Normative e Servizi

FATTURAZIONE ELETTRONICA: PIU' FACILE CON CNA!

Testata

Contatto

Medio

Contatto

 

*Sono esenti dall'obbligo prestazioni sanitarie e regimi fiscali agevolati

Leggi qui la privacy policy di CNA Ferrara

Commenta (0 Commenti)

Bonifica dall'amianto e riduzione del rischio: è uscito il nuovo bando ISI Inail

 Nuovo Bando ISI INAIL 2018- 2019 per le imprese Artigianali, Commerciali e Industriali

SCARICA QUI LA SCHEDA DA COMPILARE PER RICHIEDERE L'ASSISTENZA DI CNA

(370 milioni di euro per il 2019 per il territorio nazionale)

Tutti gli anni il BANDO ISI INAIL, con un contributo del 65% a fondo perduto, sostiene le imprese che   si adoperano nelle seguenti tipologie di intervento:

  1. Progetti di investimento per ridurre o eliminare i seguenti rischi: chimico, rumore vibrazioni, biologico, caduta dall’alto, infortunistico, spazi confinati e sisma. Vi possono quindi rientrare progetti volti a sostituire macchinari o installazioni di impianti.
  2. Progetti di bonifica di materiali contenenti amianto (MCA) per immobili a conduzione diretta da parte del beneficiario
  3. Altro

Se rispettano i seguenti requisiti:

  • avere attiva nel territorio di questa Regione l’unità produttiva per la quale si intende realizzare il progetto;
  • essere nel pieno e libero esercizio dei propri diritti non essendo in stato di scioglimento o liquidazione volontaria né sottoposta a procedure concorsuali, quali fallimento, liquidazione coatta amministrativa, concordato preventivo, amministrazione controllata o straordinaria;
  • essere assoggettati e in regola con gli obblighi assicurativi e contributivi di cui al Documento unico di regolarità contributiva
  • rispettare i requisiti posti dalle normative sul “de minimis”

Devono inoltre proseguire l’attività per almeno 2 anno dall’erogazione del saldo del contributo

Se la tua impresa vuole valutare l’opportunità di accedere al futuro BANDO ISI INAIL, puoi avvalerti della nostra collaborazione!

Cna infatti, grazie anche alle importanti convenzioni sottoscritte, ti consente di:

  • eseguire la valutazione dei prerequisiti
  • presentare la domanda sul portale INAIL
  • gestire il click day
  • e in caso di posizionamento favorevole, gestire la rendicontazione della spesa

Scegliere CNA vuol dire sostenere i costi del bando solo ad esito positivo

I nostri dati statistici sulle pratiche presentate ci portano all’ 87% di sì, per questo in caso di esito negativo il cliente non dovrà corrispondere nessun compenso!

Ammontare del contributo

Di norma il contributo in conto capitale è pari al 65% delle spese ammesse ed è calcolato sulle spese sostenute al netto dell’IVA. Il contributo massimo erogabile è pari a euro 130.000 mentre il minimo è di euro 5.000.

 Spese ammesse a contributo

Le spese ammesse a contributo devono essere riferite a progetti non realizzati e non in corso di realizzazione alla data del 31 maggio 2019.

 I costi amministrativi in caso di esito positivo sconsigliano la gestione della domanda per importi esigui.

Se sei interessato a valutare la domanda di contributo per la tua impresa ti chiediamo pochi minuti per compilare il breve questionario che segue e inviarlo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Schema riepilogativo degli assi di investimento

 

Bando Isi Inail 1

 

Le scadenze

Bando Isi Inail 2

SCARICA QUI LA SCHEDA DA COMPILARE PER RICHIEDERE L'ASSISTENZA DI CNA

Commenta (0 Commenti)

LEGGE DI BILANCIO 2019: LE PRINCIPALI NOVITA' IN MATERIA FISCALE

La legge di bilancio 2019, approvata poco prima della fine del 2018, introduce una serie di novità di sicuro interesse per le imprese, i professionisti, le ditte individuali: dall’estensione del regime forfettario all’aumento della deducibilità dell’IMU sugli immobili strumentali, dalla cedolare secca sulle locazioni di immobili commerciali, alla proroga dell’ecobonus e del bonus ristrutturazione.

