imprese, in particolare le piccole imprese personali. E' arrivato il momento di intervenire su un sistema fiscale evidentemente squilibrato che non tiene conto, tra l'altro, delle profonde trasformazioni dei mercati, in questi anni, della mancata rendita dovuta al rallentamento degli investimenti delle aziende e dei costi crescenti che fanno da contrappeso alla necessità di fare reddito. E' a partire da questa realtà che, anche a livello locale, si può intervenire attivamente sulla leva fiscale: noi siamo disponibili fin da subito al confronto con tutte le amministrazioni locali."

Scarica qui le proposte fiscali di CNA

Scarica qui la classifica completa

Commenta (0 Commenti)

il 21 giugno a Ferrara CNA Next - Creattivazione: come la creatività diventa innovazione

Argomenti trattati in questo articolo:

Pronti per CNA Next Emilia Romagna? Torniamo nel giorno più lungo dell’anno!

21 giugno 2017, ore 9.30 Aula Magna, Polo Scientifico Tecnologico Ferrara (via Saragat, Ferrara)
CREATTIVAZIONE come la creatività diventa innovazione
 

Sai come rendere più creativa la tua azienda e come stimolare un processo di innovazione?

Nel contesto attuale, sempre più globale e competitivo, sapersi rinnovare rispondendo o anticipando i bisogni del mercato diventa determinante per il successo e la crescita aziendale.
Ascolteremo testimonianze importanti, in settori diversi, nello spirito di offrire spunti, opportunità e idee su come far entrare la "creattivazione" nelle nostre aziende. E dopo esserci “Riattivati” nella pausa pranzo, seguirà un Focus Startup per presentare Premi, bandi di finanziamento e opportunità concrete rivolte alle startup.

 

9.30 Saluto

Bruno Faccini Presidente Giovani Imprenditori CNA Ferrara

Laura Ramaciotti, Prorettrice delegata alla Terza Missione e ai rapporti con il territorio

Introduzione - Marianna Panebarco Presidente CNA Giovani Imprenditori Emilia Romagna

Creatività e innovazione per lo sviluppo socio-economico locale
Valentina Montalto European Commission DG Joint Research Centre

La scienza della felicità per creare e innovare in azienda
Veruscka Gennari CoFounder 2BHappyAgency

Come diventare un’azienda di idee 

Carlo Tunioli Presidente e Amministratore Delegato Fabrica

Creatività, innovazione e sharing economy
Alessandro Tommasi Public Policy Manager Airbnb


Presentazione del libro SEI UN GENIO!
L’autore Giampaolo Colletti dialoga con artigiani e innovatori dalle idee geniali


L’arte di evolvere
Horacio Czertok Teatro Nucleo

Investire in idee innovative

Andrea di Benedetto Vice Presidente CNA Nazionale dialoga con Max Ventimiglia Amministratore Delegato H-Farm Education


Testimonianze di creattivazione

13.30 Pranzo di “RIATTIVAZIONE”

14.30
FOCUS STARTUP
Presentazione Bando startup innovative Regione Emilia Romagna
Stefano Bianconi Direzione Economia della conoscenza, del lavoro e dell’impresa - Regione
Emilia Romagna

Presentazione Premio Cambiamenti seconda edizione
Stefania Milo Presidente nazionale CNA Giovani Imprenditori

UniFE per le start up
Massimo Cinini Ufficio Trasferimento tecnologico

Opportunità offerte dal Sistema CNA per le startup
Saranno a disposizione referenti CNA per rispondere alle domande degli intervenuti


La partecipazione è gratuita ma è necessaria l‘iscrizione, puoi farla cliccando qui


Per scaricare l'INVITO CON IL PROGRAMMA clicca qui
Qui puoi trovare alcune indicazioni logistiche


Ti aspettiamo!

Pagina facebook
#creattivazione #cnanexter 



 

Commenta (0 Commenti)

Cna: più coinvolgimento nelle scelte per lo sviluppo del territorio

Argomenti trattati in questo articolo:

Ferrara - Una precisa assunzione di responsabilità verso lo sviluppo dell'economia del territorio: questo il preciso intento di Cna, espresso dal suo nuovo presidente provinciale Davide Bellotti che, nell'incontro stampa che si è tenuto presso la sede dell'Associazione, ha tracciato le linee di iniziativa dei prossimi mesi, gettando sul tappeto, in primo luogo, l'impegno delle imprese e dell'Associazione a fare fino in fondo la propria parte per ricominciare a crescere.

