Normative e Servizi

Il Mercato Elettronico della PA

Il Mercato Elettronico della PA (MEPA) è uno strumento gestito da Consip per conto del Ministero Economia e Finanze al fine di promuovere un nuovo modello per l'ottimizzazione degli approvvigionamenti pubblici.

Si tratta di un mercato interamente virtuale in cui le amministrazioni acquirenti e i potenziali fornitori si incontrano, negoziano e perfezionano on line contratti di fornitura legalmente validi. L'utilizzo infatti della firma digitale permette a PA e fornitori di conferire valore legale ai documenti pubblicati e consentire il perfezionamento dei contratti di acquisto.

Le PA possono ricercare, confrontare ed acquisire i beni ed i servizi, per valori inferiori alla soglia comunitaria, proposti dalle aziende fornitrici "abilitate" a presentare i propri cataloghi sul sistema. I prodotti ed i servizi sono presentati in cataloghi strutturati e descritti nel rispetto di formati standard e secondo le regole e le condizioni definite da Consip per ciascun bando merceologico. Le imprese abilitate negoziano con le PA nel rispetto delle regole, in piena autonomia e definendo gli elementi della propria strategia commerciale.

I vantaggi per le imprese nell'utilizzo del Mepa sono molteplici:

• utilizzo della piattaforma e visibilità
• ampliamento del mercato potenziale nell'ambito della PA e della visibilità della propria offerta e rafforzamento della presenza a livello territoriale
• recupero di competitività legato alla localizzazione e/o alla specializzazione dell'offerta e possibilità di evidenziare il "valore aggiunto" per le Piccole e Medie imprese
• diminuzione dei tempi e dei costi di vendita derivante dalla riduzione dei costi di intermediazione e di gestione del processo di vendita
– sensibile riduzione della documentazione da presentare per ogni gara
– maggior snellezza e velocità delle fasi di presentazione dell'offerta grazie anche alla chiarezza e completezza della documentazione di bando già predisposta
• garanzia di maggior trasparenza nelle procedure di gara grazie anche ad una autoregolamentazione spontanea dell'offerta in cui "tutti vedono e si confrontano con tutti"
• aggiornamento della propria offerta

Dall'estate del 2012 il Mepa è diventato obbligatorio per gli acquisti di tutte le Pubbliche Amministrazioni per tutti i beni negoziabili sul Mepa.


Cerchiamo quindi di capire cosa si può vendere con il MEPA
Possono richiedere l'abilitazione al Mercato Elettronico tutte le imprese che abbiano prodotti presenti nei capitolati tecnici dei bandi pubblicati nel Mepa. Tali bandi si riferiscono alle seguenti categorie merceologiche:
 Arredi e complementi di arredo
 Beni e servizi ICT
 Beni e servizi per la Sanità
 Cancelleria ad uso ufficio e didattico
 Carburanti combustibili lubrificanti e liquidi funzionali
 Conduzione e manutenzione impianti Termoidraulici e di Condizionamento
 Facility Management Urbano
 Farmaci Vaccini, Emoderivati e Soluzioni Infusionali
 Fonti rinnovabili
 Formazione
 Materiale elettrico
 Materiale igienico sanitario
 Mobilità e monitoraggio
 Prodotti accessori e materiali di consumo per l'ufficio
 Prodotti alimentari
 Prodotti, materiali e strumenti per Manutenzioni, Riparazioni ed Attività operative
 Servizi di igiene ambientale
 Servizi di Informazione, Prodotti Editoriali e Servizi Connessi
 Servizi di logistica
 Servizi di manutenzione degli impianti antincendio
 Servizi di manutenzione impianti elettrici
 Servizi di manutenzione impianti elevatori
 Servizi di raccolta e recapito degli invii postali
 Servizi per eventi
 Soluzioni per la scuola: MEPI
 Servizi sociali
 Servizi di accertamento e riscossione dei tributi
 Servizi di raccolta, trasporto e trattamento dei rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE)
 Servizi di supporto alle attività delle Pubbliche Amministrazioni
 Servizi di valutazione della conformità
 Servizi professionali


Consapevoli della difficoltà di catalogare la propria attività dentro i bandi disponibili, simo a disposizione dei nostri clienti per una valutazione individuale