LEGGE DI BILANCIO 2019

Di seguito proponiamo gli argomenti di maggior interesse sotto il profilo fiscale, con il link a una spiegazione semplificata fornita da Interpreta, il servizio di interpretazione delle normative fornito da Sixtema a CNA.

Al termine troverete un link al documento completo di sintesi della legge di bilancio.

 

 

LEGGE DI BILANCIO 2019: ECCO ALCUNE DELLE PRINCIPALI NOVITA' IN MATERIA FISCALE

In fondo alla pagina il link alla sintesi completa

  1. Estensione del regime forfettario con innalzamento del limite di 65.000 di ricavi/compensi (c.d. fat-tax delle partite IVA)
  2. Aumento della deducibilità IMU degli immobili strumentali (dal 20% al 40%)
  3. Regime agevolato per imprenditori individuali ed esercenti arti e professioni con ricavi da 65 a 100 euro, dal 2020, previa autorizzazione comunitaria
  4. nuova disciplina del riporto delle perdite per i soggetti Irpef in contabilità semplificata
  5. Tassazione agevolata degli utili reinvestiti per l’acquisizione di beni materiali strumentali e per l’incremento dell’occupazione
  6. Cedolare secca sul reddito da locazione di immobili ad uso commerciale (negozi non superiori a 600 mq)
  7. Prorogato con modifiche l’iper ammortamento (industria 4.0) e il super ammortamento per i bei immateriali
  8. Possibile l’estromissione agevolata degli immobili strumentali delle ditte individuali
  9. Proroga delle detrazioni fiscali per interventi di efficienza energetica, ristrutturazione edilizia e per l’acquisto di mobili
  10. Proroga delle detrazioni fiscali per interventi di sistemazione a verde
  11. Modifiche alla disciplina del credito d’imposta per attività di ricerca e sviluppo
  12. Modifiche alla disciplina del credito d’imposta “Formazione 4.0”
  13. Saldo e stralcio cartelle per contribuenti in difficoltà economica
  14. Indennizzo per fine attività commerciale
  15. Rivalutazione beni d’impresa e partecipazioni
  16. Proroga della rideterminazione del valore di acquisto dei terreni e delle partecipazioni, con aumento dell’imposta sostitutiva
  17. Abrogazione dell’IRI (Regime agevolato per i soggetti IRPEF)
  18. Abrogazione ACE

LA SINTESI COMPLETA DELLE NOVITA' FISCALI IN LEGGE DI BILANCIO 2019

Commenta (0 Commenti)

Saldi Invernali: ecco le regole a cui bisogna attenersi

Iniziano i saldi invernali, un'importante occasione di reddito per le imprese. Ecco quali sono le regole a cui attenersi secondo la Delibera Regionale del 2016 che disciplina la materia in Emilia Romagna

shopping miniSALDI INVERNALI 2018: DAL 05 GENNAIO AL 05 MARZO
In ottemperanza alla Delibera Regionale nr. 1804/2016, le vendite di fine stagione o saldi invernali, potranno svolgersi a partire dal 05 gennaio 2018 (primo giorno feriale antecedente l’Epifania) e durare 60 gg, fino al 05 marzo 2018.
La Delibera sopra citata, prevede inoltre che nei 30 giorni antecedenti i periodi delle vendite di fine stagione (i cosiddetti “saldi”), non possono essere effettuate vendite promozionali dei seguenti prodotti: abbigliamento, calzature, biancheria intima, accessori di abbigliamento, pelletteria e tessuti per abbigliamento ed arredamento.
Ricordiamo inoltre che vige l’obbligo di esporre al pubblico anche il prezzo antecedente la vendita straordinaria e la percentuale di sconto applicata.