Progetti e reti d'impresa, volontà di investire nell'economia locale, cogliendo le opportunità del mercato, disponibilità al dialogo, capacità di predisporre strumenti tecnici e finanziari atti a supportare lo sforzo innovativo loro richiesto. "Questo – ha precisato Bellotti - spetta alle imprese e alla Cna, che ne rappresenta le domande di sviluppo e di crescita della propria capacità competitiva". "Ma – ha subito aggiunto - occorre un salto nei processi decisionali che le coinvolgono".
Il messaggio di Cna alle istituzioni locali è netto: vogliamo essere presenti preliminarmente nelle scelte strategiche – questa la sostanza - e poter dire la nostra, perché è esclusivamente delle imprese la competenza sui propri fabbisogni e sul loro rapporto con il mercato. Qualsiasi politica di sviluppo deve, quindi, averle come protagoniste.
L'incontro stampa è stato occasione per presentare la nuova presidenza, eletta dall'Assemblea Quadriennale dello scorso 11 maggio, composta, oltre che dal presidente, dai vice – presidenti Roberto Bonora, Federica Bordin, Matteo Fabbri, Claudio Marzola e Alberto Minarelli, con la conferma del direttore provinciale Diego Benatti.
"A Ferrara abbiamo una classe imprenditoriale all'altezza delle sfide dello sviluppo del territorio nel suo complesso, dall'Alto Ferrarese al Delta", ha sottolineato quest'ultimo, osservando come, qualora le proposte di Cna andassero in porto, si creerebbero le condizioni di un ambiente più favorevole allo sviluppo delle imprese. "Non mancano nuovi segnali – ha puntualizzato Benatti - come quello dell'aumento dell'occupazione tra le piccole e medie imprese (+ 3,1%, nell'ultimo anno, rispetto al campione di quasi 900 imprese amministrate da Cna). Ma le condizioni dell'economia rimangono ugualmente complesse, e le imprese artigiane e pmi continuano ancora a calare".
Dalla presidenza di Cna, non un elencazione di obiettivi, ma precise priorità e strategie di azione: dalla attuazione univoca e omogenea su tutto il territorio di normative di rilevanza essenziale per l'economia locale, come il Codice appalti, all'applicazione di comuni e più snelle procedure burocratiche previste dai regolamenti pubblici (parola d'ordine: alleggerire il peso della burocrazia sulle imprese). Indispensabile, inoltre, la diminuzione del carico fiscale sulle attività imprenditoriali e una tassazione agevolata – come più volte richiesto – per le neo imprese. Ancora, si sollecitano maggiori condizioni di sicurezza e legalità nelle aree e insediamenti produttivi del territorio provinciale, come condizione, tra l'altro, per assicurarne l'ulteriore crescita, oltre che le condizioni di operatività.
Ma, qui sta il passaggio tentato attualmente da Cna, il rapporto tra imprese e istituzioni locali deve cambiare: è richiesta una collaborazione più forte e stringente, rispettosa dei ruoli, ma anche rivolta all'integrazione e alla costruzione concreta di piattaforme condivise, progetti a cui ciascun soggetto contribuisca tangibilmente per la propria parte. Dalla cultura al turismo, dall'applicazione dei processi di digitalizzazione a quelli di accesso a Industria 4.0: le imprese possono occupare validamente spazi nei quali è interdetto il ruolo del pubblico. Ad esempio, nelle iniziative rivolte alla commercializzazione dell'offerta culturale e turistica locale, nella creazione di reti imprenditoriali atte a supportare progetti di carattere pubblico – privato, o nello sviluppo di una economia a ridosso di nuove aree di mercato. Ma per fare ciò servono investimenti, risorse da destinare a obiettivi comuni, ma soprattutto integrazione e una nuova e diversa disponibilità a lavorare insieme.

Commenta (0 Commenti)

L'imprenditore Davide Bellotti è il nuovo presidente provinciale della Cna

Argomenti trattati in questo articolo:

Ferrara - Davide Bellotti, 57 anni, noto imprenditore di Comacchio impegnato, da tempo, nel settore del turismo e della cultura, è il nuovo presidente provinciale della Cna. Lo ha eletto ieri sera l'Assemblea Quadriennale della Cna, convocata per il rinnovo degli organi dirigenti dell'Associazione dopo un lungo percorso di confronto democratico, che si è sviluppato nei mesi di marzo e aprile attraverso 20 assemblee nelle Aree territoriali, delle Unioni di mestiere e dei Raggruppamenti di interesse, al quale hanno partecipato complessivamente un migliaio di imprenditori associati con il proprio voto.

Al neo presidente Bellotti, eletto alla unanimità dopo un intenso dibattito sui principali temi riguardanti le politiche della Cna per i prossimi anni, l'Assemblea ha tributato un caloroso applauso, ringraziando sentitamente il presidente uscente Alberto Minarelli, che ha rinunciato a presentare la propria candidatura per il prossimo mandato. Ad entrambi, gli imprenditori, tutti i componenti l'Assemblea intervenuti giovedì sera hanno formulato i più sinceri auguri di buon lavoro.

Davide Bellotti vanta una lunga appartenenza alla Cna a partire dal 1995, fondatore e primo presidente nel 2000 di Cna Turismo ha, dal 2009 al 2014 ricoperto l'incarico di assessore provinciale al Turismo. A conclusione del suo mandato di amministratore, Bellotti ha ripreso il proprio impegno nell'Associazione, divenendo, nel 2016 presidente di Cna Cultura. Commosso per la fiducia accordatagli, il nuovo presidente provinciale della Cna di Ferrara, Associazione che conta attualmente circa 5 mila associati, ha ricordato le ragioni personali dell'impegno assunto per i prossimi quattro anni: "La delizia degli artigiani è sempre stata anche la loro croce – ha spiegato ai presenti - La conosco bene essendo cresciuto in una famiglia di artigiani. Gli artigiani lavorano dalla mattina alla notte, anche quando altri riposano, pensando sempre a due cose: migliorarsi e produrre. Queste qualità e questi valori hanno permesso all'Italia di vantarsi per la loro fantasia nel produrre e per l'estesa e sempre attiva diffusione delle competenze. E' questo il patrimonio che tiene in piedi il nostro Paese, una realtà ancora poco valutata e considerata, soprattutto da chi detiene responsabilità di governo, alla quale dobbiamo contribuire a dare maggiore visibilità e peso nelle scelte che riguardano il futuro del Paese e del nostro territorio".