Tra le attività iscrivibili troviamo “i lavori di manutenzione” - Facciamo un “focus” con il Responsabile CNA Costruzioni, CNA Installazione e Impianti, Capozza  Attilio

Con la Legge di Stabilità 2016, è stato disposto che gli strumenti di acquisto e di negoziazione messi a disposizione da Consip possono avere per oggetto anche attività di manutenzione ordinaria e straordinaria. In attuazione di questa previsione normativa sono stati pubblicati a inizio luglio diversi nuovi bandi MEPA (il Mercato elettronico della pubblica amministrazione gestito da Consip) aventi ad oggetto l’abilitazione delle imprese per l’esecuzione di “Lavori di manutenzione”.

Ricordiamo che in precedenza transitavano dal MEPA solo acquisti di beni o servizi, l’apertura ai lavori, sia pure ai soli lavori di manutenzione, sia ordinaria che straordinaria, rappresenta una novità.

Le imprese interessate possono inviare la domanda di abilitazione e potranno rispondere ad eventuali Richiesta di Offerta delle Amministrazioni per appalti di lavori fino a un milione di euro. In pratica le amministrazioni potranno espletare tramite MEPA le procedure di selezione del contraente consentite dal nuovo codice degli appalti per gli importi fino a un milione di euro; ricordiamole sinteticamente: fino a 40.000 euro è consentito l’affidamento diretto, dai 40 fino ai 150 mila procedura negoziata con consultazione di almeno cinque imprese, dai 150 mila e fino al milione procedura negoziata ma consultando almeno dieci imprese, il tutto comunque rispettando i principi di economicità, efficacia, tempestività, correttezza, libera concorrenza, non discriminazione, rotazione, trasparenza e  proporzionalità.

I bandi sono stati organizzati sulla base delle specificità delle opere oggetto di manutenzione:

  • BANDO LAVORI DI MANUTENZIONI EDILI
  • BANDO LAVORI DI MANUTENZIONI STRADALI, FERROVIARIE ED AEREE
  • BANDO LAVORI DI MANUTENZIONI IDRAULICHE, MARITTIME E RETI GAS
  • BANDO LAVORI DI MANUTENZIONI AMBIENTE E TERRITORIO
  • BANDO LAVORI DI MANUTENZIONI BENI DEL PATRIMONIO CULTURALE
  • BANDO LAVORI DI MANUTENZIONI IMPIANTI
  • BANDO LAVORI DI MANUTENZIONI – OPERE SPECIALIZZATE

Nel MEPA conviveranno nello stesso Bando imprese con e senza attestazione SOA

Le imprese possono abilitarsi attestando il possesso dei requisiti di cui all’art. 90 del D.P.R. n. 207/2010, in caso di lavori di importo inferiore a 150 mila euro oppure attestando la relativa qualificazione SOA per lavori di importo pari o superiore a tale soglia.

 

Per i  beni e i servizi che non rientrano nel MEPA è possibile valutare l’iscrizione all’INTERCENT-ER (centrale acquisti per l’Emilia Romagna, parliamo di 1.600 categorie merceologiche).

 


Cosa devi fare per abilitarti al MEPA e/o a INTERCENT-ER

Condizione necessaria per poter richiedere l'abilitazione al Mepa è quella di offrire un bene/servizio tra quelli presenti all'interno dei capitolati tecnici dei bandi pubblicati.
Gli strumenti sono complessi ma le opportunità che offrono sono importanti per cui CNA Ferrara si è attivata per essere uno Sportello in Rete, per questo le imprese socie possono contattare i nostri esperti (Dott. Andrea Vendemmiati, Dott. Fabio Bergonzini) o scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. per la loro iscrizione.

La nostra associazione è consapevole dei possibili rischi competitivi delle grandi imprese, ritiene però che una maggiore presenza delle PMI sui "cataloghi informatici", il valore aggiunto del radicamento sul territorio, il nostro impegno politico volto a valorizzare le imprese rappresentate, siano elementi da non son sottovalutare. Certamente non essere presenti sarà causa legittima di esclusione.

Condividi questo contenuto

Vuoi approfondire senza impegno questo argomento o semplicemente richiedere informazioni?

Contattaci compilando il modulo sottostante

Rispondiamo sempre a tutte le mail!

Bandi e Opportunità


Leggi tutti gli articoli per questa categoria