 

 

Commenta (0 Commenti)

Il Sistri è stato abolito dal Decreto Semplificazioni. Fine di un incubo per le imprese

II Sistri è ufficialmente abolito a partire dal primo gennaio 2019. E’ stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto Semplificazioni. In futuro verrà creato un nuovo sistema di tracciabilità dei rifiuti speciali, gestito direttamente dal Ministero

sistriIl Sistri, sistema di tracciabilità dei rifiuti speciali istituito nel 2010 e mai realmente entrato in funzione, sarà soppresso in via definitiva dal primo gennaio del 2019. E’ scritto nel Decreto Legge Semplificazioni, approvato dal Consiglio dei Ministri del 12 dicembre scorso e pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 14 dicembre.
A meno di modifiche radicali al Decreto Semplificazioni durante l’iter di conversione in legge (modifiche che appaiono poco probabili), la storia del SISTRI si conclude il 31 dicembre del 2018.
Per le imprese è la liberazione da un incubo. Un incubo costoso, come ha dichiarato il ministro dell’Ambiente Sergio Costa: “Il Sistri è stato uno dei più grandi sprechi nella gestione dei rifiuti speciali– ha affermato Costa – un sistema mai entrato effettivamente in funzione, che però ha comportato costi sostenuti dalle imprese coinvolte e dallo Stato che hanno superato i 141 milioni di euro dal 2010 ad oggi”.
Il Sistri "non ha mai funzionato - afferma la Cna - ma ha sicuramente impedito che si mettesse a punto nel nostro Paese un sistema efficace e semplice di tracciabilità dei rifiuti pericolosi, come in moltissime occasioni, e in tutte le sedi istituzionali, la Cna ha chiesto in questi ann”.
Nel dl Semplificazioni questo sistema viene definitivamente cancellato a partire dal primo gennaio 2019: il nuovo sistema di tracciabilità dei rifiuti sarà invece gestito in maniera diretta dal Ministero dell’Ambiente e, fino alla sua piena operatività, i titolari soggetti alla tracciabilità dovranno continuare a usare il medesimo sistema utilizzato ora, quello cartaceo.

Commenta (0 Commenti)

Aumentano le prestazioni di sostegno al reddito della "Cassa integrazione" dell'artigianato

Aumentano le prestazioni di sostegno al reddito del Fondo bilaterale di Solidarietà dell'artigianato - Accordo raggiunto tra associazioni degli imprenditori e sindacati

Nella serata di ieri 17 dicembre, Confartigianato, Cna, Casartigiani, Claai e Cgil, Cisl, Uil hanno sottoscritto un accordo interconfederale per aumentare e migliorare la fruibilità delle prestazioni di sostegno al reddito dei lavoratori operanti nelle aziende artigiane colpite dalla crisi. Tali prestazioni, erogate dal Fondo di Solidarietà Bilaterale dell’Artigianato (FSBA), sono sempre più importanti per garantire la continuità occupazionale e indispensabili a non disperdere le professionalità acquisite in azienda.
Grazie alla sottoscrizione dell’accordo, che ha natura sperimentale per il 2019, sarà possibile aumentare le settimane di copertura e integrazione al reddito dei lavoratori passando dalle attuali 13 settimane a 20 settimane.
FSBA, costituito per volontà delle parti sociali il 30 novembre 2012 ed autorizzato ad operare dai Ministeri dell’Economia e del Lavoro nel 2015, è il Fondo bilaterale che assicura mirate prestazioni di sostegno al reddito agli 800.000 lavoratori delle imprese artigiane finora iscritti al Fondo e ha natura obbligatoria per tutte le imprese artigiane indipendentemente dal numero di occupati.
Con la sottoscrizione dell’accordo, le parti esprimono concordemente grande soddisfazione per aver aumentato le prestazioni per un comparto che più di altri ha sofferto gli effetti di una crisi aggressiva, salvaguardando quelle professionalità che costituiscono il capitale delle imprese artigiane e l’essenza del Made in Italy.

Commenta (0 Commenti)

Rinviata per 15 anni l'applicazione della Bolkenstein alle imprese balneari

Raggiunta un'intesa per rinviare l'applicazione della direttiva Bolkenstein alle imprese balneari - Soddisfazione di Cna Balneatori Ferrara: "una boccata d'ossigeno per il settore"