Valori e molteplicità di esperienze e competenze, nei mestieri e nelle professioni, un forte radicamento nei territori, questo – a giudizio del neo presidente - il volto più ricco e autentico della Cna odierna che deve essere rappresentato nella sua interezza e complessità, sviluppando sempre più forti relazioni e reti tra gli imprenditori e rafforzando il dialogo e il confronto con le istituzioni locali.

"Gli imprenditori Cna non delocalizzano, non portano capitali all'estero, non fanno scatole cinesi con le loro aziende. Venite a vedere – l'invito di Bellotti agli interlocutori esterni all'Associazione - le nostre botteghe. Venite ad osservare cosa abbiamo creato: gli artigiani hanno mani e testa. Sono custodi di antiche tradizioni, ma capiscono anche quando occorre cambiare. Questa cultura, fatta di tante generazioni, fatta di padri che tramandano tradizioni e di figli che sanno che oggi è necessario anche conoscere il mondo ed interpretarlo, è la nostra chiave di lettura dello sviluppo. Noi siamo portatori di un modello che non può fallire perché basato su capacità e abnegazione".

Al termine della riunione, l'Assemblea ha confermato alla unanimità la fiducia nel direttore provinciale Diego Benatti ed eletto i componenti la Presidenza provinciale, che risulta così composta: Davide Bellotti (presidente), vice presidenti Roberto Bonora (imprenditore settore produzione di Ferrara), Federica Bordin (imprenditrice Cooperativa sociale di Copparo), Matteo Fabbri (imprenditore azienda di servizi stampa tridimensionale di Ferrara), Claudio Marzola (imprenditore autotrasporto Copparo), Alberto Minarelli (titolare impresa dispositivi di protezione di Cento).

Commenta (0 Commenti)

Iniziativa sulle novità nell'ambito della legislazione del lavoro, 25 maggio 2017

Argomenti trattati in questo articolo:

UNO SGUARDO SUL LAVORO

Giovedì 25 maggio ore 17,30

Sala convegni CNA Provinciale

 

Un incontro per analizzare le principali novità riguardanti la legislazione del lavoro e l’amministrazione del personale.

Saranno presentate le opportunità per le imprese in tema di lavoro: le agevolazioni per le assunzioni, il welfare aziendale, la detassazione dei premi di produttività.

PROGRAMMA

Ore 17.30

Apertura lavori: Ughetta Ciatti, Responsabile Area Sindacale CNA Ferrara

Quali sono le agevolazioni per le assunzioni 2017?  bonus neet, alternanza scuola lavoro, lavoratori in naspi, maternità, disabili, disoccupati over 50 e donne.”

Paola Bimbatti, Ufficio Legislazione del Lavoro, CNA Ferrara

Welfare aziendale, come cogliere una opportunità utile alle imprese e ai dipendenti, come nuova forma di retribuzione, esempio: contratto della metalmeccanica industria”.

Elisabetta Bergamini, Responsabile Contrattualistica, CNA Ferrara
 

Premio di risultato e detassazione: le condizioni necessarie per usufruire di questa opportunità fiscale e gli accordi sindacali.

Sabrina Blè, Responsabile Legislazione del Lavoro, CNA Ferrara


Ore 19.30 Domande&Risposte. 

 

L’ingresso è riservato alle imprese associate previa iscrizione.

 

Per iscriversi mandare email a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. con nome partecipante e azienda con riferimento all’iniziativa.

ativa.

Commenta (0 Commenti)

Il 18 maggio incontro di presentazione tecnica del progetto Ricava

Argomenti trattati in questo articolo:

Giovedì 18 maggio 2017, alle ore 21.00, presso l'Hotel Plaza di Lido degli Estensi, in Viale dei Lecci 41 si tiene l'incontro di presentazione tecnica del Progetto Ricava.

Il Progetto Ricava nasce dalla necessità di coniugare due elementi di forte criticità dell'economia attuale del territorio del Delta. Da un lato, la necessità di migliorare l'offerta turistica, dall'altro, fornire un impulso al settore delle costruzioni e collegati, particolarmente colpito dalla recessione ancora in corso.
Il Progetto Ricava è pertanto una struttura organizzativa, interamente indicata, che, coordinando una moltitudine di azioni, opportunità e convenzioni, mette insieme tutti gli operatori di questi settori.

Il programma:
Saluto del Presidente dell'Area del Delta Giordano Conti
interventi

- Neo eletto Presidente Provinciale Davide Bellotti
- Lauro Lambertini per CNA Costruzioni
- Dario Guidi Presidente di CNA Turismo
- Riccardo Cavicchi (ex CNA Turismo) 
- Enrico Zappaterra, Responsabile di Comacchio e Migliarino, per la parte tecnica
Discussione aperta con i presenti per domande e risposte
Conclusioni di Davide Bellotti

invitati:
Soci di CNA appartenenti ai settori delle costruzioni ed affini e del turismo e collegati, agenzie turistiche ed immobiliari.