mareCna Balneatori di Ferrara esprime forte soddisfazione per l'intesa raggiunta al Senato tra le forze politiche, che consente per i prossimi 15 anni di escludere dall’applicazione della Direttiva Bolkestein il comparto delle imprese balneari. “Una decisione che dà una boccata d’ossigeno ai balneatori – commenta Nicola Ghedini, portavoce degli stabilimenti balneari associati alla Cna dei Lidi comacchiesi - consentendo loro di valutare possibili investimenti a lungo termine e, soprattutto, di lavorare serenamente”.Ghedini1
Il problema dell’applicazione della Bolkestein non è, tuttavia, ancora risolto del tutto, specifica Ghedini. “Si tratta di un primo importante passo. Ora ci attendiamo che Governo e Parlamento decidano di stralciare definitivamente dagli effetti della Direttiva le attuali concessioni demaniali, salvaguardando così il futuro di 30 mila imprese turistiche balneari italiane che, per troppo tempo, si sono trovate in una condizione di profondo malessere e di incertezza per il futuro”
Cna Balneatori parteciperà da protagonista al tavolo tecnico promosso dal Ministro Centinaio per arrivare, in modo condiviso con le associazioni delle imprese ad una soluzione chiara, che consenta la messa a punto di una legge di riforma in grado di restituire tranquillità e fiducia a tutto l’attuale comparto, di far ripartire gli investimenti e di creare opportunità per nuove iniziative imprenditoriali su spiagge tuttora disponibili.

 

Commenta (0 Commenti)

Nuova Sabatini: chiuso dal 4 dicembre lo sportello per le domande di accesso ai contributi

Chiuso dal 4 dicembre lo sportello per le domande sulla Nuova Sabatini. Potrebbe essere riaperto se la misura verrà rifinanziata in Legge di Bilancio 2019

nuova SABATINIA partire dal 04/12/2018, con decreto direttoriale del 03/12/2018  è stata disposta la chiusura dello sportello per la presentazione delle domande di accesso ai contributi, a causa dell’esaurimento delle risorse finanziarie disponibili. Le domande presentate dalle imprese dal 04/12/2018 sono    considerate irricevibili.

Le domande delle imprese presentate alle banche o intermediari in data antecedente alla data di chiusura dello sportello e non incluse in una richiesta di prenotazione delle risorse inviata dalle medesime banche o intermediari finanziari al Ministero dello Sviluppo Economico potranno essere ripresentate in caso di riapertura dello sportello.

Si fa presente che lo sportello potrà essere riaperto in tempi brevi qualora sia approvato dal Parlamento il rifinanziamento della misura contenuto nella legge di bilancio.

Commenta (0 Commenti)

La bozza del Decreto semplificazioni prevede l’abolizione del Sistri

Il Decreto semplificazioni verrà discusso dal prossimo Consiglio dei Ministri. Si attende in quella sede la conferma che il Sistri dal 2019 non esisterà più

 

sistriL'abolizione del Sistri è stata inserita nella bozza del Decreto Legge Semplificazioni che verrà discusso dal prossimo Consiglio dei Ministri.
Se la bozza di decreto sarà approvata in via definitiva dal Governo, dal prossimo anno il Sistri sarà cancellato, e con esso i contributi richiesti alle imprese.
La CNA Nazionale ha già espresso forte apprezzamento:
"Per migliaia di imprese si tratta della liberazione da un incubo. Il Sistri non ha mai funzionato, ma ha sicuramente impedito che si mettesse a punto nel nostro Paese un sistema efficace e semplice di tracciabilità dei rifiuti pericolosi, come in moltissime occasioni, e in tutte le sedi istituzionali, la CNA ha chiesto in questi anni.
A questo punto sarà finalmente possibile, con la collaborazione delle associazioni delle imprese, costruire un nuovo strumento per tracciare i rifiuti pericolosi basato su una struttura semplice e ad alta efficienza. Dovrà essere in pratica, il contrario del Sistri, un sistema che si è dimostrato sempre molto complicato e inefficiente".

Commenta (0 Commenti)

Seminario sul nuovo codice prevenzione incendi: potenzialità e vantaggi

Cna e Ordine degli ingegneri hanno organizzato, per il prossimo 28 novembre, un seminario dedicato al nuovo codice prevenzione incendi. Qui trovate la locandina del seminario. Per informazioni e iscrizioni ci si può rivolgere a Emma Bolognesi, responsabile servizi alla clientela di CNA: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Antincendio-DEFINITIVO-Programma-Convegno-28.04.18-DG-1-miniAntincendio-DEFINITIVO-Programma-Convegno-28.04.18-DG-2-mini

Commenta (0 Commenti)

Vuoi approfondire senza impegno questo argomento o semplicemente richiedere informazioni?

Contattaci compilando il modulo sottostante

Rispondiamo sempre a tutte le mail!