 

 

Per saperne di piu Riqualificazione delle case vacanza, ora è possibile grazie al Progetto RiCaVa Cna

 

Commenta (0 Commenti)

Enterprise Europe Network – SIMPLER: Aperte le iscrizioni all’evento di matching “Innovat&Match 2017”

Argomenti trattati in questo articolo:

A Bologna, l'8 e 9 giugno 2017, due giorni di incontri gratuiti per incontrare potenziali partner tecnologici e di ricerca. Fino al 15 maggio sono aperte le iscrizioni a Innovat&Match, il consueto appuntamento di R2B - Research to Business dedicato alla ricerca di partner tecnologici e di ricerca. Imprese, start-up, ricercatori, università e cluster si incontreranno in meeting pre-organizzati di 30 minuti ciascuno.

L'iniziativa, che si terrà a Bologna l'8 e 9 giugno 2017, è organizzata da ASTER in collaborazione con CNA Emilia-Romagna, Confindustria Emilia-Romagna, ENEA, Eurosportello - CCIAA di Ravenna e Unioncamere Emilia-Romagna. L'evento è un'opportunità nata grazie a Enterprise Europe Network, la più grande rete europea a supporto delle PMI.

I temi di questa edizione di Innovat&Match saranno:
•Agroalimentare
•Edilizia e costruzioni
•Energia e sviluppo sostenibile
•Industrie culturali e creative
•Industrie della salute e del benessere
•Innovazione nei servizi
•Meccatronica e motoristica

Nelle 10 edizioni precedenti, Innovat&Match ha visto la partecipazione di più di 1000 organizzazioni e professionisti provenienti non solo dall'Emilia Romagna e dal resto d'Italia, ma anche da paesi europei e di altri continenti. I partecipanti sono stati impegnati in più di 2560 incontri.

COME PARTECIPARE AL B2B:

La partecipazione delle imprese al B2B "Innovat&Match", che si terrà l' 8-9 Giugno 2017, è gratuita e occorre registrarsi entro e non oltre il 15 maggio pv inserendo il proprio profilo sul sito dedicato all'evento https://www.b2match.eu/r2b2017 indicando come LOCAL SUPPORT OFFICE: CNA Emilia Romagna.

L'evento si svolgerà presso Bologna Fiere, Via della Fiera, 20, 40127 Bologna (Padiglione 33)

Per ricevere maggiori informazioni o un supporto nell'iscrizione ai B2B, contattare:

Elisa Protti – Tel. 051 2133870

Commenta (0 Commenti)

II° edizione del libro con capitolo inedito dedicato all'ultimo decennio Cna, le persone e i valori lungo una storia di 70 anni

Argomenti trattati in questo articolo:


Giovedì 11 maggio, in occasione della propria Assemblea Quadriennale per il rinnovo degli organi dirigenti, Cna presenterà la nuova edizione del libro "Cna Persone e valori", dedicato alla storia dell'Associazione, a partire dall'anno della sua fondazione fino ad arrivare al 2016.
Il testo, corredato da analisi storiche ed economiche (grazie alla collaborazione con il Cds di Ferrara) interventi e testimonianze dei protagonisti e una ragguardevole parte iconografica, contiene un nuovo inedito capitolo incentrato sulle vicende dell'ultimo decennio, particolarmente cruciali sia per l'Associazione, che per lo stesso territorio ferrarese.
Proprio lo scorso anno, la Cna ha celebrato il 70° anniversario e ora la pubblicazione di questo testo, attraverso il quale essa cerca di illuminare ex novo un tratto della propria storia, che corrisponde ad un passaggio di grande complessità.
Dieci anni particolarmente complessi per l'Associazione, caratterizzati comunque da scelte importanti e, soprattutto, da un grande sforzo di innovazione, nel modo di essere della Cna e nel suo rapporto con le imprese associate. Impegno complicato, irto di difficoltà, che ha dovuto fare duramente i conti con una situazione di grande parte delle imprese, spesso schiacciate dalle emergenze imposte dal contesto economico. I prezzi pesanti imposti dalla crisi, attraverso anni di carenza di liquidità e difficoltà ad investire che hanno diminuito la capacità competitiva delle imprese ferraresi, a cui si è aggiunto, successivamente, il sisma del 2012, hanno lasciato pesanti strascichi su tutta l'economia provinciale.

L'esito di questa «battaglia» appare ancora del tutto aperto, anche se l'economia ha, in parte, ripreso a respirare e non mancano segnali positivi. Costituisce, comunque, senza dubbio un atto di coraggio, quello di Cna, che ha voluto completare e aggiornare l'intero arco temporale della propria storia, dai primi passi fino ad oggi, con lo sguardo del "testimone", parte in causa, quindi, di una pagina che ha cambiato irrevocabilmente il volto del nostro territorio. Ma anche con l'intento di dare il via ad una riflessione sui grandi cambiamenti intervenuti in questi anni nel nostro territorio, da un osservatorio parziale ma, al tempo stesso, significativo (sono, a tutt'oggi, 5000 le imprese associate a Cna), non tanto – o solo - per passione storica, quanto per contribuire seriamente a tracciare le linee di un futuro ancora in gran parte da costruire.

Il libro Cna Persone e valori, alla sua II edizione, è edito dalla Cna di Ferrara, testi di Stefano Capatti, ricercatore del Cds di Ferrara, e Morena Cavallini, responsabile della Comunicazione Cna. Progetto grafico e impaginazione, Mario Zanirato & C. sas e Eliotecnica snc.

Nella foto: la copertina della nuova edizione, aggiornata, del libro “Cna persone e valori” ( 1946 - 2016), realizzato dalla Cna di Ferrara

 

Commenta (0 Commenti)

Progetto di digitalizzazione: prossimo incontro nell'Area di San Giorgio

Argomenti trattati in questo articolo:

La Regione Emilia-Romagna intende allargare le opportunità di connessione ultraveloce alla rete nei Comuni capoluoghi di provincia, tra cui Ferrara, per cui si attende entro l'estate un bando di finanziamento di progetti di digitalizzazione i cui destinatari saranno le Amministrazioni comunali ma a beneficio delle piccole e medie imprese.
CNA Ferrara, ha elaborato un progetto, CNA 4.0, che mette assieme competenze, tecnologie e servizi al fine di garantire alle imprese opportunità di innovazione e sviluppo partendo dalla connettività ad alta velocità per poi coinvolgere altri servizi integrati digitali. Un progetto articolato in collaborazione con il Partner tecnologico Acantho, da realizzare insieme all'Amministrazione comunale per dare risposte operative alle esigenze delle imprese delle varie aree produttive di Ferrara, cominciando da tre distinte aree artigianali, in attesa dei finanziamenti pubblici regionali. 

Per parlare di questi temi si tengono i seguenti incontri

- il 18 maggio 2017 ore 18 presso l'azienda TECHNOTERMICA Snc, Via Felice Gioielli N. 12 , Ferrara

- il 25  maggio 2017 ore 17.30 presso CIR – CONCORZIO INSTALLATORI RIUNITI, in Via Zucchini 29, Ferrara (saltata)

- il 1 giugno 2017 ore 18 presso Multicopia e Arredaufficio, Via M. Plattis 2/6, Ferrara


Programma

Ore 18.00
"CNA 4.0: presentazione del progetto di digitalizzazione" - Giampaolo Lambertini, Responsabile Area Economica CNA Ferrara

"Il ruolo del Comune di Ferrara" - Caterina Ferri, Assessore Attività produttive Comune di Ferrara

" La connettività nell'Area Diamantina: situazione attuale e nuovi interventi per la fibra" - Donato Rocchi, Direttore Generale Acantho Spa

" I servizi innovativi CNA per le imprese"- Maria Emma Bolognesi, Responsabile Area Servizi CNA Ferrara—Daniele Droghetti, Responsabile SIA CNA Ferrara


Confermare la partecipazionecompilando la scheda di registrazione e mandandola a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Commenta (0 Commenti)

Assemblea Territoriale Quadriennale Elettiva, 11 maggio 2017


ASSEMBLEA TERRITORIALE QUADRIENNALE ELETTIVA 
Giovedì 11 maggio 2017 ore 17.30

Sala Conferenze di CNA Ferrara, via Caldirolo 84

 

PROGRAMMA

ore 17.30 Accredito dei partecipanti

ore 18.00 Saluti di Walter Mattioli, Presidente SPAL

ore 18.20 Elezione della Commissione elettorale

ore 18.30 Relazione del Presidente territoriale CNA Ferrara uscente, Alberto Minarelli

ore 18.45 Dibattito

ore 19.15 Intervento del Direttore territoriale CNA Ferrara, Diego Benatti

ore 19.30 Conclusioni del Presidente Regionale CNA Emilia Romagna, Paolo Govoni

ore 20.00 Buffet

ore 21.00 Relazione della Commissione elettorale

ore 21.15  Elezione degli Organi Dirigenti

 

Commenta (0 Commenti)

Eletti i nuovi presidenti delle dieci Unioni di mestiere della Cna di Ferrara

Argomenti trattati in questo articolo:

Grazie al voto degli imprenditori associati, sia in occasione delle Assemblee elettive, sia attraverso le urne collocate nelle sedi oppure on line, le dieci Unioni di mestiere della Cna di ferrara hanno rinnovato, nelle scorse settimane, i propri presidenti e Consigli direttivi.
Sono stati eletti per la prima volta nell'incarico di presidente:
- per Cna Servizi alla persona, Elena Malanchini, titolare della Wellness Time snc di Ferrara;
- per Cna Federmoda, l'imprenditrice Laura Vallieri, titolare dell'azienda Laura Mode di Copparo;
- per Cna Fita, Fausto Bianconi, a capo dell'omonima impresa di autotrasporto di Masi San Giacomo;
- per Cna Produzione, Enrico Ghezzo, della Elettronica Marittima srl di Bosco Mesola.

Riconfermati nell'incarico di presidente della propria Unione:
- per Cna Artistico e Tradizionale, Franco Antolini, titolare dell'omonima azienda di legatoria e restauro libri di Ferrara;
- per Cna Comunicazione e Terziario AvanzatoGiulia Bratti, titolare della Grafica Andros di Ferrara;
- per Cna Servizi alla ComunitàDevid Fiorini, titolare della Nuova Officina Nord di Ferrara;
- per Cna Installazione ImpiantiGabriele Pozzati, della ditta Impianti Termosanitari di Ferrara;
- per Cna Costruzioni, Riccardo Roccati, amministratore delegato della Robur Asfalti di Ferrara,  
- per Cna AgroalimentareLaura Salani, amministratrice delegata della Salani srl di Copparo.
La fase per il rinnovo delle cariche dirigenti dell'Associazione, dai Raggruppamenti di interesse, alle Unioni e Aree territoriali, fino ai delegati all'Assemblea provinciale, ha visto la partecipazione al voto di poco meno di un migliaio di associati.
"Un dato di grande valore – sottolinea il direttore provinciale della Cna, Diego Benatti – che testimonia la volontà degli imprenditori di essere protagonisti delle scelte rilevanti che riguarderanno il loro futuro nei prossimi anni, di fronte ad una economia sempre più globale e interconnessa, che sta proponendo alle imprese nuovi rischi, ma anche nuove opportunità. Sono questi gli scenari che si prospettano alle Unioni di mestiere, strumenti attraverso i quali si declina la rappresentanza per comparti e settori della Cna. Ad esse spetterà l'impegno ad imboccare strade inedite, nella rappresentanza sindacale di mestieri e imprese nell'ambito del proprio territorio combinata alla ricerca di nuove occasioni economiche e di crescita su più ampia scala, per filiere lunghe e aree di mercato sulle quali collocare prodotti e servizi".
La fase di rinnovo degli organismi dirigenti provinciali della Cna culminerà con l'Assemblea Quadriennale a Ferrara del prossimo 11 maggio.

Commenta (0 Commenti)

Accordo CNA e CNR: ora la Ricerca è più vicina alle esigenze delle imprese

CNA Nazionale e il Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) hanno siglato un protocollo di intesa per promuovere l'innovazione nelle piccole e medie imprese e aprire un dialogo costruttivo che dia risposte innovative alle richieste del mondo imprenditoriale.

In cosa consiste?

  • nel definire un Programma di ricerca, di trasferimento tecnologico e di innovazione per la competitività delle imprese
  • nell'individuare le tematiche ed i settori tecnologici prioritari sul quale concentrare la collaborazione
  • nell'organizzare incontri tra i laboratori di ricerca e gli imprenditori del territorio per lo scambio di conoscenze
  • nel creare una struttura di supporto che possa fungere da help desk sulle principali tematiche di interesse per le imprese
  • nello sviluppo di un un gruppo di progettazione per la realizzazione dei progetti comuni individuati

Se la tua azienda è interessata ad avviare percorsi di innovazione e vuole partecipare all'individuazione dei temi e settori tecnologici prioritari, clicca qui e compila il form!

Per saperne di più contattare Debora Tamascelli tel 0532 749111 o Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. . Consulta qui il Protocollo d'intesa

Commenta (0 Commenti)

L'imprenditore Davide Franco, nuovo presidente di Cna Cultura

Argomenti trattati in questo articolo:

Davide Franco, 51 anni, presidente del Consiglio di amministrazione dell'impresa Suono e Immagine (tecnologie e servizi per eventi) di Ferrara, è il nuovo presidente provinciale di Cna Cultura. Lo ha eletto l'altra sera il Consiglio Direttivo dell'omonimo Raggruppamento di interesse, nato a Ferrara un anno fa con l'obiettivo di mettere in rete una vasta e multiforme realtà imprenditoriale e professionale, con l'obiettivo di darle visibilità e rappresentanza sindacale, ma anche proporsi come punto di riferimento nei confronti delle istituzioni locali.

"Siamo convinti che la cultura debba significare innanzitutto fruizione, piuttosto che conservazione – esordisce il neo presidente Franco – A questo obiettivo le imprese possono offrire, senz'altro, un contributo determinante, non solo per la valorizzazione ma la stessa gestione dei beni culturali e degli spazi pubblici. Per questo, deve essere sostenuta l'iniziativa dei privati che vogliono investire in questo settore. In questo senso, ritengo necessario che la pubblica amministrazione, a tutti i livelli, si liberi di una visione di sostanziale diffidenza, che si alimenta attraverso una sovrastruttura burocratica ridondante, costosa e di pesantezza tale da scoraggiare, anziché favorire il contributo delle imprese, ancorché serie e di indiscussa qualità professionale, che operano in questo settore."
In altre parole la capacità dell'imprese di gestire in modo flessibile e con capitale di rischio, favorisce, a giudizio del neo presidente di Cna Cultura, la maggiore fruizione e il massimo utilizzo degli spazi culturali, come del resto avviene all'estero.
Ma, per fare questo è indispensabile snellire le procedure burocratiche, in particolare per il settore della promozione di eventi (sempre nel rispetto delle leggi sulla sicurezza) e, ancora, occorre dare vita a progetti di collaborazione tra pubblico e privato, ad esempio nella gestione di servizi e beni culturali, puntando a far crescere il ruolo delle imprese private.
"In generale – conclude Davide Franco - più favoriamo la fruizione della cultura, più ci saranno eventi culturali e più crescerà l'economia di questa provincia. Che – vogliamo ricordarlo - vede nella cultura, e quindi nel turismo, uno dei suoi principali sbocchi".

Commenta (0 Commenti)

Sabato 8 aprile, presso la sede Cna, l'Universal Java Script Day

Argomenti trattati in questo articolo:

Si terrà sabato 8 aprile, con inizio alle ore 9,30, presso la sala conferenze della Cna di Ferrara (via Caldirolo 84), l'"Universal Java Script Day", giornata promossa dal Gruppo Ferrara JS in collaborazione con Cna, rivolta a sviluppatori web e programmatori, ma anche a piccole e medie imprese, interessate ai possibili utilizzi di tali tecnologie e applicativi digitali per l'innovazione e lo sviluppo della propria attività.

All'incontro si daranno appuntamento specialisti di livello nazionale e internazionale del linguaggio JS, utilizzato per la creazione e messa a punto di applicativi multipiattaforma (web, cloud e mobile), che si confronteranno sulle ultime novità e tendenze riferite a questa tecnologia digitale: dalle Progressive Web Apps alla creazione di e-commerce con sistemi Universal React, dalle applicazioni web isomorfiche ai dispositivi Turbolinks per lo sviluppo del business aziendale attraverso mobile.
Specialisti o anche semplici appassionati saranno dunque, sabato, nel proprio elemento, ma la conferenza sarà anche l'occasione per imprenditori dei più diversi settori di attività per attingere a conoscenze e saperi, il cui impiego potrebbe fare la differenza nella competizione di mercato.
Intanto, Cna e Ferrara JS organizzano seminari di aggiornamento dedicati alle evoluzioni del linguaggio Java Script a cadenza bimestrale, rivolti a piccole imprese associate e ai loro dipendenti.
Per informazioni, rivolgersi a Silvia Merli, e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Commenta (0 Commenti)

Dario Guidi, nuovo presidente provinciale di CNA Turismo

Argomenti trattati in questo articolo:

Ferrara - Dario Guidi, 44 anni, presidente dell'azienda di servizi turistici e ambientali di Comacchio Antea, è il nuovo presidente provinciale di Cna Turismo e Commercio. Lo ha eletto, nei giorni scorsi, l'Assemblea degli imprenditori Cna dell'omonimo Raggruppamento di interesse, in sostituzione di Riccardo Cavicchi, che ha ricoperto l'incarico per due mandati, al quale è andato il sentito il ringraziamento degli intervenuti per l'attività svolta.

A questo proposito, il nuovo presidente Guidi ha assicurato il proprio impegno nel voler dare continuità al lavoro del predecessore, puntando al maggior coinvolgimento possibile delle imprese sia del turismo, che del commercio di tutto il territorio provinciale.
"Il mio primario obiettivo – sottolinea Dario Guidi – è rivolto ad aiutare le nostre imprese a cogliere le opportunità che le trasformazioni dei mercati offriranno nei prossimi anni. Lavoreremo in questo senso per informare costantemente i nostri imprenditori, facendo rete e promuovendo, soprattutto una sana attività di lobbyng".
D'altro canto – specifica Guidi - l'impegno di Cna Turismo e Commercio sarà teso a costruire forme concrete di collaborazione tra imprese di settori diversi, direttamente o indirettamente interessati all'economia turistica: ad esempio relazionando le attività operanti sul versante dell'ecoturismo con quelle balneari, o favorendo sinergie tra aziende turistiche e attività artigianali del settore enogastronomico e dei prodotti tipici.
Questi gli altri componenti il Consiglio provinciale del Direttivo di Cna Turismo e Commercio: Alessandro Pasetti (vice presidente), Riccardo Cavicchi, Mirco Ferrari, Davide Franco, Federico Fugaroli, Annarita Garbellini, Claudio Nicoletti, Filippo Parisini e Nicola Veronese.
Richiesta alla Regione più tempestività nella comunicazione dei dati sulle presenze turistiche. Nel corso dell'Assemblea, gli imprenditori di Cna Turismo e Commercio hanno sostenuto l'iniziativa del presidente uscente Riccardo Cavicchi, che, in una lettera inviata recentemente all'assessore al Turismo dell'Emilia Romagna Andrea Corsini, evidenzia " il grande ritardo" con il quale vengono pubblicati i dati mensili sulle presenze turistiche (ad oggi non sono ancora presenti i dati di gennaio e febbraio 2017) ma, soprattutto, la mancanza di dati relativi alle presenze giornaliere.
Fattore, questo, ritenuto particolarmente svantaggioso "per una città ed un territorio come quello di Ferrara, che basano la propria attività turistica principalmente sugli eventi". Ragione per cui, l'analisi delle presenze giornaliere "risulta fondamentale per le valutazioni dell'impatto turistico degli eventi stessi e, conseguentemente, la pianificazione degli investimenti e della promozione (pubblica e privata) per le edizioni successive".
Per questi motivi, si chiede all'assessore regionale di "apportare i correttivi necessari per una migliore tempestività nella pubblicazione dei dati turistici, l'inserimento dei numeri relativi agli appartamenti e, soprattutto, la divulgazione dei dati relativi alle presenze giornaliere".

Commenta (0 Commenti)

Microcredito con erogazione diretta di Unifidi E.R. per finanziare professionisti, lavoratori autonomi e microimprese (2)

La Regione Emilia Romagna ha assegnato in gestione ad Unifidi E.R. il Fondo per il Microcredito con risorse pari a 2 milioni di euro con la finalità di agevolare l'accesso al credito delle piccole imprese, professionisti e lavoratori autonomi.
Si tratta quindi di un sostegno concreto che la Regione ha voluto mettere a disposizione delle piccole iniziative imprenditoriali che favoriscano sviluppo, nuovi investimenti e crescita dell' occupazione nel nostro territorio.
Le spese finanziate riguardano principalmente gli investimenti in beni strumentali, investimenti in innovazione, il pagamento di corsi di formazione, la liquidità aziendale legata allo sviluppo dell'attività - compreso il costo del personale aggiuntivo - con esclusione di operazioni di consolidamento passività e/o debiti fiscali.
Il finanziamento - da un minimo di 5.000€ ad un massimo di 15.000€, con durata massima di 60 mesi viene erogato direttamente da Unifidi E.R. con la garanzia del Consorzio del 50%, minimi i costi di istruttoria e con interessi a tasso zero.
Il finanziamento può essere richiesto dai i seguenti soggetti:
 Lavoratori autonomi e liberi professionisti operanti in Regione che, alla data della domanda, siano titolari di partita iva da almeno un anno e da non più di cinque anni, con fatturato annuo tra 15 e 70 mila euro. I liberi professionisti devono essere iscritti agli ordini professionali o aderenti alle associazioni professionali o costituiti in forme aggregate tra professionisti con gli stessi requisiti delle imprese;

 Imprese individuali, società di persone, società a responsabilità limitata semplificata, società cooperative operanti in Regione, avviate da almeno un anno e da non più di cinque con fatturato annuo tra 15 e 100 mila euro.
Il soggetto richiedente non dovrà avere un indebitamento di breve superiore a 50.000€.
Le domande possono essere presentate fino al 31 dicembre 2017 tramite Cna Servizi Finanziari Ferrara Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  0532/749111

Guarda qui il video

 

Commenta (0 Commenti)

Siglata Convenzione tra Cna Ferrara e Ordine degli Architetti

 

Cna Ferrara ha siglato, in questi giorni, una convenzione con l’Ordine degli Architetti, primo esempio di un rapporto di collaborazione destinato ad avere ricadute importanti nelle relazioni tra professionisti e mondo delle imprese, in un ambito strategico come quello dell’edilizia e delle costruzioni. L’accordo, sottoscritto dal presidente provinciale della Cna Alberto Minarelli e dal presidente dell’Ordine degli Architetti, Diego Farina, alla presenza del direttore provinciale della Cna Diego Benatti, del responsabile Dipartimento sviluppo Alessandro Fortini, della responsabile del Credito Patrizia Barbieri e di Giulia Pellecchia (Ecipar), stabilisce condizioni vantaggiose per i professionisti che intenderanno aderire, sotto il profilo dell’offerta di servizi, consulenze e condizioni agevolate di accesso al credito.

Dall’altro, vengono riservate interessanti opportunità per la formazione continua e l’aggiornamento professionale degli architetti, ad esempio sui requisiti e modelli di progettazione riconosciuti a livello internazionale (vedi Bim), per una gestione manageriale dell’attività professionale e su aspetti più generali riguardanti un nuovo modo di costruire e progettare, alla luce di concetti di sostenibilità ambientale, efficienza energetica e riqualificazione urbana.

Temi, questi, sui quali Cna è particolarmente attenta, proprio per la presenza, tra le proprie associate, delle imprese operanti nella filiera delle costruzioni, alla quale il mondo dei professionisti – come ha sottolineato il presidente Cna Minarelli - può portare un contributo rilevante di competenze, saperi e idee, anche per un rilancio economico e produttivo del settore.

“La convenzione ci darà la possibilità di offrire ai nostri soci interessanti opportunità – ha poi aggiunto il presidente dell’Ordine Farina – innanzitutto  per una formazione continua degli architetti di qualità, in grado di allargarne l’orizzonte professionale, anche attraverso nuove modalità di lavoro più attente alla collaborazione e alla gestione manageriale”.

“Per Cna, l’accordo– ha, infine, concluso il direttore Benatti - vuole essere un esempio della capacità dell’Associazione di rappresentare un mondo di professionisti sempre più attento all’aspetto manageriale della propria professione e alla relazione con il mondo delle imprese, nel rispetto delle prerogative dell’Ordine”.

 

Commenta (0 Commenti)

Abolizione dei voucher, per Cna è un grave danno per le imprese

In una propria dichiarazione, il presidente provinciale della Cna, Alberto Minarelli, prende posizione sulla decisione del Governo di abolire i voucher.

"Da sempre l’artigianato e le piccole e medie imprese - ricorda Minarelli - utilizzano, come strumenti privilegiati nei rapporti di lavoro, i contratti a tempo indeterminato e l’apprendistato, più confacenti alla loro natura di imprese, soprattutto di tipo familiare, nelle quali i dipendenti costituiscono parte integrante del tessuto aziendale. Ciò anche in linea con il loro stesso modo di essere, basato sul rispetto della legalità e dei diritti, sia dell’impresa che dei lavoratori. E’ a partire da questa realtà che sottolineiamo fermamente come l’abolizione dei voucher e il vuoto normativo, che si è determinato in questo momento, danneggino fortemente le esigenze di flessibilità di tantissime attività imprenditoriali, soprattutto di alcuni settori, come il turismo, la cultura e organizzazione di eventi, il commercio e i servizi alla persona".

"Le battaglie ideologiche - precisa il presidente provinciale dell'Associazione - non portano né sviluppo, né nuova occupazione, e neppure maggiori garanzie. Per questo, la Cna è assolutamente contraria al provvedimento di abolizione dei voucher messo in atto dal Governo, sollecitando  una immediata inversione di rotta, tale da rendere possibile un effettiva azione di contrasto delle irregolarità, dell’abusivismo e del sommerso, da tempo al centro della nostra iniziativa, nella consapevolezza che sono questi i principali nemici delle imprese sane e competitive che rappresentiamo, ma anche più in generale dello sviluppo del Paese".

"Più in generale - conclude Minarelli - siamo convinti che occorra superare gli ideologismi e guardare al mondo dell’economia e delle imprese, che stanno traversando grandi e difficili cambiamenti, con occhi e strumenti nuovi".

 

Commenta (0 Commenti)

Vuoi approfondire senza impegno questo argomento o semplicemente richiedere informazioni?

Contattaci compilando il modulo sottostante

Rispondiamo sempre a tutte le mail!